Diberdayakan oleh Blogger.

Popular Posts Today

Ad-Aware Free Antivirus

Written By komlim puldel on Rabu, 27 Februari 2013 | 23.15

scheda aggiornata 4 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 1 votazioni

Ad-Aware è un software di scansione e protezione del proprio sistema che previene infezioni da varie tipologie di rischi quali data mining, scumware, advertising particolarmente aggressivo, malware, hijacking del browser e tracking dei comportamenti d'uso del browser. La versione free è disponibile solo per utilizzo personale in ambiente domestico e non come utilizzo commerciale.


23.15 | 0 komentar | Read More

FINAL FANTASY XIV: A Realm Reborn Benchmark

scheda aggiornata 3 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 0 votazioni

Benchmark che permette di valutare le prestazioni del proprio sistema nell'esecuzione del gioco FINAL FANTASY XIV: A Realm Reborn. Al termine dell'esecuzione viene fornito un punteggio di riferimento, con il quale si ha un riferimento di quanto fluidamente il proprio sistema potrà eseguire questo gioco alle impostazioni qualitative e di risoluzione selezionate nel test.

Di seguito le principali note fornite con il benchmark.

High Definition Display Support
In addition to the standard 1280x720 pixel display, the benchmark also supports a 1920x1080 high definition display. Enjoy every crisp detail of the gorgeous world of Eorzea.

5.1 Channel Surround Sound
Fully voiced event dialogue imparts every note of character emotion, and 5.1 channel surround sound completes the experience, wrapping players in the stirring music and the atmospheric effects of FINAL FANTASY XIV: A Realm Reborn.

Multilingual Support
Features Japanese, English, German, and French.

Note:

  • This software is not a trial version.
  • Please understand that you cannot play FINAL FANTASY XIV: A Realm Reborn using this software. Also, note that you must read and agree to the terms and conditions before downloading the software.
  • AMD CrossFireX and Nvidia SLI are not supported at this time.
    We are currently working with the manufacturers to add support for these features by the launch of FINAL FANTASY XIV: A Realm Reborn.

23.15 | 0 komentar | Read More

Microsoft rivelerà partnership con EA all'evento di presentazione della nuova Xbox

Il sito britannico Cvg ha appreso da due fonti fidate che in occasione del reveal della nuova Xbox, Microsoft ed Electronic Arts annunceranno un accordo di collaborazione a proposito di alcuni contenuti in esclusiva per la nuova console del colosso di Redmond. Al momento, però, le due fonti non sono a conoscenza dei contenuti che fanno parte dell'accordo e dei titoli che eventualmente EA annuncerà.

Battlefield 3

Potrebbe trattarsi di uno o più giochi interi in esclusiva per Xbox 720 (nome momentaneo). Però, in considerazione dei risultati commerciali da raggiungere e della conseguente necessità di sviluppare in multi-piattaforma, è probabile che l'accordo riguardi contenuti di espansione scaricabili.

In occasione dell'evento di presentazione di PlayStation 4, Activision annunciava una partnership chiave con Sony a proposito dei contenuti di espansione di Destiny. Anche altri produttori di videogiochi, come Ubisoft, Square Enix e Capcom, hanno partecipato all'evento, mentre Electronic Arts non era presente.

Si potrebbe supporre un accordo di esclusività di qualche tipo a proposito di Battlefield 4, con reveal definitivo del gioco magari proprio in occasione dell'evento di presentazione. Negli ultimi giorni, inoltre, è trapelata la notizia secondo la quale Respawn Entertainment, nuova software house fondata dai creatori di Call of Duty, sarà presente all'E3. Possibilmente, dunque, il loro nuovo gioco potrebbe essere già sul palco di Microsoft.

Durante un intervento alla Morgan Stanley Technology, Media, and Telecom Conference, al CFO di EA, CFO Blake Jorgensen, è stata chiesta la ragione dell'assenza della sua compagnia al PlayStation Meeting. "È stata più una questione di tempi per gli annunci, ma anche la volontà di mantenere un buon equilibrio fra tutte le parti in campo. Tra oggi e l'E3 vedremo un sacco di novità, per cui abbiamo la necessità di coordinarci con il nostro ufficio marketing per individuare i tempi adatti per ogni annuncio".

Jorgensen, tuttavia, mette in chiaro che EA supporterà anche PlayStation 4. "Siamo molto entusiasti della piattaforma di Sony e riteniamo che offra grandi opportunità. La capacità di elaborazione di questa piattaforma ci permetterà di fare una notevole quantità di cose che non abbiamo potuto fare fino a oggi".

Sembra dunque probabile che Microsoft chieda aiuto a EA e a DICE per mostrare, attraverso Battlefield 4, cosa è in grado di fare la nuova console sul piano della grafica. "Ho visto il nuovo Battlefield, ed è semplicemente incredibile. È incredibile come gli sviluppatori di DICE possano sfruttare con tutta questa capacità di calcolo a disposizione".

Secondo le ultime indiscrezioni, il reveal della nuova Xbox sarebbe previsto per il 26 aprile.


23.15 | 0 komentar | Read More

Fraps

scheda aggiornata 2 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 2 votazioni

Utility che consente di misurare il numero di frame al secondo per i giochi non dotati di benchmark interno. Di seguito sono riportate le note a corredo dell'ultima release:

  • Fixed intermittent crash recording from OpenGL games
  • Fixed crash when unable to access sound devic
  • Fixed minor memory leak with Win7/Vista sound recording
  • Fixed crash encountered by some users when ending a recording

23.15 | 0 komentar | Read More

Analitica in tempo reale, sempre più fondamentale per le grandi aziende

La società di analisi di mercato Gartner ha elaborato una previsione secondo la quale entro il 2016 il 70% delle compagnie di alto profilo gestirà i propri processi di business avvalendosi di strumenti di analitica predittiva in tempo reale o di extreme collaboration, basandosi sempre di più sull'analisi dei cosiddetti Big Data per condurre le proprie operazioni.

Una delle tecniche più efficaci per migliorare i processi di business è la cosiddetta IBO - Intelligent Business Operations, dove i processi sono "consapevoli" e possono imparare da una vasta gamma di interazioni, dal loro contesto e dalle situazioni in cui sitrovano. Una volta che una determinata situazione viene percepita, è possibile applicare attivamente un'analitica per anticipare i risultati di potenziali cambiamenti.

Jim Sinur, research vice president per Gartner, commenta: "'L'impatto dell'integrazione dell'analitica in tempo reale con le operazioni di business è immediatamente evidente dal momento che cambia il modo in cui gli esponenti d'azienda lavorano. Il cambiamento più drammatico è la maggior visibilità sui risultati della compagnia e su cosa accade nell'ambiente esterno. I manager hanno una maggior consapevolezza situazionale, quindi sono in grado di prendere decisioni con maggior rapidità".

Una miglior consapevolezza situazionale porta ad una presa di decisioni più rapida e ad un servizio clienti superiore, ad una crescita del fatturato, ad una riduzione di costi e ad una riduzione del rischio. Gartner afferma che virtualmente tutte le operazioni di business hanno una o più aree dove è possibile applicare servizi di analitica in tempo reale. In questo modo e compagnie possono appoggiarsi alla raccolta e analisi di informazioni per agire in tempo reale sulle leve di business per rispondere tempestivamente a nuove sfide o esigenze che si presentano in un mercato che, come quello di oggi, è estremamente mutevole.


23.15 | 0 komentar | Read More

Adobe Photoshop Touch disponibile ora anche per smartphone iOS ed Android

Adobe Photoshop Touch disponibile ora anche per smartphone iOS ed Android

"Adobe rende ora disponibile Photoshop Touch anche per smartphone iOS e Android al prezzo di €4,99. Ecco alcune informazioni"

Il comparto fotografico dei moderni smartphone è in continua evoluzione, tutti i maggiori produttori stanno infatti investendo parte delle loro energie per offrire nei propri device fotocamere dal livello qualitativo sempre maggiore, come richiesto da un'utenza sempre più vasta ed esigente. Non sorprende quindi che anche brand che fanno della postproduzione professionale il proprio core business vogliano approfittare di un mercato tanto proficuo.

Adobe si è mossa in questa direzione già da qualche tempo; di un anno esatto fa la notizia dello sbarco di Photoshop Touch su iPad. La software house che fino ad ora aveva sviluppato l'app solamente per tablet ha adesso rilasciato la versione sviluppata appositamente per smartphone.

Photoshop Touch porta in dote alcune funzioni derivate dal capostipite dei software di fotoritocco: utilizzo di layers, strumenti si selezione avanzata, regolazioni e svariati filtri. L'app è disponibile per iPhone 4s e 5, iPod Touch (dalla quinta generazione in poi) e per dispositivi basati su Android Ice Cream Sandwich o successiva. La versione dedicata agli smartphone è disponibile su iTunes Store e su Google Play al prezzo di €4,49, mentre i prezzi per la versione dedicata ai tablet sono rispettivamente di €8,99 per iPad e €7,99 per tablet basati su Android. Una panoramica più completa delle funzionalità dell'app è consultabile direttamente dal sito Adobe a questo indirizzo.

{{#each linkList}} {{/each}}
]]>

23.15 | 0 komentar | Read More

Acer al Mobile World Congress 2013 con Liquid E1, Z2 e C1

Il Mobile World Congress 2013 è ricco di novità per quanto riguarda il produttore taiwanese Acer. Lo stand ospitato tra i padiglioni della kermesse catalana è infatti il palcoscenico scelto dalla compagnia orientale per l'esposizione al pubblico di ben tre nuove soluzioni smartphone. Tutti e tre equipaggiati con sistema operativo Android i dispositivi in questione entrano a far parte della già nota famiglia di terminali conosciuta con il nome Liquid.

A partire dai prossimi mesi avremo quindi sul mercato Acer Liquid E1, Liquid C1 e Liquid Z2. Liquid E1 e Liquid Z2 si inseriscono in gamma rispettivamente nella fascia media e bassa del segmento smartphone; entrambi equipaggiati con processore di produzione Mediatek, single core per Z2 e dual core per E1, offrono un design molto simile e prestazioni discrete nonostante la fascia di prezzo nella quale sono collocati. La disponibilità per quanto riguarda il nostro mercato è stata indicata per i prossimi mesi, mentre il prezzo dovrebbe essere di 129 euro circa per Z2 e 199 per E1.

Ai due smartphone sopra citati si unisce poi Liquid C1, differenziato dalle due proposte precedenti per via del processore in dote. In questo caso infatti troviamo all'interno del corpo della soluzione un SoC Intel. Liquid C1 diventa quindi il primo smartphone di casa Acer a portare in dote un processore mobile dell'azienda di Santa Clara. Le prestazioni sono discrete ma, purtroppo per gli utenti interessati, almeno per il momento il terminale non dovrebbe giungere in Italia.


23.14 | 0 komentar | Read More

MacBook Air con Retina display, aggiornamento possibile nel terzo trimestre

Written By komlim puldel on Rabu, 20 Februari 2013 | 23.15

Apple sarebbe attualmente impegnata a coordinare i propri fornitori per prepararsi al rinnovamento della linea di sistemi portatili MacBook Air nel corso del terzo trimestre dell'anno. Secondo quanto afferma il quotidiano taiwanese Economic Daily, così come riporta anche Electronista, l'introduzione più importante sarà rappresentata da un display di tipo Retina, ovvero con risoluzione quadrupla rispetto ai modelli attuali.

Secondo le poche informazioni disponibili saranno entrambi i modelli, da 11 e 13 pollici, a ricevere l'aggiornamento a Retina display nel contesto del rinnovamento della piattaforma hardware per il passaggio alle nuove soluzioni Intel Haswell. Quanta Computer, produttore contrattista per Apple, dovrebbe iniziare a ricevere i vari componenti nel corso del secondo trimestre dell'anno per avviare le operazioni di produzione.

Ad oggi i sistemi della linea MacBook Air sono stati gli unici portatili Apple ad essere sprovvisti del display di tipo Retina, dopo che la Mela ha adottato questo tipo di display per i sistemi MacBook Pro d 15 e 13 pollici, rispettivamente nei mesi di giugno 2012 e settembre 2012. Nel caso di MacBook Air comunque Apple dovrà essere in grado di assicurare dei buoni tassi di resa produttiva, senza i quali l'aspetto dei costi e degli approvvigionamenti potrebbe rappresentare un problema.

Resta inoltre da capire se i futuri MacBook Air con Retina display dovranno essere soggetti ad un qualche tipo di riprogettazione, al fine di ospitare l'hardware necessario per la gestione di uno schermo di così elevata risoluzione. Osservando quanto compiuto da Apple con gli attuali MacBook Pro 13 Retina ciò potrebbe non essere necessario, dal momento che questi sistemi fanno uso della GPU integrata Intel HD Graphics 4000.


23.15 | 0 komentar | Read More

In calo le vendite di schede video, soprattutto discrete

Le vendite di schede video discrete registrate nel corso del quarto trimestre 2012, stando ai dati forniti da Jon Peddie Research, hanno mostrato una dinamica negativa tanto rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente quanto con riferimento al trimestre precedente.

In totale sono state vendute circa 28,8 milioni di GPU discrete nel periodo, tra soluzioni desktop e mobile, un dato in calo del 15,9% circa rispetto al trimestre precedente e del 9,7% prendendo quale riferimento lo stesso periodo dell'anno 2011.

Secondo Jon Peddie il mercato delle soluzioni PC ha registrato una crescita del 2,8% nel corso degli ultimi 3 mesi del 2012 ma questo con una riduzione del mercato delle schede video nel complesso pari all'8,2%. Questi dati evidenziano come stia calando il numero di sistemi che accanto ad una GPU integrata all'interno del processore propongano anche una scheda video discreta.

Nel periodo di riferimento AMD ha registrato una contrazione nei volumi di vendita del 13.6%, passando ad una quota di mercato del 19,7% rispetto al 21% detenuto 3 mesi prima. Calo anche per Intel, che ha registrato una diminuzione del 2,9% ma che complice il calo più netto del mercato nel complesso ha visto la propria quota di mercato passare dal precedente 60% al 63,4% del quarto trimestre 2012.

Per NVIDIA lo scenario è simile: contrazione dei volumi di vendita del 16,7% rispetto al terzo trimestre 2012 e calo della quota di mercato, passata dal precedente 18,6% all'attuale 16,9%.

La crisi del mercato dei PC ben si rispecchia in questi dati di vendita delle schede video: l'incidenza delle GPU integrate nei processori sul totale di mercato è sempre più elevata e questo giustifica i buoni risultati di Intel rispetto ad AMD e NVIDIA. Cala anche il numero di schede video discrete che vengono affiancate alle GPU integrate, in quanto queste ultime vengono sempre più considerate come adatte ad assicurare prestazioni velocistiche adeguate nella maggior parte degli scenari di utilizzo.


23.14 | 0 komentar | Read More

Thunderbird Portable

scheda aggiornata 4 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 0 votazioni

Portable Thunderbird è un applicativo espressamente pensato per essere caricato su una memory card in modo da rendere sempre disponibili le preferenze personali o le proprie extension anche utilizzando sistemi Windows altrui.


23.14 | 0 komentar | Read More

Lucid rilascia la versione 2.0 del proprio software Virtu MVP

Abbiamo avuto modo di parlarne lo scorso mese di Dicembre in questa notizia: in ritardo rispetto a quanto inizialmente previsto Lucid ha rilasciato in questi giorni la versione 2.0 del proprio software Virtu MVP.

Il pacchetto è disponibile in 3 differenti versioni: Basic a 34,99 dollari, Standard a 44,99 dollari e Pro a 54,99 dollari. Per tutte il funzionamento alla base prevede la possibilità di utilizzare tecnologia QuickSync, integrata nei processori Intel delle serie Sandy Bridge e Ivy Bridge, anche quando nel sistema sia installata una scheda video discreta AMD o NVIDIA.

Il principio di funzionamento prevede anche una gestione bilanciata di GPU discreta e integrata, nell'ottica di contenere il consumo complessivo del sistema senza per questo incidere eccessivamente sulle prestazioni velocistiche.

La versione Standard del software implementa la tecnologia Virtual Vsync, capace di rimuovere gli artefatti visivi da tearing senza limitazioni in termini di velocità di rigenerazione delle immagini sullo schermo. Per l'edizione Pro troviamo anche la tecnologia HyperFormance, capace di migliorare la risposta d'uso dei giochi.

Di seguito sono riportate le note fornite da Lucid in abbinamento alla release 2.0 del proprio software Virtu MVP:

Lucid Virtu MVP 2.0 takes the best of the original software with GPU Virtualization, Virtual Vsync™ and Hyperformance™ features and makes it even better with improved visual quality and responsiveness. Additionally, it features a new animated graphical user interface with .Net 4, supports multiple languages, integrates Windows® 8, and is enhanced for Intel® Core™ Processors.

All games from AAA titles to casual games and content creation apps are automatically supported for the frame rate and visual quality benefits of Virtual Vsync. Hundreds of today's top games have been tested with the responsiveness boosting Hyperformance feature including Diablo® III, Dragon Age II, Lost Planet™ 2, Mass Effect 3™, Metro 2033, S.T.A.L.K.E.R. ™ Call of Pripyat, Star Craft II™ and The Elder Scrolls® V Skyrim.

Il download delle 3 versioni è accessibile a questo indirizzo sul sito Lucid; il software è scaricabile anche in versione trial per un periodo di tempo di 30 giorni. I sistemi operativi Windows 7 e Windows 8, in versioni a 32bit e a 64bit, sono quelli attualmente supportati.


23.14 | 0 komentar | Read More

Driver AMD Catalyst 13.2 beta

scheda aggiornata 3 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 0 votazioni

Versione beta dei driver Catalyst per le schede video AMD della famiglia Radeon HD dalla serie 5000 sino alle più recenti 7000; introduce varie ottimizzazioni prestazionali sia in configurazione a singola GPU come con tecnologia CrossFire con alcuni titoli recenti, tra i quali Crysis 3 beta, Skyrim, Boderlands 2, Guild Wars 2 e Devil May Cry.

Queste le note fornite con i driver:

  • Crysis 3 multi-player Beta:  Improves CrossFire scaling by up to 40%
  • Far Cry 3:  Improves performance up to 10% at 2560x1600 with 8xAA
  • New 3D Mark release:  Adds CrossFire profile support for the new 3D Mark release under Windows 8
  • Improves performance up to 15% in high MSAA cases for the Crysis 3 beta release
  • Significantly improves latency performance in Skyrim, Boderlands 2, and Guild Wars 2
  • Improves single GPU performance up to 50% for DmC Devil May Cry
  • Improves CrossFire performance up to 10% for Crysis 2
  • Resolves Texture flickering seen in DirectX9.0c applications.

Queste le schede compatibili:

  • AMD Radeon HD 7900 Series
  • AMD Radeon HD 7800 Series
  • AMD Radeon HD 7700 Series
  • AMD Radeon HD 6000 Series
  • AMD Radeon HD 5000 Series
  • AMD Mobility Radeon HD 7000M Series
  • AMD Mobility Radeon HD 6000M Series
  • AMD Mobility Radeon HD 5000 Series

23.14 | 0 komentar | Read More

Annuncio PlayStation 4: segui la diretta con noi!

L'hype è ormai alle stelle: tutti i siti del settore sono concentrati su quello che avverrà questa sera a New York (ore 18 locali, mezzanotte in Italia), in occasione del PlayStation Meeting. Stando ai rumor che si sono sollevati nelle ultime ore, è molto improbabile che Sony non annunci PlayStation 4. Di seguito potete vedere il live ufficiale PlayStation, con il quale è possibile seguire l'evento.

Certo, probabilmente si tratterà unicamente di un teaser, mentre poi si dovrà aspettare fino a giugno, ovvero fino all'E3, per "toccare con mano" la nuova console. Ma questo è bastato per scatenare decine, se non centinaia, di rumor sulla presunta e attesissima console di nuova generazione.

Probabilmente Sony non confermerà i dettagli sulle specifiche e non parlerà dei giochi della nuova generazione, anche se abbiamo già qualche indizio. The Witcher 3, Destiny, Watch Dogs, Dark Souls 2, probabilmente Grand Theft Auto V, infatti, sono progetti per la prossima generazione. Ma attenzione anche ai first-party, con i vari David Cage, Hideo Kojima, Naughty Dog, Sucker Punch, Media Molecule che potrebbero essere al lavoro su progetti specifici per PS4.

Stando alle ultime voci non ufficiali, PlayStation 4 arriverà nei negozi a novembre 2013 in due modelli. Ma sappiamo molto più della nuova console, visto che continuano a girare le foto del controller, perlomeno nella versione non definitiva contenuta nei development kit che sono già in mano degli sviluppatori.

PlayStation 4 dovrebbe essere basata su CPU a 8 core che opera su frequenze di clock pari a 1.6GHz. L'architettura principale della console dovrebbe essere una derivazione della tecnologia Jaguar di AMD. Si tratta di una soluzione di tipo SoC fortemente personalizzata rispetto all'originale.

La prossima PlayStation, poi, dovrebbe disporre di GPU appartenente alla famiglia Radeon HD, ovvero la soluzione Pitcairn, Radeon 7970M, che originariamente è costruita su architettura Graphics Core Next. Questa soluzione dovrebbe presentarsi in PS4 nel formato con 18 unità di calcolo e frequenza di 800 Mhz.

PlayStation 4, poi, conterrebbe 4 GB di GDDR5, la RAM ad alta velocità che si trova nelle più recenti schede video, dei quali 512 MB verrebbero riservati al sistema operativo. Ma per tutti i dettagli sulle specifiche emersi fino a oggi vi rimandiamo a questo indirizzo.

Non ci resta che rimandarvi a dopo: a mezzanotte potete seguire insieme a noi la diretta sull'annuncio, quando avremo l'opportunità di commentare le novità e di scambiarci le prime impressioni sulla nuova generazione!


23.14 | 0 komentar | Read More

Sony presentra tre differenti nuove Cyber-Shot TX30, WX300 e HX300: zoom fino a 50x

Sony ha presentato in giornata diversi prodotti tra i quali, oltre alle nuove NEX-3N, Alpha A58 ed alle nuove ottiche, si trovano anche tre nuove fotocamere della serie Cyper-Shot: TX30, WX300 e HX300.

TX30 è una fotocamera che, nonostante le apparenze da compatta, rientra nel segmento delle cosiddette rugged camera. È infatti impermeabile fino a 10 metri di profondità, resiste a temperature fino a -10°C oltre che alla polvere. È dotata inoltre di uno zoom 5x stabilizzato e di un sensore CMOS retroilluminato da 18.1 megapixel.

Rientra invece in pieno nella categoria delle compatte la nuova WX300; dotata dello stesso sensore della TX30, è però equipaggiata con un'ottica zoom 20x dalla focale equivalente al formato pieno di 25-500mm. Punto di forza della fotocamera dimensioni e peso ridotti all'osso, tanto che il produttore dichiara essere la compatta dallo zoom 20x più piccola e leggera al mondo. Il display posteriore è da 3"e 460.000 punti e, come le altre due fotocamere presentate, è in grado di registrare video in 1080p a 60fps.

HX300 rappresenta invece l'ultima nata in casa Sony nel segmento delle bridge. Come vuole la categoria la macchina fa dell'ottica 50x il suo punto di forza. L'obiettivo, marchiato Carl Zeiss e dalla focale equivalente di 24-1200mm, è composta da lenti trattate per ridurre al minimo gli effetti flare e lenti a bassa dispersione per minimizzare l'aberrazione cromatica. Il sensore, un CMOS BSI dalle dimensioni di 1/2.3" come gli altri due, è però capace in questo caso di generare 20.4 milioni di pixel.

Negli USA le tre fotocamere saranno disponibile a partire da questo mese ai prezzi di $349, $329 e $499 rispettivamente per TX30, WX300 e HX300. Ancora non sono stati invece dichiarati i prezzi dedicati al mercato italiano, mentre la per quanto riguarda la disponibilità Le nuove fotocamere digitali compatte Cyber-shot WX300 e HX300 di Sony potranno essere prenotate a partire da marzo e saranno in vendita in Italia a partire da marzo per HX300 e da aprile per WX300.


23.14 | 0 komentar | Read More

Anche Intel al lavoro nel settore della internet TV con una propria proposta

Written By komlim puldel on Rabu, 13 Februari 2013 | 23.15

In occasione dell'evento AllThingD Intel ha anticipato l'intenzione di immettere in commercio entro la fine dell'anno una propria soluzione IPTV, attraverso la propria divisione Intel Media.

I dettagli su questo nuovo prodotto sono al momento attuale scarsi. Intel svilupperà tanto la componente hardware come la parte software e di servizi, queste ultime in collaborazione con vari partner che forniranno i programmi. Tra le caratteristiche anticipate la presenza di una webcam che permetterà il riconoscimento di chi si metterà di fronte alla televisione.

Il fine di Intel è quello di sviluppare una nuova tipologia di prodotti di elettronica di consumo, venduti direttamente attraverso un proprio brand sviluppato appositamente. L'approccio non sarà in ogni caso incentrato su una fornitura di servizi e programmi ampia, quanto sulla proposta di alcuni bundle di contenuti che verranno selezionati. I servizi integrati varieranno dalla trasmissione di eventi televisivi live a programmazione on demand, sino alla gestione di app specifiche e di programmi in time shifting.

Con questa tecnologia di IPTV, quindi, Intel vuole proporre un'esperienza d'uso differente rispetto a quanto accessibile sino ad ora. Nelle parole di Erik Huggers, corporate vice president di Intel Media, questo prodotto rappresenterà una proposta che vuole integrare al proprio interno tutte le differenti tipologie di servizi TV accessibili via internet, lavoro complesso che richiederà ancora tempo per venir sviluppato e completato.

Un settore nuovo quindi per Intel, con la particolarità di entrare in un mercato che è consolidato da tempo e con quello che è previsto essere un proprio nuovo brand. Vedremo verso la fine dell'anno in cosa questa iniziativa si concretizzerà, ottimisticamente in tempo per la stagione di vendite natalizia.


23.15 | 0 komentar | Read More

I migliori videogiochi del 2012: la parola ai lettori

Una lotta fino all'ultimo voto come mai prima d'ora si era verificata nel nostro sondaggio di fine anno (edizione 2009 esclusa, come vedremo nel corso dell'articolo). Non rivelo subito nell'introduzione quali due giochi sono stati coinvolti in questa serratissima lotta, proprio per lascarvi il piacere, come ogni anno, di sfogliare l'articolo a partire dalla decima posizione fino a risalire verso il primo posto.

Anzi più che decima posizione quest'anno abbiamo due giochi in nona in ex aequo: hanno ovvero raccolto lo stesso numero di voti. Ma di lotte fino all'ultimo votante ce ne sono state parecchie, a cominciare da quella per il gradino più basso del podio che ha riguardato addirittura cinque giochi. Insomma dal terzo all'ottavo le carte si sarebbero potute rimescolare con grande facilità.

Come per gli anni passati, poi, confermiamo l'interesse verso il sondaggio da parte della nostra community. Ci piace il fatto che venga commentato e seguito, anche se chiaramente, per via della sua impostazione, favorisce principalmente i titoli mainstream. Quello che le redazioni di Hardware Upgrade e di Gamemag vogliono ottenere con questo sondaggio è un parere da parte della community del loro forum a proposito della stagione videoludica appena trascorsa, nel bene e nel male.

Il sondaggio, infatti, consegna i 10 titoli che hanno affascinato di più la community di Hardware Upgrade. Ovviamente va considerato nel rispetto delle preferenze videoludiche e di intrattenimento di ognuno. Il fatto che il proprio gioco preferito non rientri nella classifica o, magari non sia neanche stato candidato, non vuol dire che si hanno delle preferenze non condivisibili, semplicemente che quel titolo non può competere all'interno di un sondaggio che invece è indirizzato principalmente al pubblico 'mainstream'. Da una parte e dall'altra, insomma, non c'è alcun motivo di recriminazione, perché è la particolarità che dà colore e significato alla generalità.

Detto questo, a parte le lotte così combattute di cui abbiamo velocemente parlato e sulle quali torneremo nel corso dell'articolo, devo dire che nel momento della selezione dei 30 candidati quest'anno non ho incontrato le stesse difficoltà degli anni passati. Segno che l'industria non riesce a sfornare più il grosso numero di titoli interessanti che abbiamo avuto modo di giocare nella prima parte del ciclo vitale delle attuali console. Queste ultime sono vecchie, gli sviluppatori ne risentono e la qualità dei titoli anche, ma non voglio tediarvi sempre con il solito discorso, ormai lo conoscete.

Ciò non toglie che i voti della community di Hardware Upgrade abbiano riservato qualche sorpresa notevole. Call of Duty, infatti, per la prima volta resta fuori dalla Top 10. Insomma, un disamoramento netto da parte della community verso quello che è stato uno dei giochi di riferimento, in passato, per i nostri lettori. Call of Duty è rientrato nei primi dieci posti della nostra classifica in tutte le edizioni e, anzi, dal 2007 al 2010 ha occupato uno dei primi quattro posti. Nel 2007, addirittura, il primo Modern Warfare vinse, mentre l'anno successivo Call of Duty World at War si piazzava sul gradino più basso del podio. Secondo Modern Warfare 2 nel 2009 e quarto Black Ops nel 2010. L'anno scorso, invece, Modern Warfare 2 perdeva diverse posizioni, ottavo, ma restava pur sempre all'interno della classifica.

Personalmente, inoltre, mi dispiace che Xcom Enemy Unknown non sia riuscito a ritagliarsi un posto tra i 10 migliori giochi dell'anno. Si è, infatti, piazzato solamente in undicesima posizione.

Quest'anno, come avrete notato, abbiamo inserito fra i 30 candidati alcuni titoli indipendenti. Lo abbiamo fatto perché l'industria del gaming sta cambiando e perché i produttori più legati al mercato sono in difficoltà (basti vedere cosa è capitato a THQ). La situazione, resa ancora più critica dalla transizione alla prossima generazione in atto, ha consentito ai produttori senza grandi capitali alle spalle di ritagliarsi degli spazi importanti. Alcuni di loro sono riusciti a costruire delle vere e proprie perle, e ci riferiamo ai vari Legend of Grimrock, Orcs Must Die! 2, Torchlight II. Come Gamemag vogliamo dare tanto spazio a questo tipo di produzioni, cosa che non sempre viene fatta da altri siti di videogiochi. Purtroppo il sondaggio favorisce soprattutto i titoli più reclamizzati che vengono commercializzati su piattaforme differenti. Per cui, questi titoli indipendenti sembrano essere destinati a rimanere ai margini della classifica.

La Top 10 di Hardware Upgrade esiste dal 2006. Per la prima edizione fu la redazione a scegliere i migliori 10, ma poi si passò subito al sondaggio sul forum. Di seguito proponiamo l'albo d'oro dell'iniziativa, che ha visto vincitori giochi che per un motivo o per l'altro sono rimasti nella storia. Molto spesso hanno avuto la meglio i giochi di ruolo e in quasi tutte le edizioni (capita anche nel 2012!) la sfida finale è stata una gara a due tra un gioco di ruolo e uno sparatutto in prima persona. BioWare e Bethesda Game Studios sono le due software house che hanno vinto più volte la classifica, esattamente due volte ciascuno.

Anno Primo classificato (sviluppatore) % Secondo classificato (sviluppatore) Terzo classificato (sviluppatore)
2006 Gears of War (Epic) - The Legend of Zelda Twilight Princess (Nintendo) The Elder Scrolls IV Oblivion (Bethesda)
2007 Call of Duty 4 Modern Warfare (Infinity Ward) 26% Crysis (Crytek) BioShock (Irrational Games)
2008 Fallout 3 (Bethesda) 18% Grand Theft Auto IV (Rockstar North) Call of Duty World at War (Treyarch)
2009 Dragon Age Origins (BioWare) 21% Call of Duty Modern Warfare 2 (Infinity Ward) Batman Arkham Asylum (Rocksteady Studios)
2010 Mass Effect 2 (BioWare) 21% Battlefield Bad Company 2 (DICE) Starcraft II Wings of Liberty (Blizzard)
2011 The Elder Scrolls V Skyrim (Bethesda) 26% Battlefield 3 (DICE) Portal 2 (Valve)

Ringrazio i moderatori della sezione giochi del forum di Hardware Upgrade cerbert, Ziosilvio, yamaz, Lins, Yngwie74.


23.15 | 0 komentar | Read More

Chromium

scheda aggiornata 3 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 4 votazioni

Chromium è un browser web open source che punta a fornire uno strumento di accesso al web che sia più sicuro, stabile e veloce, basato sull'engine di Google Chrome. Mentre Google Chrome viene ufficialmente aggiornato una o due volte al mese, Chromium viene solitamente aggiornato diverse volte al giorno per rendere disponibili tutte le nuove funzionalità e gli ultimi fix disponibili.


23.15 | 0 komentar | Read More

Apple e il fantomatico iWatch, un progetto per un team di 100 persone

Da qualche giorno circolano sempre più insistentemente indiscrezioni legate al possibile avanzamento di un nuovo progetto Apple, per altro già supposto in passato, che potrebbe però vedere la luce già durante l'anno in corso. Si tratta del fantomatico "iWatch", una sorta di orologio evoluto con funzionalità di computazione più o meno avanzate che andrebbe a collocarsi nel panorama dei dispositivi iOS.

A corroborare le voci arriva un report di Bloomberg che, citando fonti a conoscenza dell'argomento, afferma che alle spalle dello smartwatch di Apple vi sia un team di sviluppo di almeno 100 persone, incluse figure competenti nel mondo hardware e software e nell'area del marketing che in precedenza hanno lavorato su iPhone ed iPad.

Secondo Bloomberg sarebbero parte del team di sviluppo anche James Foster, senior director of Engineering e Achim Pantfoerder, che ha ricoperto la carica di Program Manager nel team di iPhone, a dimostrazione di come il progetto sia instradato su un percorso che ha superato la fase sperimentale e punta alla produzione commerciale.

Le prime voci di corridoio sull'"iWatch" di Apple sono circolate la scorsa settimana ad opera del New York Times, il quale ha affermato che la Mela sta lavorando ad un orologio da polso con display e vetro ricurvo, in grado di circondare il polso, equipaggiato con iOS e capace di supportare funzionalità di telecomunicazione.

Parallelamente anche Bruce Tognazzini, consulente tecnologico ed in passato progettista Apple responsabile della realizzazione della prima interfaccia utente del sistema Apple II, ha sottolineato sul proprio blog come il rilascio di un "iWatch" sia abbastanza probabile, andando a colmare una lacuna nell'ecosistema iOS.

"iWatch potrebbe facilitare e coordinare non solo le attività di tutti i computer e i dispositivi che usiamo, ma anche per una vasta gamma di futuri dispositivi. Come altri prodotti Apple, il suo valore sarà sottostimato al momento del lancio, quindi crescerà con un profondo impatto sulle nostre vite e sulle fortune di Apple".


23.15 | 0 komentar | Read More

Voigtländer: Nokton 50mm f/1.5 Asph nuova versione della storica ottica

Voigtländer: Nokton 50mm f/1.5 Asph nuova versione della storica ottica

"Voigtländer mette sul piatto una nuova versione della sua storica ottica degli anni '50 Nokton 50mm f/1.5 Asph"

Come abbiamo detto il CP+ di Yokohama è stata una fiera molto interessante soprattutto sul fronte degli obiettivi: accanto a diverse proposte autofocus sono state molte anche le soluzioni a fuoco manuale messe in mostra dai produttori di terze parti. In particolare sono le mirrorless le maggiori beneficiarie delle novità messe in mostra.

Novità anche per l'antesignana delle mirrorless, Leica M. La celeberrima fotocamera a telemetro, diffusa ormai sia in versione analogica a pellicola sia in versione digitale, ha visto infatto lo storico produttore Voigtländer mettere sul piatto un nuovo Nokton 50mm f/1.5 Asph con innesto L39. Costruito in solido metallo il nuovo obiettivo ricalca in diversi particolari la storica ottica degli anni '50, che torna ora in voga con il rinnovato interesse verso il mondo Leica e delle macchine fotografiche in grado di portare in digitale le ottiche del sistema: in questa direzione hanno lavorato molti produttori per creare adattatori per i più diffusi corpi mirrorless.

L'ottica storica vede prezzi su eBay che si avvicinano ai 4000 euro. Al momento non è noto quale sarà il posizionamento di prezzo dell'obiettivo nella nuova versione, in arrivo per l'estate, ma è ipotizzabile che il produttore voglia posizionarlo laddove già stava e quindi più in alto dei Nokton dedicati alle mirrorless Micro Quattro Terzi, come il Nokton 42,5mm da poco presentato.

{{#each linkList}} {{/each}}
]]>

23.14 | 0 komentar | Read More

Guida: come installare le applicazioni Android su Windows 8 con BlueStacks

Al giorno d'oggi, senza ombra di dubbio, uno dei ruoli maggiormente importanti nella determinazione del successo di un sistema operativo, specialmente se destinato anche o solo a soluzioni mobile, è giocato dalla ricchezza del marketplace dello stesso che si misura nel numero di applicazioni che lo store è in grado di offrire all'utente.

Proprio per questo motivo una delle maggiori critiche mosse nei confronti di Microsoft a seguito del lancio del proprio Windows 8, destinato oltre che a soluzioni desktop anche ai tablet, è sicuramente quella che riguarda l'ancora esiguo numero di applicazioni ottimizzate per lo stesso OS attualmente presenti nello store della piattaforma Microsoft. Una carenza che non può non influenzare il pubblico nella scelta di un prodotto, specie se appartenente alla categoria dei tablet.

Sembra strano a dirsi ma può essere che la soluzione a questo problema giunga in qualche modo dalla concorrenza. BlueStacks, una compagnia di sviluppo software con quartier generale in Sylicon Valley, ha infatti da tempo realizzato un vero e proprio App Player in grado di far funzionare centinaia di applicazioni conenute nel Play Store di Android su piattaforme differenti come lo stesso Windows e Mac OSX.

Da poche ore inoltre è stata resa ufficialmente disponibile una nuova versione dell'App Player, specificatamente sviluppata per Windows 8 e, in particolare, per le soluzini Surface Pro di Microsoft.

Nel video che riportiamo di seguito mostriamo come è possibile installare e far funzionare il software BlueStacks su un PC Windows 8 dotato di display touchscreen, l'ambiente ideale, insieme ai tablet Windows 8, per sfruttare al meglio un applicativo di questo tipo. Buon divertimento!


23.14 | 0 komentar | Read More

Apple, taglio di prezzi su MacBook Pro, Retina e MacBook Air

Apple ha da poco comunicato una mossa abbastanza inusuale nelle sue strategie commerciali: molti modelli della serie MacBook Pro e MacBook Pro Retina vanno infatti incontro ad un taglio di prezzi, oltre ad un piccolo aggiornamento hardware sul fronte dei processori.

Si parte da MacBook Pro Retina da 13 pollici, il cui modello di ingresso (invariato l'hardware: Core i5 dual-core da 2,3GHz, 8GB di memoria RAM Intel HD Graphics 4000 e SSD da 128GB) viene ora proposto al prezzo di 1529€ invece dei precedenti 1779€. Per il modello di fascia superiore, che vede ora l'introduzione di un processore Intel Core i5 dual-core da 2,6GHz, viene invece richiesto un esborso di 1729€ invece dei precedenti 2079€.

Qualche variazione anche per MacBook Pro Retina da 15 pollici, che guadagna un processore leggermente più performante (Core i7 da 2,4GHz rispetto ai 2,3GHz del modello precedente) e vede il proprio prezzo decurtato di 70 Euro, passando così a 2229 Euro invece dei 2299 Euro originari. Taglio di 100 euro invece per il modello di fascia più alta, che passa da 2929 a 2829 Euro e guadagna anch'esso un processore leggermente più performante (Core i7 da 2,7GHz rispetto ai 2,6GHz del modello precedente) ed il raddoppio della memoria RAM che passa da 8GB a 16GB.

La Mela annuncia anche un taglio per il modello di MacBook Air a 13 pollici con unità SSD da 256GB, che viene offerto ad un prezzo di 1429€ rispetto ai precedenti 1579€.

Seppur non esplicitamente annunciati nel comunicato ufficiale, da una rapida analisi sull'Apple Store si evince che anche gli altri modelli di MacBook Pro sono andati incontro ad una piccola decurtazione di prezzo: i due modelli di MacBook Pro "non-retina" da 13 pollici vengono proposti al prezzo di 1229€ e 1529€ invece dei precedenti 1279€ e 1579€, mentre la famiglia MacBook Pro "non-retina" da 15 pollici conta ora un solo modello che passa dai 1899€ precedenti agli attuali 1829€. Anche i prezzi degli altri modelli MacBook Air ritoccati verso il basso, con una decutazione di 50€ rispetto ai prezzi precedenti: MacBook Air 11 64GB da 1079€ a 1029€, MacBook Air 11 128GB da 1179€ a 1129€ ed infine MacBook Air 13 128GB da 1279€ a 1229€.


23.14 | 0 komentar | Read More

PassMark BurnInTest Professional

Written By komlim puldel on Rabu, 06 Februari 2013 | 23.15

scheda aggiornata 4 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 0 votazioni

Utility per verificare la stabilità del sistema. Tutti i sosttosistemi del pc vengono testati e "stressati" pesantemente e contemporaneamente, ciò consente di verificare oltre alle performance generali, anche la compatibilità di tutti i componenti del sistema. I dispositivi interessati al test sono: cpu, dischi, schede audio e video, RAM, scheda di rete e stampante.


23.15 | 0 komentar | Read More

14,8 miliardi di dollari spesi in gaming negli Usa nel 2012, in calo del 9% rispetto al 2011

Una somma complessiva di 14,8 miliardi di dollari è stata spesa dai consumatori americani nel corso del 2012 in fatto di gaming, secondo gli ultimi dati di Npd. Questo dato corrisponde a un declino del 9% se raffrontato alle vendite del 2011.

Secondo il report 'Games Market Dynamics: U.S', le vendite di giochi su supporto fisico ammontano a 8,88 miliardi di dollari nel 2012, così retribuiti: 7,09 miliardi sul nuovo e 1,79 miliardi sull'usato e sui noleggi. Nell'anno precedente, invece, le vendite ammontavano a 11,25 miliardi di dollari.

Si ha invece un segnale in direzione opposta se si guarda alle vendite nel formato digitale, visto che si attestano sui 5,92 miliardi di dollari, in crescita rispetto al dato dell'anno precedente, 5,09 miliardi di dollari.

"Le forme di spesa sui contenuti al di là dei nuovi giochi su supporto fisico costituiscono ormai un mercato più grande del doppio rispetto al solo mercato dei giochi su supporto fisico", ha osservato l'analista NPD Liam Callahan. "Notiamo tendenze divergenti guardando la spesa sui contenuti nel 2012, con un decremento del 21% della spesa per i contenuti fisici. La spesa sui contenuti digitali, invece, è cresciuta dal 16%, mentre se si combinano i due formati si ha un calo del 9% complessivo".

Secondo altri dati Npd pubblicati nello scorso mese di settembre, i giocatori attivi negli Stati Uniti sono diminuiti del 5% rispetto ai 12 mesi precedenti. Npd conta 211,5 milioni di giocatori attivi negli Usa. Registra anche un cambiamento di piattaforma, visto che i giocatori su mobile hanno ormai superato coloro che usano un sistema domestico per giocare, che invece erano in superiorità nel 2011.


23.15 | 0 komentar | Read More

Google Chrome 26

scheda aggiornata 1 ora fa

Valutazione

Media Voti

         

su 0 votazioni

Google Chrome è un browser web sviluppato da Google con tecnologia WebKit e basato su una nuova Java script Virtual machine denominata V8. Una delle caratteristiche principali del prodotto è la gestione delle singole schede aperte in processi separati: in caso di crash di un singolo tab non sarà necessario riavviare l'intera applicazione


23.14 | 0 komentar | Read More

Firefox 18

HWfiles.it è un canale di Hardware Upgrade, testata giornalistica con registrazione tribunale di Varese, n. 879 del 30/07/2005. Iscrizione ROC n° 13366 - Ulteriori informazioni.

Per eventuali segnalazioni, inviare una mail all'indirizzo redazione@hwupgrade.it

© 1997 - 2013 - Hardware Upgrade S.r.l. P.iva: 02560740124


23.14 | 0 komentar | Read More

HP: "Dell dovrà percorrere una strada lunga e difficile"

Hewlett Packard si prende la libertà di esprimere un parere spontaneo e non richiesto a seguito della decisione di Dell di riacquistare tutte le proprie azioni ed uscire dalla borsa, annunciata ufficialmente nel corso della giornata di ieri, con il quale cerca di mettere i guardia i clienti della compagnia che, a suo avviso, subiranno un impatto negativo a seguito di questa operazione.

"Dell si trova davanti ad un percorso molto difficile. La compagnia dovrà affrontare un lungo periodo di incertezza e passaggio, che non si rivelerà buono per i suoi clienti. E con un significativo carico di debiti (l'operazione prevede infatti un debito di circa 15 miliardi contratto con le banche - ndr) Dell avrà una limitata capacità di investire in nuovi prodotti e servizi. Le operazioni di leveraged buyout tendono a lasciare ai margini l'innovazione e i clienti. Crediamo che i clienti di Dell siano impazienti di esplorare alternative e HP è pronta a trarre pieno vantaggio da questa opportunità" è quanto si legge nel comunicato.

Se da un lato è abbastanza scontato che il futuro prossimo riserverà per Dell numerosi cambiamenti, attualmente è difficile poter capire quale tipo di conseguenze e ricadute avrà questa decisione sui clienti della compagnia. E' comunque possibile ipotizzare che, data la maggior libertà di movimento di cui potrà godere Dell nella definizione della propria strategia, nel futuro la compagnia possa decidere per l'abbandono di alcuni prodotti o linee di prodotto in flessione, per concentrarsi su segmenti più promettenti e a più rapida crescita, scontentando qualche cliente.

Intanto proprio nel corso della giornata di ieri sono circolate alcune indiscrezioni secondo le quali il consiglio di amministrazione di HP, che nell'ultimo hanno ha comunque avuto qualche difficoltà sul mercato, avrebbe nuovamente preso in considerazione la possibilità di effettuare uno split dei propri asset per liberarsi delle divisioni aziendali che non sono di aiuto (o sono di ostacolo) al raggiungimento degli obiettivi strategici. Nel corso del 2011, fu l'allora CEO Leo Apotheker ad intraprendere la decisione di sbarazzarsi dell'asset relativo al business dei personal computer, decisione che costò ad Apotheker la poltrona e che fu poi ritrattata dalla sua succeditrice Meg Withman la quale ritenne l'unità della compagnia fondamentale negli interessi di azionisti e clienti. Dalle informazioni disponibili il consiglio di amministrazione ha solo discusso della possibilità, senza istituire alcun comitato speciale che valutasse pro e contro nel dettaglio.


23.14 | 0 komentar | Read More

Acer Aspire S7-191: Ultrabook da 11,6 pollici

E ben evidente come nel corso degli ultimi 2 anni la taiwanese Acer abbia percorso un cammino di evoluzione dei propri prodotti che ne ha in parte cambiato l'anima interna. Un tempo parlare di notebook Acer voleva dire analizzare soluzioni destinate alla fascia entry level, PC portatili di dimensioni non ridotte con ampio uso di plastica, spessore non contenuto e qualità costruttiva complessivamente non percepita come elevata.

Nella gamma di prodotti dell'azienda taiwanese erano presenti anche delle eccezioni, con modelli di fascia alta destinati all'utenza consumer e professionale dotati di valide soluzioni tecniche ma non sino al punto da poter primeggiare rispetto a quanto offerto dai concorrenti.

Acer ha avuto grande successo nel settore dei netbook e dei notebook dal costo più contenuto, raggiungendo elevati volumi di vendita complessivi ma non margini adeguati. Da questo una difficile situazione finanziaria che è culminata, poco meno di 2 anni fa, con l'uscita di scena del precedente CEO Gianfranco Lanci in rotta con il consiglio di amministrazione dell'azienda.

A seguito di queste vicende Acer ha operato una ristrutturazione interna, che la sta portando ad uno scenario economico ben più sostenibile e a una posizione tra i 3 principali produttori di PC al mondo. Nel frattempo il mercato dei netbook è definitivamente scomparso, complice l'attenzione dei consumatori verso tablet e smartphone e la definitiva presa di consapevolezza che un netbook non sia, e non possa essere quindi equiparato a, un notebook.

La direzione futura di Acer è quindi legata allo sviluppo di soluzioni notebook di fascia entry level, per le quali la domanda da parte dei consumatori continua ad essere interessante anche a dispetto del successo dei tablet, senza per questo dimenticare che le proposte di fascia più alta rappresentano una importante opportunità commerciale.

A chiudere il quadro anche le soluzioni tablet, destinate nell'ottica dell'azienda taiwanese al segmento di fascia più bassa del mercato: un esempio diretto è il tablet Iconia B1 presentato al CES di Las Vegas a inizio Gennaio 2013, tablet con display da 7 pollici di diagonale basato su sistema operativo Google Android e proposto a un listino inferiore a 130,00€ IVA inclusa

notebook_apertura.jpg (23923 bytes)

Oggetto dell'analisi di queste pagine è l'Ultrabook Acer Aspire S7-191, modello con display da 11,6 pollici di diagonale e risoluzione full HD sviluppato nell'ottica di mettere a disposizione del professionista e dell'utente appassionato un prodotto che sia estremamente trasportabile ma che allo stesso tempo non abbia limitazioni in termini di prestazioni velocistiche. La piattaforma utilizzata è quella Intel Core i7-3517U, CPU che troviamo abbinata anche ad altre proposte Ultrabook in commercio, mentre il prezzo di listino sul mercato è indicativamente pari a 1.300,00€ IVA inclusa nella versione qui analizzata. Acer propone un secondo modello di Ultrabook della famiglia S7, caratterizzato dalla sigla S7-391, che della proposta di queste pagine riprende gli elementi tecnici alla base abbinandovi un display sempre full HD con diagonale di 13,3 pollici.


23.14 | 0 komentar | Read More

IBM, nuovi server a basso costo per Cloud e Big Data

Nel corso della giornata di ieri IBM ha annunciato alcune novità destinate al mondo server con l'offerta di soluzioni a basso prezzo e di facile configurazione destinate alle realtà piccole e medie (SMB - small/medium business), cercando di competere con le altre realtà che già operano nel campo, come ad esempio HP ed Oracle. I sistemi mission critical stanno conoscendo un declino in questo periodo, perdendo quote di mercato a favore dei server equipaggiati con processori ordinari, come le soluzioni Opteron e Xeon di AMD e Intel.

L'azienda di Armonk ha lanciato otto nuovi server per quattro linee di prodotto, Power Express 710, 720, 720 e 740, equipaggiati con processori Power 7+, partendo con un modello entry-level al costo di circa 6000 dollari, accanto alle nuove soluzioni PureSystems per le attività riguardanti i Big Data ed il cloud storage.

Rod Adkins, Senior Vice President System & Technology Group per IBM, ha commentato: "I Big Data e i sistemi cloud che una volta erano accessibili solamente alle grandi aziende, sono ora disponibili per le masse. Con questi nuovi sistemi IBM sta realizzando una espansione aggressiva del suo business Power and Storage Systems verso il settore SMB e i mercati in crescita".

Secondo quanto afferma IBM i nuovi sistemi sono anche semplici da allestire rispetto alle soluzioni x86 di pari costo e non richiedono competenze specializzate, dando così modo di avvicinarsi al cloud e ai Big Data a tutte quelle realtà SMB che hanno avuto fino ad ora difficoltà ad adottare questo tipo di soluzioni per l'incapacità di gestione delle stesse.

IBM sottolinea che i processori della famiglia Power sono meglio adatti per Big Data ed il cloud rispetto alle soluzioni x86 grazie alla memoria integrata e alle tecnologie di virtualizzazione presenti nel processore. Rispetto ai predecessori, i nuovi Power 7+ offrono un quantitativo di memoria cache 2,5 volte superiore e fino al 20% di incremento nelle frequenze operative.


23.14 | 0 komentar | Read More
techieblogger.com Techie Blogger Techie Blogger