Diberdayakan oleh Blogger.

Popular Posts Today

Steam Machine di Alienware non potenziabile dagli utenti

Written By komlim puldel on Rabu, 22 Januari 2014 | 23.15

"Il ciclo vitale delle console dura cinque, sei o sette anni, mentre noi rilasceremo una Steam Machine all'anno", ha detto Frank Azor, GM di Alienware, a TrustedReviews. Rivela, inoltre, che gli utenti non potranno mettere le mani all'interno del sistema e sostituirne le componenti.

Steam Machine

Si fa così luce sull'approccio di Alienware con la sua Steam Machine e si evince come si tratti di un sistema molto più simile a una console che a un PC liberamente potenziabile.

"Non sarà possibile potenziare il sistema", sono le parole usate da Azor. "La piattaforma continuerà ad evolversi man mano che i giochi diventeranno più esigenti nel consumo di risorse di sistema".

Solitamente Alienware consente agli utenti di personalizzare la configurazione dei sistemi che acquistano, e non apporterà modifiche a questa strategia neanche nel caso della Steam Machine: "Nel momento in cui la acquistano, gli utenti possono scegliere tra diverse opzioni di configurazione. Possono decidere, ad esempio, di avere una CPU più veloce o di montare più RAM, e altro ancora".

Azor suggerisce a coloro che amano aggiornare la propria configurazione hardware di considerare piuttosto l'acquisto di un PC tradizionale, anche perché SteamOS è liberamente installabile gratuitamente su ogni sistema. "Se ti piace fare cose come cambiare la scheda video o la CPU, sarebbe meglio se comprassi un Alienware X51", ha detto.

Come precedentemente annunciato, la prima Steam Machine di Alienware raggiungerà i negozi a settembre. Alienware è uno dei 14 partner di Valve per le Steam Machine. Nei giorni scorsi Futuremark ha pubblicato i primi benchmark delle Steam Machine.


23.15 | 0 komentar | Read More

Fusion potrebbe essere il nome delle nuove console Nintendo. Primi rumor sulle specifiche

Nintendo starebbe lavorando per sostituire la sua problematica console Wii U con un nuovo sistema con il termine Fusion nel nome, secondo una fonte che ha riferito a Nintendo News. Fusion, inoltre, sarebbe un brand allargato, che coinvolgerebbe anche i sistemi portatili. Si potrebbe, quindi, pensare che Nintendo stia valutando l'opportunità di creare un ecosistema unico, che accolga al suo interno sia la parte mobile che quella domenstica.

Sembrerebbe, insomma, che Nintendo abbia reagito in maniera veemente alle difficoltà economiche palesate negli ultimi giorni con le nuove stime sull'andamento dell'anno commerciale in corso. Nintendo non vuole perdere posizioni rispetto a Microsoft e Sony, e punterebbe così a riconquistare le quote di mercato che gli altri competitor, con le console next-gen, le stanno sottraendo.

Secondo la fonte di Nintendo News, i nuovi sistemi avrebbero i nomi Fusion DS e Fusion Terminal. La console portatile disporrebbe di una CPU ARM e una GPU Adreno 420 personalizzata. Non è noto il produttore della CPU, mentre della GPU se ne occuperebbe AMD. Inoltre, questa ipotetica console portatile conterebbe su 3 GB di memoria di sistema, dei quali 2 utilizzabili dai giochi.

Terminal, invece, sarebbe la console domestica dotata di GPU AMD Radeon HD RX 200 personalizzata e di CPU IBM Power con architettura a 64bit e 8 core. Si tratterebbe di un consistente miglioramento rispetto ai sistemi attuali, con la parte domestica allineata in prestazioni a PS4 e Xbox One. Tuttavia, bisognerebbe conoscere le tempistiche per giudicare la bontà della strategia Nintendo: con un rilascio immediato si potrebbe competere con i sistemi già sul mercato, ma se la famiglia di console Fusion raggiungesse i negozi tra molto tempo, i rivali potrebbero nuovamente distaccarla come già successo con Wii U.

Queste specifiche presentano, però, alcune contraddizioni. Le GPU Adreno, ad esempio, sono state sviluppate da Qualcomm e si trovano all'interno di alcuni SoC della famiglia Qualcomm Snapdragon. Non c'è, quindi, nessun legame con AMD come si può invece leggere nelle specifiche non ufficiali. Inoltre, su architettura ARM non è possibile eseguire codice scritto nativamente per l'architettura IBM PowerPC utilizzata da Nintendo nelle attuali console. Perché Nintendo dovrebbe rinunciare alla retrocompabilità con i suoi vecchi titoli e cambiare completamente architettura hardware?

Nintendo of America acquistò effettivamente il dominio nintendofusion.com nel 2003, ma bisognerà attendere comunque qualche giorno per appurare se questi rumor sono, perlomeno in parte, veritieri. Nintendo, per il momento, si limita a dire che non commenta rumor o speculazioni. Di seguito le specifiche complete, così come le riporta Nintendo News.

 Fusion DS

  • CPU: ARMv8-A Cortex-A53 GPU: Custom Adreno 420-based AMD GPU
  • COM MEMORY: 3 GB LPDDR3 (2 GB Games, 1 GB OS)
  • 2 130 mm DVGA (960 x 640) Capacitive Touchscreen
  • Slide Out Design with Custom Swivel Tilt Hinge
  • Upper Screen made of Gorilla Glass, Comes with Magnetic Cover
  • Low End Vibration for Gameplay and App Alerts
  • 2 Motorized Circle Pads for Haptic Feedback
  • Thumbprint Security Scanner with Pulse Sensing Feedback
  • 2 1mp Stereoptic Cameras
  • Multi-Array Microphone
  • A, B, X, Y, D-Pad, L, R, 1, 2 Buttons
  • 3 Axis Tuning Fork Gyroscope, 3 Axis Accelerometer, Magnetometer
  • NFC Reader
  • 3G Chip with GPS Location
  • Bluetooth v4.0 BLE Command Node used to Interface with Bluetooth Devices such as Cell Phones, Tablets
  • 16 Gigabytes of Internal Flash Storage (Possible Future Unit With 32 Gigabytes)
  • Nintendo 3DS Cart Slot
  • SDHC "Holographic Enhanced" Card Slot up to 128 Gigabyte Limit
  • Mini USB I/O
  • 3300 mAh Li-Ion battery
Fusion Terminal
  • GPGPU: Custom Radeon HD RX 200 GPU CODENAME LADY (2816 shaders @ 960 MHz, 4.60 TFLOP/s, Fillrates: 60.6 Gpixel/s, 170 Gtexel/s)
  • CPU: IBM 64-Bit Custom POWER 8-Based IBM 8-Core Processor CODENAME JUMPMAN (2.2 GHz, Shared 6 MB L4 cache)
  • Co-CPU: IBM PowerPC 750-based 1.24 GHz Tri-Core Co-Processor CODENAME HAMMER
  • MEMORY: 4 Gigabytes of Unified DDR4 SDRAM CODENAMED KONG, 2 GB DDR3 RAM @ 1600 MHz (12.8 GB/s) On Die CODENAMED BARREL
  • 802.11 b/g/n Wireless
  • Bluetooth v4.0 BLE
  • 2 USB 3.0
  • 1 Coaxial Cable Input
  • 1 CableCARD Slot
  • 4 Custom Stream-Interface Nodes up to 4 Wii U GamePads
  • Versions with Disk Drive play Wii U Optical Disk (4 Layers Maximum), FUSION Holographic Versatile Disc (HVD) and Nintendo 3DS Card Slot
  • 1 HDMI 2.0 1080p/4K Port
  • Dolby TrueHD 5.1 or 7.1 Surround Sound
  • Inductive Charging Surface for up to 4 FUSION DS or IC-Wii Remote Plus Controllers
  • Two versions: Disk Slot Version with 60 Gigs of Internal Flash Storage and Diskless Version with 300 Gigs of Internal Flash Storage

23.15 | 0 komentar | Read More

Las Vegas verso i Bitcoin: per ora solo per hotel e ristoranti

Due casinò di Las Vegas, The D e Golden Gate, hanno annunciato che i clienti saranno liberi di utilizzare i Bitcoin come mezzo di pagamento per il soggiorno presso i rispettivi hotel. Il The D, inoltre, ha deciso di accettare la valuta virtuale anche presso i ristoranti e i negozi.

Sebbene la possibilità di utilizzare Bitcoin non sia stata estesa anche al gioco d'azzardo, si tratta dei primi due casinò di Las Vegas che scelgono di accettare la criptovaluta tra le opzioni di pagamento. Derek Stevens, co-proprietario dei due casinò, ha dichiarato: "Per noi è piuttosto interessante osservare quale tipo di impatto avrà tutto ciò".

Oltre alla popolarità tra il pubblico più ampio, i Bitcoin stanno andando incontro ad una progressiva accettazione (per lo più sul territorio statunitense) da parte dei commercianti che gestiscono store online e anche negozi tradizionali. Una recente ricerca condotta dalla Bank of America mostra come i Bitcoin potrebbero presto diventare un concorrente di rilievo per i vari servizi di transazioni monetarie online.

Ricordiamo che all'inizio del mese di gennaio anche Zynga ha deciso di accettare Bitcoin per il pagamento di alcuni giochi online mentre la squadra di basket professionistico Sacramento Kings accettano la valuta virtuale per l'acquisto degli articoli di merchandising e per il pagamento dei biglietti delle partite. Qualche giorno fa anche eBay ha annunciato che presto permetterà la vendita di Bitcoin all'interno di una nuova sezione denominata "Virtual Currency" nei siti US e UK.


23.14 | 0 komentar | Read More

Blu-ray Disc Association al lavoro per supportare video UHD/4K

La Blu-Ray Disc Association, l'organizzazione responsabile per la standardizzazione delle tecnologie BD, ha confermato qualche settimana fa di essere al lavoro su una nuova specifica della tecnologia Blu-ray che supporti contenuti video ultra-high-definition. Le nuove specifiche introdurranno, oltre al video 4K, anche altre innovazioni. Una data indicativa sulla finalizzazione delle specifiche è attualmente ignota.

Con il proposito di aiutare la diffusione e la distribuzione dei contenuti UHD, Samsung ha proposto qualche settimana fa l'impiego di supporti Blu-ray più avanzati in grado di rispondere allo standard BDXL che, offrendo supporti a 3 o 4 strati da 100GB o 128GB permette di superare la limitazione dei 50GB dei Blu-ray a doppio strato.

La BDA sta però già lavorando ad un nuovo standard per i contenuti UHD/4K, così come spiega Andy Parsons, presidente della Blu-ray Disc Association: "La BDA ha recentemente approvato l'aggiunta di 4K/UHD alle specifiche Blu-ray e ci stiamo muovendo piuttosto velocemente per portare queste cose nel concreto. E' troppo presto per poter dare qualche dettaglio, dal momento che tutto deve ancora essere affrontato dai vari gruppi tecnici della BDA, ma siamo contenti di avere una decisione a portata di mano e non vediamo l'ora di condividere maggiori informazioni una volta che il processo sarà giunto a compimento".

Con la definizione delle nuove specifiche la BDA vuole essere certa di incontrare le aspettative dei consumatori in termini di prestazioni e qualità. Oltre al supporto per i flussi video in risoluzione da 3840x2160 pixel le specifiche si occuperanno anche di HDR, bit depth, color gamut, protezione dei contenuti e supporto alla fruizione dei contenuti su dispositivi mobile tramite streaming.

Le maggiori modalità di distribuzione dei contenuti UHD sono ovviamente ben auspicate dal mondo dell'elettronica di consumo, dal momento che una più ampia scelta e disponibilità di contenuti potrà fungere da catalizzatore alle vendite dei nuovi televisori 4K.


23.14 | 0 komentar | Read More

Mossa a sorpresa di HP: tornano i PC con Windows 7

Il mercato dei PC non è forte come qualche anno fa, ed è una cosa nota. Sono diversi i fattori che hanno contribuito a rallentare un mercato che sembrava inarrestabile, e cercheremo di riassumerli in maniera concisa per avere un quadro della situazione sufficientemente chiaro. Il primo motivo è sicuramente un contesto di crisi internazionale più o meno sentito a seconda delle aree geografiche, ma comunque sentito soprattutto in Occidente.

In un clima di incertezza e difficoltà economica appare del tutto condivisibile la posizione di chi decide di tenersi il proprio PC, pur con qualche anno alle spalle, rinunciando all'acquisto di un modello più aggiornato. Il vecchio PC fa comunque quel che deve, e una grandissima percentuale di utenti sembra adattarsi senza troppa fatica a una situazione di questo tipo. Il secondo attacco al mondo PC giunge come onda lunga della "rivoluzione touch", iniziata con la diffusione degli smartphone e introducendo un nuovo modo di interfacciarsi alla tecnologia sfruttando il tocco sullo schermo come principale mezzo di interazione uomo-macchina.

La diffusione dei tablet è stata una conseguenza diretta di questo nuovo modo di interagire con il mezzo tecnologico: molte persone, che già possiedono un PC e che si trovano nella possibilità di spendere qualche soldo per un nuovo prodotto, hanno preferito orientarsi su un dispositivo di questo tipo piuttosto che aggiornare il vecchio PC. Moda, curiosità, voglia di novità, necessità... sono molteplici i motivi che possono spingere all'acquisto di un tablet al posto di un PC, ma i fatti parlano chiaro: tablet e smartphone sono indiscutibilmente i prodotti più desiderati.

I grandi produttori di PC, nell'autunno del 2012, sperarono in un "effetto volano" costituito dalla presentazione di Windows 8 da parte di Microsoft, che avrebbe dovuto rappresentare un ulteriore incentivo a cambiare il vecchio PC sotto il periodo natalizio, sfruttando appunto l'occasione di portarsi a casa un PC nuovo sotto tutti i punti di vista, sistema operativo compreso. L'accoglienza da parte del pubblico però è stata tiepida, facendo registrare dati di vendita al di sotto delle aspettative. Col passare del tempo le cose non sono cambiate di molto: Windows 8 non ha scaldato gli animi degli utenti nella misura in cui buona parte dell'industria si aspettava.

Nel 2013 è stato fatto qualcosa di simile: in data 17 ottobre è stato presentato l'aggiornamento gratuito a Windows 8.1, apportando migliorie ai normali problemi di gioventù che affliggono qualsiasi sistema operativo all'esordio, oltre ad alcune correzioni sostanziali conseguenti alle proteste degli utenti. Eppure, anche in questo caso, la diffusione di Windows 8/8.1 è cresciuta di poco, e soprattutto meno rispetto alle vendite di PC. Un dato strano e controverso, considerando che chi acquista un PC in negozio che non sia di Apple, si trova di fabbrica Windows 8/8.1 installato. Cerchiamo di vederci chiaro.


23.14 | 0 komentar | Read More

HTC One: aggiornamento ad Android 4.4.2 KitKat disponibile in Europa

È finalmente disponibile Android 4.4.2 KitKat per HTC One anche in Europa. Il roll-out degli aggiornamenti inizia dall'operatore telefonico francese SFR, per tutti i dispositivi venduti con il brand, e potrebbe essere rilasciato in tempistiche brevi anche per i restanti stati europei.

HTC One, blu

KitKat è già disponibile da novembre sugli HTC One Google Play Edition, ed in seguito è stato rilasciato anche per la Developer Edition e per i dispositivi americani non legati ad alcun carrier. Fino ad oggi mancava una qualsiasi forma di aggiornamento ufficiale per il top di gamma taiwanese in Europa.

Ricordiamo brevemente le caratteristiche tecniche di HTC One, vincitore della nostra analisi dei dieci migliori smartphone del 2013. Lo smartphone è realizzato in alluminio, con una scocca unibody che incornicia un display da 4,7" Full HD, fra i più definiti della scorsa generazione. HTC One fa uso di processore Qualcomm Snapdragon 600 da 1,7GHz e 2GB di RAM ed è venduto in versione da 16 e 32GB di storage integrato. La batteria è da 2.300mAh, mentre caratteristica peculiare è la presenza di due altoparlanti stereo sulla superficie frontale dello smartphone.

Nonostante non si conoscano dettagli riguardo alle date esatte entro le quali verrà perfezionato il roll-out, è lecito attendersi un imminente rilascio anche nei diversi stati europei. Fra le novità dell'aggiornamento troviamo le migliorie tipiche di KitKat, una migliore gestione della memoria di sistema e la più recente Sense 5.5. Il nuovo firmware porta migliorie anche per quanto riguarda le prestazioni generali del dispositivo.


23.14 | 0 komentar | Read More

Meglio lasciare Nikon e passare a Canon: parola di Scott Kelby

Meglio lasciare Nikon e passare a Canon: parola di Scott Kelby

"Il fotografo americano Kelby recentemente passato a Canon dopo aver utilizzato per anni attrezzature Nikon spiega in un video le ragioni della sua scelta"

"Ma quindi è meglio Canon o Nikon?" Diciamolo: questa è una delle domande che appassionati, fotoamatori evoluti e professionisti da sempre si vedono rivolgere più spesso da parte di amici e conoscenti. Tra i vari produttori di macchine fotografiche sicuramente Canon e Nikon spiccano per numero di esemplari venduti; la loro è stata (ed è ancora) una continua rincorsa per il titolo di più grande produttore del mondo (primato attualmente detenuto da Canon). La diatriba dura sostanzialmente da sempre e forse negli ultimi anni, con la grande diffusione che si è avuta delle DSLR, è divenuta ancora più agguerrita.

Scott Kelby -fotografo di fama mondiale noto soprattutto per la sua attività legata alla divulgazione delle tecniche di post produzione tramite Adobe Photoshop (ha pubblicato oltre 50 testi sul tema)- da anni fedele cliente Nikon, ha recentemente deciso di abbandonare la casa giallonera e di utilizzare attrezzature Canon.

In un video pubblicato on line Kelby spiega le ragioni del passaggio: principalmente ergonomia, sistema AF, ghiera di controllo rapido e resa dei toni degli incarnati. Voi cosa ne pensate?


Commenti (13)


23.14 | 0 komentar | Read More

LG G2, la versione internazionale riceverà Android 4.4 KitKat entro fine mese

Written By komlim puldel on Rabu, 15 Januari 2014 | 23.15

LG rilascerà l'aggiornamento ad Android 4.4 KitKat entro fine mese anche per i G2 internazionali. L'ultima versione del sistema operativo è già disponibile per il dispositivo in Corea del Sud dallo scorso dicembre e supererà i confini dello stato asiatico in poche settimane.

LG G2

Il roll-out dell'aggiornamento inizierà dall'Arabia Saudita, come riporta VR-Zone citando la pagina Twitter locale di LG, ed è prevedibile che questo si espanderà progressivamente anche in altri paesi. Il post è in seguito stato rimosso, probabilmente sotto la sollecitazione di altre divisioni della stessa società.

Quello a KitKat è per LG un aggiornamento importante, non tanto per le funzioni del sistema operativo, ma perché rappresenta un tentativo per riacquisire la fiducia nei propri utenti, spesso messa alla prova per le tempistiche non rispettate in passato. LG aveva recentemente informato che l'aggiornamento a KitKat sarebbe arrivato nei primi mesi del 2014.

Fra le novità della versione 4.4 di Android troviamo una leggera rivisitazione di alcuni elementi dell'interfaccia grafica e miglioramenti trasparenti che incrementano le performance del dispositivo in uso, con una gestione della memoria migliorata rispetto al passato.

Ricordiamo infine brevemente le interessanti specifiche tecniche di LG G2:  il SoC installato è un Qualcomm Snapdragon 800 da 2,26 GHz con 2GB di RAM, attualmente fra le soluzioni più performanti sul mercato, mentre il display è da 5.2" FullHD con cornici ridotte. Nelle nostre analisi compiute sul dispositivo, G2 ha brillato soprattutto sul fronte dell'autonomia operativa superando tutte le altre proposte presenti sul mercato, grazie alla nuova batteria SiO+ da 3000mAh.


23.15 | 0 komentar | Read More

La nuova missione di Lightning: 13 giorni per salvare Final Fantasy

La serie Final Fantasy XIII, lo sappiamo, non è particolarmente gradita dai fan storici di Final Fantasy. Ma, allo stesso tempo, offre degli innegabili spunti di interesse, come una trama complessa e frastagliata, e soprattutto uno stile visivo accattivante e sontuoso, allo stesso tempo sognante e rivelatore. Chi si è fatto trascinare dalla filosofia e dall'epicità dei precedenti capitoli di Final Fantasy XIII, come il sottoscritto, aspetterà con ansia questo terzo e conclusivo capitolo della sotto-serie. Chi ha completato Final Fantasy XIII-2, infatti, sa bene che c'è ancora molto da raccontare, e che l'epopea di Lightning è lungi dall'essere conclusa.

Un personaggio, quello di Lightning, che è perfetto e imperfetto allo stesso tempo, che è un punto di riferimento ma contemporaneamente troppo idealistico per essere raggiunto. E il suo sguardo è magnetico, propositivo, speranzoso e penetrante. Cela un sogno a cui l'umanità tutta dovrebbe tendere.

Lightning Returns Final Fantasy XIII offre delle significative novità nella struttura di gioco, perché da una parte è frutto, ancora una volta, di esigenze di semplificazione, dall'altra vuole andare in qualche modo incontro alle richieste dai fan. Ma la serie si è trasformata in maniera netta rispetto agli esordi, visto che il primo Final Fantasy XIII, che era costato a Square Enix anni e anni di lavoro e aveva richiesto lo sviluppo di una tecnologia all'avanguardia, White Engine, era un gioco che puntava principalmente sulla storia, lasciando pochissimo spazio decisionale al giocatore.

Non c'era più tutta la parte di esplorazione tipica dei Final Fantasy, e non si poteva interagire con personaggi non giocanti. Il giocatore poteva influire solamente sui combattimenti e sulla personalizzazione dei sei protagonisti, che potevano appartenere a classi ed essere potenziati nel corso dell'avventura. Per il resto si seguiva una storia affascinante e piena di contenuti spiazzanti e memorabili, principalmente, e lo ripeto ancora una volta, per una qualità visiva senza precedenti nel mondo dei videogiochi.

Ma il gioco ricevette molte critiche, soprattutto dai fan storici che non potevano accettare che il team di sviluppo avesse trascurato in maniera così netta la componente di libertà decisionale del giocatore. Final Fantasy XIII-2, quindi, mantiene la verve artistica del suo predecessore, ma è diverso in termini di gameplay, perché Square Enix ripristinava tutta la parte di esplorazione libera, le missioni facoltative e la capacità di interagire con i tanti personaggi non giocanti che popolavano i villaggi. Lightning, inoltre, non era più la protagonista, visto che le subentravano al sorella Serah, e Noel, e il ritmo della narrazione risultava diverso, con una struttura a incastri particolarmente elaborata che si sposava con la trama frastagliata costruita intorno a una bussola spaziotemporale.

L'episodio conclusivo della serie, da una parte, quindi, è un'ulteriore semplificazione: non c'è più il party nei combattimenti, l'inventario è ridotto a sei oggetti e il sistema di combattimento a turni risulta grandemente modificato. Square Enix vuole lasciar da parte le complessità ruolistiche tipiche di Final Fantasy, che non vengono più bene accolte dal pubblico più giovane, e dedicarsi principalmente alla storia, con un approccio il più possibile immediato. Ma dall'altra parte accoglie alcune delle critiche che le erano state fatte, e ripristina un livello di libertà per l'esplorazione molto ampio, al punto da definire questo Lightning Returns come world-driven. Il giocatore, infatti, sarà in grado di esplorare mappe molto grandi e anche di tornare indietro sui propri passi, qualora qualcosa fosse andato storto.


23.15 | 0 komentar | Read More

PiPad, il tablet fai-da-te basato su Raspberry Pi in legno e fibra di carbonio

PiPad è il nome che Michael Castor ha dato alla sua ultima creazione: un tablet in legno multistrato e fibra di carbonio in grado di funzionare in ambiente Linux, grazie alla piattaforma Raspberry Pi integrata sotto la scocca assieme ad una batteria da 10.000mAh e un display da 10,1 pollici.

PiPad

"Quasi ogni giorno un produttore annuncia un nuovo tablet più sottile, leggero e veloce, ma sembra che tutti facciano più o meno la stessa cosa", scrive Castor su Makezine. "Quando ho deciso di costruire il mio tablet Raspberry Pi volevo qualcosa di diverso. Volevo un sistema all-in-one facile da usare, portatile e basato su Linux".

Fra le caratteristiche del dispositivo, inoltre, Castor ricercava un design curato ed in grado di passare inosservato ai controlli aeroportuali statunitensi. La cornice di PiPad è realizzata in legno multistrato di betulla da 12mm, mentre la scocca posteriore in fibra di carbonio. La voluminosa batteria integrata Anker Astro3E da 10.000 mAh consente inoltre un'autonomia di circa sei ore operative.

PiPad

L'intero progetto ha un costo complessivo di circa 350$, assieme alla tastiera Bluetooth Adesso, ed è realizzabile da qualsiasi utente con un minimo di abilità nel fai-da-te. Lo stesso Castor ha pubblicato una guida che spiega come realizzare il prodotto, assieme a tutta la componentistica necessaria da integrare per il suo corretto funzionamento.

"Avrei potuto comprare un iPad o un tablet Android a quella cifra, o anche a meno, ma che divertimento ci sarebbe stato?", dichiara infine Castor a TheRegister. Il modello realizzato è stato in seguito autografato da Eben Upton di Raspberry Pi.

PiPadPiPad

Tutte le foto del progetto possono essere trovate su Flickr, in questa pagina.


23.15 | 0 komentar | Read More

HyperSnap

scheda aggiornata 4 ore fa

Utility che permette di realizzare screenshot da qualsiasi applicazione: desktop, giochi, player DVD ecc.
Le funzioni di cattura permettono di salvare immagini sia dalle più comuni applicazioni in finestra sia durante l'utilizzo di librerie DirectX/Direct3D, OpenGL e Glide, le modalità, interfacce di programmazione, tipiche dei videogiochi.

Nell'ultima release sono stati implementati nuovi strumenti di manipolazione per evolute funzionalità di: "cattura, modifica e note di commento" alle immagini. Cattura di immagini da modalità/librerie grafiche dedicate come DirectX™ e Glide™ nei videogiochi, overlay e molto altro per DVD e riproduttori video.


23.15 | 0 komentar | Read More

Google Chrome 33

scheda aggiornata 3 ore fa

Google Chrome è un browser web sviluppato da Google con tecnologia WebKit e basato su una nuova Java script Virtual machine denominata V8. Una delle caratteristiche principali del prodotto è la gestione delle singole schede aperte in processi separati: in caso di crash di un singolo tab non sarà necessario riavviare l'intera applicazione


23.15 | 0 komentar | Read More

Riprende con GoPro incidente aereo e scatta un selfie mentre l'aereo affonda

Riprende con GoPro incidente aereo e scatta un selfie mentre l'aereo affonda

"Uno degli autoritratti che resterà nella storia del 2014: Ferdinand Puentes si riprende mentre alle sue spalle l'aereo appena ammarato affonda. Incredibile anche la sequenza video dell'atterraggio di fortuna"

Le action camera sono studiate per accompagnare gli sportivi durante le loro imprese, anche le più ardite, ma, per le loro caratteristiche di resistenza a urti e immersioni nell'acqua, risultano capaci di continuare a filmare anche in situazioni molto meno piacevoli. È quello che è successo durante un ammaraggio di fortuna di un piccolo aereo alle Hawaii. Ferdinand Puentes porta sempre con sé la sua GoPro e la utilizza per riprendere gli atterraggi e i decolli quando si trova su un aereo: durante la fase di avvicinamento all'aeroporto di destinazione aveva quindi la sua action cam a portata di mano.

Puentes ha ripreso i drammatici istanti del contatto con l'acqua e della fuga dall'aeromobile mentre questo cominciava ad essere invaso dall'acqua. L'incidente ha provocato diversi feriti e ucciso una persona. Anche Puentes se l'è vista brutta con il giubbotto di salvataggio che faticava a mantenerlo a galla, forse per il peso dei vestiti inzuppati. Durante la permanenza in acqua Puentes ha continuato a riprendere immagini, tra cui quella che probabilmente resterà "one of the most amazing selfies ever" e che certamente ritroveremo nella classifica delle migliori immagini del 2014 (cliccate qui se vi siete persi quella del 2013).


Commenti (3)


23.15 | 0 komentar | Read More

iPhone 6: DisplaySearch alimenta i rumor sul display Retina più grande

In base a quanto riportato da una nuova analisi di mercato di DisplaySearch, Apple potrebbe optare per un display di dimensioni sensibilmente più grandi per il prossimo smartphone top di gamma. Il report non si basa su fonti specifiche, ma cerca di capire quali saranno i trend del relativo settore per l'anno in corso.

Del resto tutti i produttori concorrenti di Apple hanno già adottato strategie simili per i propri dispositivi di punta, i cui display crescono progressivamente in definizione e dimensioni. La società di Cupertino ha invece scelto di utilizzare le stesse tecnologie della generazione precedente con iPhone 5S, ferma a 326PPI ormai dal rilascio di iPhone 4 nel 2010.

Nello specifico, DisplaySearch ha confermato quanto stabilito da alcune indiscrezioni riportate nelle ultime settimane. Anche secondo la nota società Apple potrebbe scegliere un pannello da 4,7 a 5,5" per il prossimo smartphone. Fra le caratteristiche tecniche si legge che entrambi i modelli utilizzeranno le stesse tecnologie LTPS di iPhone 5S, ma all'aumentare della diagonale aumenterà progressivamente la risoluzione massima.

iPhone 6, DisplaySearch

Il modello da 4,7" supporterà, secondo la società, una risoluzione massima di 1600x900, con una densità di pixel di 386PPI. L'ipotetica variante da 5,5", invece, adotterà la risoluzione Full HD (1920x1080), con una densità di 401 pixel per pollice. In entrambi i casi verrà mantenuto l'aspect-ratio di 16:9 dei display utilizzati ad oggi su tutta la line-up di smartphone Apple.

Si tratta di un'evoluzione rispetto alla tecnologia Retina dal punto di vista della definizione dell'immagine, tecnologia che la società aveva descritto come capace di riprodurre singoli pixel di dimensioni tali da non poter essere distinti singolarmente dall'occhio umano.

Nello studio, DisplaySearch ipotizza anche l'uso della tecnologia AMOLED per iWatch. Apple potrebbe utilizzare un supporto flessibile da 1,3 o 1,6" da 320x320 con una densità di pixel sino a 348PPI.


23.15 | 0 komentar | Read More

Zynga inizia ad accettare i pagamenti in Bitcoin

Written By komlim puldel on Rabu, 08 Januari 2014 | 23.15

Zynga sta conducendo dei test sulla valuta Bitcoin attraverso la piattaforma BitPay. Quest'ultimo è uno dei principali service provider per i Bitcoin: da adesso gestisce parte delle transazioni in giochi web selezionati di Zynga.

FarmVille 2

Chi gioca ai titoli in questione su Zynga.com può quindi pagare in Bitcoin. I giochi scelti sono FarmVille 2, CastleVille, ChefVille, CoasterVille, Hidden Chronicles, Hidden Shadows e CityVille. "In risposta alla crescita della popolarità dei Bitcoin in tutto il mondo, Zynga, con l'aiuto di BitPay, ha deciso di iniziare a svolgere dei test aggiungendo i Bitcoin alle opzioni di pagamento", annuncia Dani Dudeck, portavoce di Zynga, in una nota su Reddit.

"Zynga rimane costantemente al lavoro per migliorare l'esperienza di gioco dei suoi utenti e per integrare il loro feedback all'interno dei giochi. Non vediamo l'ora di apprendere il parere degli utenti a proposito della presenza dei Bitcoin tra le opzioni di pagamento".

La valuta virtuale valeva oltre mille dollari all'inizio dello scorso dicembre, ma, dopo la decisione della Banca Centrale della Cina di vietare a banche e istituzioni finanziarie del paese l'utilizzo di Bitcoin, la quotazione è scesa su 600 dollari circa. Recentemente anche Ouya, il produttore dell'omonima micro-console Android, ha fatto un annuncio simile a quello di Zynga, come è possibile verificare a questo indirizzo.


23.15 | 0 komentar | Read More

Corsair Graphite 760T e 730T: case con paratie interamente trasparenti e cerniere posteriori

Fra i case presentati da Corsair al CES abbiamo i due full-tower Graphite 760T e 730T. L'elemento distintivo del modello top di gamma è rappresentato dalle paratie laterali interamente finestrate (una trasparente, l'altra opaca) che permettono di vedere tutte le componenti interne del sistema, fornendo un accesso rapido alle stesse tramite il sistema d'apertura laterale con le cerniere posteriori.

Corsair Graphite 760T SeriesCorsair Graphite 760T Series

Lato superiore e telaio sono realizzati interamente in acciaio, conferendo quindi solidità alla struttura nonostante l'intera parete trasparente. Corsair Graphite 730T offre lo stesso design di 760T, senza l'uso di paratie laterali trasparenti: queste infatti sono realizzate in acciaio.

Fra le possibilità di espansione troviamo 6 alloggiamenti da 3,5"/2,5" in due scomparti per un massimo di 12 alloggiamenti, 4 alloggiamenti senza viti per unità SSD da 2,5" sui lati in modo da non ostruire i flussi d'aria, 3 alloggiamenti da 5,25" senza viti e quattro porte USB, di cui 2 USB 3.0 sul pannello frontale.

Corsair Graphite 760T Series

Su 760T è presente un controller a due posizioni per scegliere la velocità delle ventole installate, configurabile fra 12 e 7V. Nel case possono essere installate sino ad 8 ventole da 140 o 120mm, mentre in dotazione troveremo tre ventole AF140L da 140mm, due sulla parte frontale con LED e una posteriore. Il case può ospitare radiatori da 120 a 360mm.


23.15 | 0 komentar | Read More

Medio tele da ritratto anche per Fujifilm: XF56mm F1.2

Medio tele da ritratto anche per Fujifilm: XF56mm F1.2

"Fujifilm FUJINON XF56mm F1.2 R è l'ultimo arrivato nella line up degli obiettivi di fascia alta per le fotocamere serie X. Montato sulle mirrorless Fujifilm, dotate di sensore APS-C, l'obiettivo inquadra lo stesso angolo di campo di un'ottica 85mm su full frame"

Lo sviluppo della serie X di Fujifilm procede a ritmo serrato, con corpi e ottiche che vanno ad allargare la gamma delle opzioni a disposizione degli appassionati del marchio nipponico e delle sue mirrorless. Questo inizio di gennaio 2014 sembra il momento dei medio tele da ritratto e Fujifilm si accoda a Panasonic nel presentare un obiettivo con queste caratteristiche.

Fujifilm FUJINON XF56mm F1.2 R è l'ultimo arrivato nella line up degli obiettivi di fascia alta per le fotocamere serie X. Montato sulle mirrorless Fujifilm, dotate di sensore APS-C, l'obiettivo inquadra lo stesso angolo di campo di un'ottica 85mm su full frame, ricadendo quindi nei canoni di uno dei grandi classici della fotografia, grazie anche all'elevata apertura di diaframma.

Il nuovo progetto ottico dell'obiettivo, che prevede 11 elementi in 8 gruppi, comprende due elementi ED (Extra-low Dispersion), un elemento a doppia superficie asferica più quattro elementi a superficie convessa rivolti verso il soggetto, il tutto per puntare a ridurre le aberrazioni sferiche e cromatiche. Fujifilm ha lavorato sul progetto ottico in modo da mantenere la risoluzione ottimale anche quando l'obiettivo è utilizzato alla massima luminosità F/1.2.

Costruito in metallo offre la regolazione dei diaframmi sul barilotto dell'ottica ed è ottimizzato per l'uso con i corpi macchina dotati di messa a fuoco a rilevazione di fase, come ad esempio Fujifilm X-E2. FUJINON XF56mm F1.2 R sarà in vendita dal mese di marzo 2014.


Commenti


23.15 | 0 komentar | Read More

Canon presenta tre nuove videocamere della serie LEGRIA: mini X, HF R56 e HF R 506

Canon presenta tre nuove videocamere della serie LEGRIA: mini X, HF R56 e HF R 506

"Canon ha presentato due nuove videocamere pensate espressamente per le famiglie ed una che punta tutto sull'audio"

Il mercato delle videocamere di fascia consumer è decisamente calato rispetto ai decenni passati. L'avvento delle tecnologie digitali ed il continuo aumentare delle potenzialità in ambito video di svariati prodotti d'elettronica (dalle fotocamere agli smartphone) ha infatti ridotto le vendite di questo segmento. Segmento tuttavia ancora presente sul mercato e che cerca costantemente di evolversi.

Le videocamere LEGRIA HF R56 e LEGRIA HF R506, pensate esplicitamente per la famiglia (dispongono anche della modalità Bambino, pensata per permettere ai  genitori di registrare i profili di massimo tre figli, per realizzare video-album personalizzati che documentino la loro crescita), dispongono entrambe di uno zoom ottico 32x,  di un processore Canon DIGIC DV4 e di un sensore Canon CMOS Full HD da 3,2 megapixel. LEGRIA HF R56 è inoltre dotata della modalità Wi-Fi con monitoraggio remoto (consentendo di monitorare e controllare in tempo reale la propria casa da remoto), registra simultaneamente AVCHD e MP4 ed è dotata di una memoria interna di 8GB.

LEGRIA mini X è invece pensata per registrare principalmente interviste, concerti e tutte quelle situazioni dove l'audio assume grande importanza. All'interno del microfono stereo è inserita una struttura con un tessuto a doppio strato di maglia e spugna all'interno per ridurre il rumore di fondo. LEGRIA mini X offre inoltre, grazie al formato di registrazione PCM lineare, un audio ad alto campionamento non compresso. Obiettivo ultra-grandangolare F2.8 da 170°, lo schermo LCD touch-screen ad angolazione variabile da 6,8 centimetri (2,7") e il supporto incorporato costituiscono le altre principali caratteristiche dell'ultima videocamera Canon.

LEGRIA HF R56 e LEGRIA HF R506 saranno disponibili da Gennaio 2014 rispettivamente al prezzo di €379 e €274 mentre mini X sarà disponibile da Febbraio al prezzo di €399.


Commenti


23.15 | 0 komentar | Read More

Nuovo CEO di Microsoft, Alan Mulally è categorico: Non lascio Ford

A seguito dell'intensificarsi delle speculazioni riguardanti il possibile successore di Steve Ballmer alla guida di Microsoft, il CEO di Ford, Alan Mulally, ha voluto chiarire una volta per tutte che non abbandonerà la casa automobilistica per una nuova avventura presso il colosso di Redmond.

In un'intervista con Associated Press Mulally ha dichiarato che vuole mettere a tacere tutte le indiscrezioni: "Voglio porre fine alle speculazioni perché non ho altre mire dal fare null'altro di diverso che servire Ford" ha affermato il CEO dell'azienda automobilistica.

Mulally ha ribadito il concetto, dipanando le preoccupazioni degli investitori Ford su una sua possibile dipartita dalla compagnia: "Non vi dovete preoccupare di una mia partenza". Mulally aveva già avuto modo in precedenza di scansare le indiscrezioni che lo volevano in viaggio verso Redmond e Ford ha sempre ribadito con forza che egli sarebbe rimasto al timone della compagnia. Le dichiarazioni di oggi lo estromettono definitivamente dalla corsa per la massima posizione in Microsoft.

A questo punto gli altri candidati restano Satya Nadella, responsabile della divisione Cloud di Microsoft, Tony Bates, responsabile delle strategie dell'azienda di Redmond, e l'ex-CEO di Nokia Stephen Elop, sebbene le quotazioni di quest'ultimo siano calate negli ultimi tempi. A meno, ovviamente, di una wild-card tenuta ben nascosta da Microsoft in tutti questi mesi.

Sebbene in molti attendessero la nomina entro la fine del 2013, nelle scorse settimane John Thompson, responsabile del comitato di ricerca per il nuovo CEO, ha pubblicamente annunciato sul blog della compagnia che il nuovo CEO di Microsoft sarebbe stato annunciato nella prima parte del 2014, al termine di un lungo processo di selezione che ha preso in considerazione un centiaio di candidati, in seguito ridotti a 20 persone e infine ad un gruppo di cinque elementi tra i quali lo stesso Mulally.


23.15 | 0 komentar | Read More

Apple: vendite record per oltre 10 miliardi di dollari su App Store nel 2013

Nel corso della giornata di ieri, Apple ha annunciato come i consumatori di App Store abbiano speso oltre 10 miliardi di dollari in applicazioni per dispositivi mobile nel 2013, fra cui oltre un miliardo solo nel mese di dicembre, in cui sono state scaricate circa 3 miliardi di app, divenendo pertanto il mese di maggior successo nella storia dello store virtuale di applicazioni. Complessivamente, gli sviluppatori hanno guadagnato circa 15 miliardi di dollari su App Store.

iPad App Store

"Vogliamo ringraziare i nostri clienti per aver reso il 2013 il miglior anno di sempre per App Store", ha dichiarato Eddy Cue, Senior Vice President of Internet Software and Services di Apple. "La line-up di app per la stagione natalizia è stata incredibile e siamo con gli occhi puntati su quello che gli sviluppatori creeranno nel 2014".

Apple ha evidenziato inoltre i vantaggi portati da iOS 7 e dalla sua interfaccia grafica nell'ambito delle applicazioni mobile, citando i più grandi successi dello store relativamente all'anno che si è appena concluso. Fra questi riportiamo Candy Crush Saga, Puzzles & Dragons (non presente nello store italiano), Minecraft, QuizUp, Clumsy Ninja, molti dei quali gratuiti ma con la possibilità di effettuare acquisti in-app.

Le applicazioni che ci hanno sorpreso nel 2013, secondo Apple, sono state Heads Up! di Warner Bros, Moves di ProtoGeo, Afterlight di Simon Filip e Impossible Road di Kevin Ng. Fra gli sviluppatori più promettenti del 2014 Apple identifica Duolingo, Simogo, Frogmind, Plain Vanilla Corp, Atypical Games, Lemonista, BASE e Savage Interactive.

App Store offre ad oggi più di un milione di applicazioni suddivise fra compatibili con iPhone, iPod touch e iPad in ventiquattro categorie differenti. È disponibile in 155 nazioni in tutto il mondo, con oltre 500.000 applicazioni ottimizzate per la risoluzione di iPad.


23.15 | 0 komentar | Read More

Fujifilm FinePix S1: la bridge 50x che non teme acqua e sabbia

"Quando comincia a piovere, la maggior parte delle compatte e delle fotocamere bridge devono essere rapidamente stivate in borse e tasche per essere protette. Con FinePix S1, grazie al suo corpo resistente agli agenti atmosferici, non sarà più necessario" - queste le parole con cui Fujifilm presenta la sua novità più interessante in ambito bridge.

Il marchio nipponico ha una solida tradizione in questo segmento, con una storia caratterizzata da primati, ma anche da prodotti molto particolari, come ad esempio Fujifilm X-S1. In questo caso la particolarità sta nella tropicalizzazione della fotocamera, che permette di scattare anche in ambienti polverosi, come la spiaggia, o quando c'è da aprire l'ombrello per la pioggia. Per raggiungere questo scopo Fujifilm ha sigillato l'obiettivo in circa 70 punti, per evitare che nella sua escursione porti con sé polvere o umidità.

La base è quella di modelli già visti: Fujifilm FinePix S1 dispone di uno zoom ottico Fujinon 50x 24-1200 millimetri equivalenti, con apertura F2.8-F5.6 e 3-stop di stabilizzazione immagine 5 assi (lens-shift). L'obiettivo è costruito con 13 elementi in 11 gruppi, con 2 lenti asferiche e 4 lenti ED e lo zoom è comandabile anche con il commutatore posto sul barilotto. La fotocamera offre display snodato da 920mila punti e mirino elettronico con funzione Focus Peaking Highlight per la messa a fuoco manuale

Il sensore CMOS retroilluminato da 1/2,3" e 16,4 megapixel è il cuore della fotocamera, assieme al processore multi-core: l'accoppiata può lavorare con una sensibilità fino a ISO 12.800. In ambito video il supporto video è Full HD 1920x1080 pixel 60p. Tra le specifiche tecniche non manca la connettività Wi-Fi, anche con il supporto allo scatto remoto.


23.14 | 0 komentar | Read More

Standard codecs per Windows 7 e Windows 8

Written By komlim puldel on Rabu, 01 Januari 2014 | 23.15

scheda aggiornata 1 giorno fa

Valutazione

Media Voti

         

su 0 votazioni

Noto in precedenza con il nome di Windows 8 Codecs, questo pacchetto che comprende codec audio e video specifici per l'utilizzo con sistemi operativi Windows 8 e Windows 7. Queste le novità implementate nell'ultima versione:

Change Info:
- update LAV filters 59.1+ 
- subtitle improvements

23.15 | 0 komentar | Read More

Advanced Codec per Windows 7 e 8

scheda aggiornata 1 giorno fa

Valutazione

Media Voti

         

su 1 votazioni

Noto in precedenza con il nome di Win7codecs, questo pacchetto che comprende codec audio e video specifici per l'utilizzo con sistemi operativi Windows 7. Queste le novità implementate nell'ultima versione:

Change Info:
- update LAV filters 59.1 
- update Gabest filters 3706 
- improve H265 support (HEVC)

23.15 | 0 komentar | Read More

K-Lite Codec Pack Update

scheda aggiornata 1 giorno fa

Valutazione

Media Voti

         

su 1 votazioni

K-Lite è un bundle di software specificamente sviluppato per permettere di utilizzare la maggior parte dei Codec con il proprio sistema. Quello fornito è un pacchetto di aggiornamento cumulativo per la versione Mega di questo bundle.

Queste le novità introdotte:
  • Updated MPC-HC to version 1.7.0.190
  • Updated LAV Filters to version 0.59.1-2-g7f9caeb
  • Updated Codec Tweak Tool to version 5.7.4
  • Improved HEVC decoding performance

23.15 | 0 komentar | Read More

Al ribasso i prezzi di 31 processori Intel

Suona quasi come un regalo di fine anno il ribasso di prezzo che Intel ha praticato su alcuni dei propri processori nel corso del fine settimana scorso.

Sono ben 31 i processori ai quali il prezzo è stato ridotto, con percentuali variabili e incidenza maggiore di modelli destinati all'utilizzo in sistemi mobile. Si passa da un -4% della CPU Core i7-4610Y al -26% praticato al modello Celeron 1019Y, con la maggior parte delle variazioni al ribasso attorno al 13% quale dato medio.

Sono solo 3 i processori per sistemi desktop che hanno registrato una riduzione di prezzo, nello specifico modelli basati su architettura Haswell appartenenti alla serie R e quindi caratterizzati da consumi contenuti. Si tratta dei modelli Core i7-4770R (calo di prezzo del 9%), Core i5-4670R (riduzione dell'11%) e Core i5-4570R (riduzione sempre dell'11%).

Ulteriori dettagli sono disponibili nel listino prezzi ufficiale di Intel accessibile a questo indirizzo.


23.15 | 0 komentar | Read More

Advanced x64Components per Windows 7 e 8

scheda aggiornata 1 giorno fa

Valutazione

Media Voti

         

su 1 votazioni

Noto in precedenza con il nome di x64 Components, questo pacchetto di codec video specificamente sviluppato per l'utilizzo con sistemi operativi Windows a 64bit. Questi componenti sono pienamente compatibili con i codec a 32bit installati utilizzando il pacchetto Vista Codec Package e possono essere completamente disinstallati dal pannello di controllo di Windows.

Ecco l'elenco dei cambiamenti apportati in quest'ultima release:

Change Info:
- update LAV filters 59.1+ 
- update Gabest filters 3885 
- subtitle improvements 

23.15 | 0 komentar | Read More

Battlefield 4 e Mantle: la patch in arrivo a Gennaio

La patch per il gioco Battlefield 4 con la quale, in abbinamento alle schede video AMD di ultima generazione, abilitare il supporto a Mantle, era prevista in arrivo entro la fine del mese di Dicembre. Siamo al giorno 31, a poche ore dal passaggio al nuovo anno, ma della patch non c'è traccia.

La vedremo disponibile per il download solo a Gennaio, stando all'ultima dichiarazione di AMD e EA riportata dal sito Anandtech. Mancano dettagli sui motivi del delay ma è ipotizzabile che tutto sia legato ai vari bug riscontrati in Battlefield 4 e per i quali DICE è al lavoro per fix.

Questa la dichiarazione ufficiale rilasciata dalle due aziende:

After much consideration, the decision was made to delay the Mantle patch for Battlefield 4. AMD continues to support DICE on the public introduction of Mantle, and we are tremendously excited about the coming release for Battlefield 4! We are now targeting a January release and will have more information to share in the New Year.

C'è molta curiosità sui benefici prestazionali che l'utilizzo di Mantle permetterà di ottenere con le schede video AMD. Con Battlefield 4 l'engine Frostbyte 3 utilizzerà Mantle per eseguire il rendering nativo in alternativa alle API DirectX 11, permettendo sulla carta di avere un migliore sfruttamento delle risorse a disposizione della GPU. Una volta visti i risultati di questo lavoro sarà possibile quantomeno stimare gli impatti generati dall'utilizzo di Mantle anche con altri engine grafici. Per tutto questo, tuttavia, bisognerà attendere il prossimo anno...ancora per poche ore.


23.15 | 0 komentar | Read More

Buon 2014 a tutti!

Mancano poche ore alla fine di questo 2013: è occasione migliore per fermarsi, festeggiare con amici e cari e porgere a tutti il nostro sincero augurio per un 2014 che più di tutto possa portare serenità.

E per le novità dal mondo della tecnologia non ci sarà da attendere che pochi giorni: il prossimo 7 Gennaio apre i battenti il Consumer Electronic Show di Las Vegas, meglio noto con la sigla CES, storicamente il primo evento di ogni anno nel quale i produttori mostrano le novità che caratterizzeranno tutto l'anno.

C'è molta attesa su vari temi, con i dispositivi mobile di nuova generazione a farla da padrone, e saremo presenti a Las Vegas per fornirvi i nostri report già dalla notte tra Domenica 5 e Lunedì 6 Gennaio, in contemporanea con le prime conferenze stampa che anticipano l'apertura ufficiale.

Nel frattempo, perchè non andare a vedere quali sono state le principali novità del 2013 ormai giunto al termine, e quali invece i suoi flop? Buona visione!


23.15 | 0 komentar | Read More
techieblogger.com Techie Blogger Techie Blogger