Diberdayakan oleh Blogger.

Popular Posts Today

Google Nexus 4, prevista per i prossimi giorni la ripresa delle vendite

Written By komlim puldel on Rabu, 28 November 2012 | 23.15

Annunciato lo scorso mese di ottobre un pò in sordina a causa dell'uragano che si è abbattuto su New York e che ha costretto Google ad annullarne l'evento di lancio, il nuovo Google Nexus 4 prodotto da LG non ha certamente avuto un primo mese di vita tale da potersi definire rose e fiori.

Molte sono state le critiche mosse verso il sistema di distribuzione del terminale stesso, per il momento non disponbile presso negozi fisici come anche online a causa di una penuria di terminali pronti al momento del lancio che ha permesso di soddisfare il desiderio di una piccolissima parte soltanto dei possibili acquirenti.

Se non fosse che si tratta sicuramente di una soluzione valida, sia dal punto di vista hardware che software e soprattutto dotata di un prezzo che definire concorrenziale è forse anche poco, molti avrebbero probabilmente desistito all'acquisto, dirottando il loro interesse su altri prodotti. Proprio a causa dei pregi del terminale, tuttavia, crediamo che siano ancora davvero molti ad attendere nuove disponibilità.

Per fortuna di questi utenti, in queste ultime ore Google sembra aver rifornito i propri store online e tra poco potrebbe ricominciare la vendita dei nuovi Nexus 4. Per evitare un esaurimento delle scorte rapido come lo è stato con le prime disponibilità, il colosso di Mountain View ha limitato a 2 il numero di smartphone acquistabili per persona, in modo da poter accontentare il maggior numero di utenti possibile.

Per il nostro paese la disponibilità nei negozi fisici ( in Italia non abbiamo Play Store) è ancora pari a zero e crediamo che, come già annunciato da tempo non potremo vedere a disposizione in nuovi Nexus 4 prima della fine del mese di dicembre. Una mossa sicuramente molto azzardata visto la perdita del periodo di acquisti natalizi ma certamente condizionata proprio dalla scarsa disponibilità del prodotto.


23.15 | 0 komentar | Read More

Le foto JPEG nel mirino di un Trojan

Le foto JPEG nel mirino di un Trojan

"Un nuovo Trojan mira a rubare foto da PC e smartphone all'insaputa degli utenti: il mercato delle immagini rubate è molto redditizio per i cybercriminali"

I cybercriminali sono sempre alla ricerca di metodi per violare PC e smartphone per lucrare sull'accesso alle risorse personali dei malcapitati utenti. Uno degli ultimi bersagli dei criminali informatici sono le fotografie, in particolare i JPEG. I file .jpeg .jpg .dmp sono infatti nel mirino del nuovo Trojan Win32/DataStealer.E.

Si tratta di un malware portato alla luce dai tecnici di ESET NOD32 e prende di mira non solo i computer, ma anche i sempre più diffusi smartphone. L'obiettivo dei cybercriminali è chiaro: utilizzare le immagini più spinte o senza veli per fini pornografici, per azioni di cyberbullismo o ancora per pratiche di sexting, cioè l'invio di foto o messaggi sessualmente espliciti tramite cellulari e social media.

La scoperta di questo nuovo trojan porta alla ribalta il tema della gestione, a volte troppo sbarazzina, delle proprie immagini e più in generale della propria privacy in rapporto alle opportunità messe a disposizione dai social network. Recentemente una ricerca dell'inglese Internet Watch Foundation aveva già rilevato che l'88% delle foto pubblicate dai giovani sui Social Network appaiono in seguito su siti porno 'parassiti': gli effetti sulle ignare vittime, come potete immaginare, possono essere devastanti.

I diversi casi di adolescenti che hanno tentato il suicidio in seguito alla diffusione online delle proprie foto senza veli, scattate per fini privati, sono un monito a un utilizzo più consapevole dei social e delle proprie immagini, con il consiglio di non fidarsi troppo di chi dice 'Questa foto la vedremo solo noi'. Proprio su questa problematica si innesta il nuovo malware, che prova a prendere di mira anche quegli utenti che in realtà fanno un uso accorto delle proprie immagini. I cybercriminali stanno sviluppando nuovi malware in grado di prelevare il materiale direttamente da PC e cellulari, senza aspettare la pubblicazione incauta delle foto sui social network.

Per evitare agli utenti di cadere vittime di questi attacchi, i ricercatori ESET hanno messo a punto una serie di consigli pratici che possono aiutare gli internauti a salvaguardare privacy e reputazione online, fermo restando che la prudenza non è mai troppa in questi casi.

  1. Pensare due (meglio tre) volte prima di condividere foto esplicite sui social media, via mail o MMS, poiché una volta entrate in Rete non tornano più indietro. Se le immagini vengono condivise, se ne perde il controllo e risulterà praticamente impossibile cancellarle del tutto.
  2. Ricordare che ciò che transita sul cellulare non sempre resta sul cellulare. Molti smartphone sono sincronizzati ai computer e archiviano i file nel Cloud. Inoltre sia gli smartphone che i computer possono essere smarriti, rubati o compromessi dagli hacker: è necessario ricordare che i dispositivi digitali possono essere attaccati dai malware, persino senza che ci sia connessione a internet. 
  3. Riflettere sull'opportunità di scattare una foto sessualmente esplicita con una fotocamera digitale, che è molto differente da una foto tradizionale, perché può essere copiata e trasmessa nel giro di pochi secondi, senza peraltro il filtro che prevedeva una volta lo sviluppo in laboratorio.
  4. Vigilare e difendersi a molteplici livelli: password sicure e diversificate per i tanti account e dispositivi, nonché un buon programma antivirus aggiornato con regolarità. I consigli che valgono per mail e social netwrok non vanno mai dimenticati
  5. Ricordare che i rischi delle foto digitali non riguardano solo le immagini osé: foto di password, assegni, ambienti domestici, nuovi acquisti corrono tutte lo stesso rischio.

Commenti (7)


23.15 | 0 komentar | Read More

Microsoft, a dicembre aggiornamento per risolvere i problemi di riavvio di Windows Phone 8

Come avevamo avuto modo di segnalare la scorsa settimana, stando alle lamentele di alcuni utenti e a quanto noi stesso abbiamo potuto riscontrare, alcuni dei nuovi terminali equipaggiati con sistema operativo Windows Phone 8 soffrono di randomici e inspiegabili riavvii anche durante l'utilizzo.

Inizialmente non era noto se il problema fosse legato alle stesse soluzioni o proprio al nuovo sistema operativo mobile di Microsoft. Le recenti dichiarazioni del colosso di Redmond, tuttavia, sciolgono ogni dubbio a riguardo, confermando che si tratta proprio di un problema dovuto al nuovo software in generale e non in particolare per alcune soluzioni.

La compagnia americana ha tuttavia già dichiarato anche che avrebbe identificato la natura del problema e che distribuirà un fix via OTA (over the air, senza bisogno di attaccare il telefono al pc) nel corso del prossimo mese di dicembre.

"Abbiamo investigato riguardo alle segnalazioni di problemi legati al riavvio di alcuni terminali e insieme ai nostri partner ne abbiamo indentificato le cause." Qeste le parole di Microsoft rilasciate nella giornata di martedì. "Siamo al lavoro per distribuire un aggiornamento over-the-air in dicembre". Nonostante la presunta scoperta delle cause dei riavvii, Microsoft non ha voluto rilasciare dichiarazioni che indicassero precisamente quali fossero le stesse cause.


23.15 | 0 komentar | Read More

Win7codecs

scheda aggiornata 3 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 1 votazioni

Pacchetto che comprende codec audio e video specifici per l'utilizzo con sistemi operativi Windows 7. Queste le novità implementate nell'ultima versione:

Changelog:
- update LAV filters .51.3+
- update Gabests filters 5753
- update IntelQuickSync .38
- update FFDshow 4477

23.15 | 0 komentar | Read More

Corsair Dominator Platinum: memorie DDR3 a 2666 MHz

Il settore dei PC è attraversato da una crisi che porterà le vendite di questi sistemi su numeri sempre più contenuti, soppiantati in parte dalle proposte notebook e in buona misura dalle soluzioni mobile alternative emerse nel corso degli ultimi anni? Si potrebbe pensare che le difficoltà del settore dei PC desktop siano così elevate che uno scenario come quello qui prospettato possa concretizzarsi a breve, ma alcune considerazioni pratiche portano a frenare un approccio così catastrofico.

I sistemi desktop sono quelli che permettono di ottenere di gran lunga le migliori prestazioni velocistiche complessive, non dovendo gestire i limiti in termini di consumi massimi che caratterizzano le soluzioni mobile. Per questo motivo le proposte desktop sono anche quelle nelle quali le evoluzioni tecnologiche si manifestano per prime, non eccessivamente vincolate da requisiti stringenti in termini di consumi complessivi.

Il settore delle memorie per sistemi desktop è stato caratterizzato, nel corso degli ultimi 10 anni, da dinamiche di sviluppo molto interessanti. Numerose aziende, in particolar modo taiwanesi e nord americane, hanno presentato varie proposte sviluppate specificamente per far fronte alle necessità degli utenti appassionati di tweaking e overclock, cioè di coloro che cercano di ottenere dal proprio sistema il massimo delle prestazioni velocistiche possibili.

Alla base di queste soluzioni troviamo delle specifiche di funzionamento delle memorie, principalmente in termini di frequenza di funzionamento, superiori rispetto a quanto indicato dalle specifiche JEDEC, l'organizzazione responsabile della standardizzazione delle memorie DRAM nel settore PC. A fronte di linee guida per lo standard memoria DDR3 che giungono sino alla frequenza di 1.833 MHz in modo ufficiale, i produttori di kit memoria di fascia più alta si spingono sino a frequenze molto più elevate. Per ottenere questo risultato vengono sfruttati due elementi:

  • la possibilità, con i più recenti processori Intel e AMD, di abilitare moltiplicatori di frequenza della memoria DDR3 che siano ben più elevati di quelli standard senza per questo dover spingere i restanti componenti del sistema a operare fuori specifica;
  • la disponibilità di un elevato numero di chip memoria con i quali poter eseguire una procedura di screening avanzato, alla ricerca dei moduli che siano maggiormente tolleranti al funzionamento a frequenze molto elevate.

Accanto ai numerosi moduli DDR3 per utenti appassionati di overclock troviamo sul mercato un gran numero di memorie con specifiche standard, o che si discostano in misura marginale da quelle che sono le indicazioni del JEDEC. Queste memorie vantano, a parità di quantitativo, specifiche tecniche più conservative rispetto ai kit per overclocking ma sono proposte a listini ben più contenuti. I kit per overclocking sono infatti sempre di tipo "premium": la possibilità di spingersi a frequenze molto elevate incide direttamente sul prezzo d'acquisto che è tutt'altro che contenuto in assoluto, soprattutto pensando a quanto poco costi la memoria DRAM al momento attuale.

dominator_platinum.jpg (37330 bytes)

Tra le aziende impegnate nel settore delle memorie a più elevate prestazioni l'americana Corsair è uno dei brand storici, di fatto presente da quando il settore delle memorie DDR ad elevate prestazioni è nato. La più recente gamma di memorie enthusiast di Corsair prende il nome di Dominator Platinum: si tratta di kit proposti con differenti opzioni di frequenze di funzionamento, timings e capacità complessiva.

part number frequenza timings tensione capacità numero moduli
CMD64GX3M8A2133C9 2.133 MHz 9-11-11-31 1.5V 64GB 8
CMD32GX3M4A2133C9 2.133 MHz 9-11-11-31 1.5V 32GB 4
CMD32GX3M2A1600C9 1.600 MHz 9-9-9-24 1.5V 32GB 4
CMD32GX3M2A1600C10 1.600 MHz 10-10-10-27 1.5V 32GB 4
CMD16GX3M4A2800C12 2.800 MHz 12-14-14-36 1.65V 16GB 4
CMD16GX3M4A2800C11 2.800 MHz 11-14-14-35 1.65V 16GB 4
CMD16GX3M4A2666C11 2.666 MHz 11-13-13-35 1.65V 16GB 4
CMD16GX3M4A2666C10 2.666 MHz 10-12-12-31 1.65V 16GB 4
CMD16GX3M4A2400C9 2.400 MHz 9-11-11-31 1.65V 16GB 4
CMD16GX3M4A2133C9 2.133 MHz 9-11-10-30 1.5V 16GB 4
CMD16GX3M4B2133C9 2.133 MHz 9-11-10-30 1.5V 16GB 4
CMD16GX3M4A1866C9 1.866 MHz 9-10-9-27 1.5V 16GB 4
CMD16GX3M4A2400C10 2.400 MHz 10-12-12-31 1.65V 16GB 2
CMD16GX3M2A1866C10 1.866 MHz 10-11-10-30 1.5V 16GB 2
CMD16GX3M2A1866C9 1.866 MHz 9-10-9-27 1.5V 16GB 2
CMD16GX3M2A1600C9 1.600 MHz 9-9-9-24 1.5V 16GB 2
CMD8GX3M2A2800C12 2.800 MHz 12-14-14-36 1.5V 16GB 2
CMD8GX3M2A2800C12 2.800 MHz 12-14-14-36 1.65V 8GB 2
CMD8GX3M4A2666C11 2.666 MHz 11-13-13-35 1.65V 8GB 2
CMD8GX3M2A2133C9 2.133 MHz 9-11-10-30 1.5V 8GB 2
CMD8GX3M2A1866C9 1.866 MHz 9-10-9-27 1.5V 8GB 2
CMD8GX3M2A1600C8 1.600 MHz 8-8-8-24 1.5V 8GB 2
CMD8GX3M2A1600C9 1.600 MHz 9-9-9-24 1.5V 8GB 2

I kit della famiglia Dominator sono proposti in versioni da 4 oppure 8 Gbytes di capacità per modulo memoria; da questo ne derivano capienze complessive dei kit che passano da un minimo di 8 Gbytes (2 moduli da 4 Gbytes ciascuno) sino a 64 Gbytes, ottenuti con 8 moduli da 8 Gbytes ciascuno. La maggior parte dei sistemi desktop in commercio è dotata di 4 slot per moduli memoria DDR3: la compatibilità è quindi assicurata con tutti i kit Dominator Plus, con l'unica eccezione rappresentata dal modello CMD64GX3M8A2133C9 a 8 moduli che è destinato ai sistemi basati su chipset Intel X79 abbinati a socket 2011 LGA.


23.15 | 0 komentar | Read More

Windows 8 Codecs

scheda aggiornata 2 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 0 votazioni

Pacchetto che comprende codec audio e video specifici per l'utilizzo con sistemi operativi Windows 8. Queste le novità implementate nell'ultima versione:

changelog:
- update LAV filters .51.3+
- improve extender support
- update IntelQuickSync .38

23.15 | 0 komentar | Read More

Google Chrome 24

scheda aggiornata 1 ora fa

Valutazione

Media Voti

         

su 0 votazioni

Google Chrome è un browser web sviluppato da Google con tecnologia WebKit e basato su una nuova Java script Virtual machine denominata V8. Una delle caratteristiche principali del prodotto è la gestione delle singole schede aperte in processi separati: in caso di crash di un singolo tab non sarà necessario riavviare l'intera applicazione


23.15 | 0 komentar | Read More

Nuove versioni per Firefox e Thunderbird. Novità anche per il mobile

Written By komlim puldel on Rabu, 21 November 2012 | 23.15

Mozilla ha reso disponibile una nuova versione di Firefox giunto ormai alla release 17. Il nuovo browser web è già stato rilasciato nelle versioni per Linux, Mac e Windows. Da questa release in poi con l'implementazione della Social API sarà possibile per gli sviluppatori offrire una miglior integrazione tra Firefox e i servizi messi a disposizione dal social network; il primo passo in questa direzione riguarda il supporto a Facebook Messenger.

Uno dei problemi che da sempre riguarda la sicurezza dei browser è l'aggiornamento dei plug-in. Il problema interessa molteplici aspetti: gli sviluppatori devono rendere disponibili componenti aggiornati in tempi brevi per far fronte alle vulnerabilità, le versioni aggiornate devono essere distribuite e gli utenti debitamente informati, e infine l'utente deve essere consapevole dell'importanza di mantenere aggiornati alcuni plug-in.

Microsoft e Google nei rispettivi browser hanno scelto di integrare alcuni plug-in, occupandosi in modo autonomo dell'aggiornamento e della distribuzione degli stessi. Mozilla con Firefox 17 sceglie una soluzione differente: con Click-to-play viene effettuato un controllo sui plug-in prima del loro avvio e qualora fosse necessario viene notificata la necessità di effettuare l'aggiornamento. Sarà quindi l'utente in modo consapevole a scegliere di avviare il plug-in.

Si tratta di una soluzione interessante anche se per gli utenti meno esperti potrebbe rivelarsi inefficace: una soluzione simile è valida se l'utente ha ben chiara l'importanza dell'aggiornamento. Con la nuova release di Firefox anche la Awesome Bar viene aggiornata introducendo novità grafiche. Nelle note di rilascio viene anche indicata l'introduzione di oltre 20 miglioramenti sul piano prestazionale e la sospensione del supporto per Mac OS X 10.5.

Inoltre, Mozilla rende disponibile anche il nuovo Firefox per Android per il quale viene indicato il supporto anche a telefoni che utilizzano ARMv6, il processore presente in cellulari come HTC Status, Samsung Galaxy Ace, e altri. L'obiettivo è quello di portare Firefox anche su dispositivi non nuovissimi ma comunque molto diffusi.

Ci sono novità anche per Thunderbird rilasciato in versione 17 solo poche ore fa. Il client email di Mozilla offre alcune novità nell'interfaccia grafica e nella gestione delle tab; a parte queste indicazioni le note di rilascio indicano il fix di un problema nel controllo ortografico e nelle gestione dei feed RSS. Con Thunderbird 17 viene sospeso il supporto a Mac OS X 10.5.

Qui di seguito i link per il download dei file di installazione:


23.15 | 0 komentar | Read More

Vista Codec Package

scheda aggiornata 2 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 0 votazioni

Bundle di software specificamente sviluppato per permettere di utilizzare la maggior parte dei Codec con il proprio sistema. Supporta i sistemi operativi Windows XP, 2003, NT e Vista

Di seguito le note fornite a corredo:

With Vista Codec Package installed, you won't need to install any other codec or filter. Many user suggested default settings are implemented. It does not contain a media player. It does not associates filetypes. With this package installed you will be able to use any media player (limited only by the players capabilities) to play DVD's, movies and video clips of any format. Streaming video (real and quicktime) is supported in web browsers. Visit the homepage to get a 64bitAddon which enables xvid, divx and DVD playback in Vista's MediaCenter.


23.14 | 0 komentar | Read More

Galaxy Nexus, al via il roll-out dell'aggiornamento ad Android 4.2 anche in Italia

Galaxy Nexus, al via il roll-out dell'aggiornamento ad Android 4.2 anche in Italia Davide Fasola 21 Novembre 2012, alle 14:24 Telefonia

"Nel corso delle ultime ore sono comparse online le prime segnalazioni di alcuni utenti possessori di Samsung Galaxy Nexus che avrebbero iniziato a ricevere le notifiche di aggiornamento del proprio terminale all'ultima versione dell'OS mobile del robottino verde"


Non che sia una novità ma, proprio in queste ore, Galaxy Nexus si sta rivelando ancora una volta la scelta migliore per tutti coloro che, acquistando un terminale Android non vogliono perdersi nemmeno un aggiornamento del sistema operativo del robottino verde.

Contro ogni aspettativa, infatti, anche i possessori italiani del penultimo Googlefonino hanno già iniziato a ricevere, nel corso della giornata di ieri, il messaggio che notifica la possibilita di aggiornare il proprio terminale alla versione 4.2 di Android che, pur trattandosi di una minor release porta alcuni miglioramenti interessanti sia per quanto riguarda le funzionalità software che per le prestazioni.

Migliorata anche la durata della batteria, grazie all'ottimizzazione sempre più avanzata del software. Ancora non sono stati risolti i bug riscontrati dai primi utenti, tra cui la mancanza del mese di dicembre nel calendario, particolari che, tuttavia verranno presto aggiustati grazie ad un fix promesso, ovviamente, prima del mese di dicembre.

Commenti (9)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 4 di: Arnoldforever pubblicato il 21 Novembre 2012, 14:48

Originariamente inviato da: Taz83
aggiornato questa mattina via ota.

io ho dicembre nel calendario e ho gli eventi correttamente caricati.. è li tra novembre e gennaio.. dove sarebbe il bug?

nell'app contatti... prova aggiungere la data del compleanno ad un contatto

Commento # 8 di: melpycar pubblicato il 21 Novembre 2012, 16:13

chi ha fatto l'aggiornamento via ota ha lo takju vero? il mio yakju non trova nulla

edit

trovato riavviando il servizio framework

Totale commenti: 9
« Pagina Precedente | Pag 1 di 1 | Pagina Successiva »

Consiglia Hardware Upgrade su Google

Fujifilm X-E1: unboxing in redazione

Hitman Absolution: videoarticolo

GPU nei supercomputer, Nokia Here e un rimpasto in casa Microsoft in TGtech

Anteprima LG Nexus 4, il nuovo Googlefonino

Anteprima LG Optimus G, il prossimo top di gamma del colosso coreano

Fujifilm XF1: qualità nelle finiture e nel sensore


23.14 | 0 komentar | Read More

Nikon rivela quali software intende rendere compatibili con Windows 8

Nikon rivela quali software intende rendere compatibili con Windows 8

"Nikon ha annunciato di avere intenzione di rendere compatibili con il nuovo sistema operativo Microsoft Windows 8 solamente alcuni dei propri sofware di gestione ed elaborazione immagini"

Quando si decide di cambiare sistema operativo, una delle questioni più delicate è quella relativa alla compatibilità dei sotware che si è soliti utilizzare con il nuovo OS. Windows 8 è sul mercato da quasi un mese ed ora Nikon rivela i suoi piani riguardo la compatibilità dei propri software con il nuovo sistema operativo di casa Microsoft.

Nikon ha diffuso un comunicato stampa nel quale spiega di voler testare la compatibilità di una serie di applicativi tra i quali, oltre ai due software maggiormente noti della casa giallonera, View NX 2 e Capture NX 2, troviamo:

  • Camera Control Pro 2
  • Short Movie Creator
  • Nikon Message Center 2
  • Wireless Transmitter Utility
  • Thumbnail Selector
  • NEF codec
  • NRW codec
  • PC-PJ Transfer
  • nik Color Efex Pro 3.0
  • IPTC Preset Manager
  • GP-N100 Utility

Il produttore nipponico invece non intende testare l'eventuale compatibilità e quindi il supporto con Windows 8 con:

  • Capture NX Ver. 1.x
  • Camera Control Pro Ver. 1.x
  • Nikon Capture series
  • ViewNX Ver. 1.x
  • Nikon Transfer Ver. 1.x
  • PictureProject
  • Nikon View series
  • Nikon Scan series
  • PictureProject COOLPIX Remote Control
  • WT-3 Setup Utility
  • Wireless Camera Setup Utility
  • Wireless Connecting Utility
  • nik Color Efex Pro 2.0
  • my Picturetown Utility
  • USB driver for GP-1
  • Image Authentication Software

Nel comunicato Nikon dichiara che annuncierà i propri piani relativi ad una piena compatibilità dei propri software con Windows 8 dopo aver effettuato tutti i test sugli applicativi sopraelencati; Nikon ha aggiunto inoltre di non voler lavorare sulla compatibilità con software e prodotti che utilizzino una connessione SCSI o seriale.


Commenti (3)


23.14 | 0 komentar | Read More

Western Digital, ecco i dischi desktop serie Black da 4TB

Western Digital, ecco i dischi desktop serie Black da 4TB Alessandro Bordin 21 Novembre 2012, alle 16:01 Storage

"Rinnovo nella gamma di unità disco desktop in casa Western Digital, con la presentazione delle nuove unità Black con capienza di 4TB e doppio attuatore"


Western Digital porta la sua serie WD Black a quota 4TB, a distanza di tre anni dalla presentazione delle unità da 2TB della stessa famiglia. Una presentazione attesa, dunque, per un'unità che ricordiamo essere destinata all'utenza desktop più esigente, nonché caratterizzata da un form factor di 3,5 pollici e interfaccia SATA 6Gbps.

Western Digital

Essendo una unità consumer enthusiast, il regime di rotazione è di 7200 giri al minuto, mentre il quantitativo di cache è di 64MB. In termini di trasfer rate, l'unità da 4TB viene accreditata di 154MB al secondo in lettura e scrittura, almeno secondo quanto riportato nel documento in PDF, in italiano, consultabile a questo indirizzo.

A caratterizzare l'unità troviamo un doppio attuatore, al fine di rendere più preciso il posizionamento della testina di lettura e scrittura. Capienze così elevate, in abbinamento a un regime di rotazione di 7200 giri, richiedono infatti un'estrema precisione, ed ecco spiegato l'utilizzo dell'anomala soluzione.

Pur non dichiarandolo, WD utilizza 5 piatti all'interno del nuovo WD Black. Queste unità, infatti, condividono molte caratteristiche con le unità WD RE 4TB presentate in settembre, le quali utilizzavano proprio 5 piatti. In base al comunicato stampa l'unità costerà circa 340 Dollari USA, mentre la garanzia sarà di 5 anni.

Commenti (8)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 1 di: Bluknigth pubblicato il 21 Novembre 2012, 16:13

Onestamente inutile....

Per carità un disco con buone performance, ma a quel prezzo pendi un SSD + un disco da 4 TB per lo storage e hai prestazioni migliori....

Se poi ci devi fare un raid non ne parliamo...

Commento # 7 di: rollo82 pubblicato il 21 Novembre 2012, 17:06

5 piatti quindi 10 testine, 2 attuatori, 1kg di sale e olio extra vergine di oliva. pepe secondo gusto...

ma dai! e li consideriamo affidabili??? disco fisso=inaffidabilità totale=necessito di backup.

secondo me gli usi dove possa servire un 7200rpm di quella capacità sono pochi, per la maggior parte dei casi meglio avere un ssd+ un raid1(mirror) di 2 dischi di archiviazione+backup ...

Totale commenti: 8
« Pagina Precedente | Pag 1 di 1 | Pagina Successiva »

Consiglia Hardware Upgrade su Google

Fujifilm X-E1: unboxing in redazione

Hitman Absolution: videoarticolo

GPU nei supercomputer, Nokia Here e un rimpasto in casa Microsoft in TGtech

Anteprima LG Nexus 4, il nuovo Googlefonino

Anteprima LG Optimus G, il prossimo top di gamma del colosso coreano

Fujifilm XF1: qualità nelle finiture e nel sensore


23.14 | 0 komentar | Read More

Trillian Astra

scheda aggiornata 1 ora fa

Valutazione

Media Voti

         

su 1 votazioni

Trillian è un software estremamente pratico che permette, utizando un'unica interfaccia, di gestire utenze ICQ, Skype, MSN e Yahoo, nonché collegarsi a server IRC. Risulta essere, pertanto, una praticissima risorsa per tutte quelle persone che fanno uso massiccio di software per chattare e comunicare on line


23.14 | 0 komentar | Read More

Fujifilm X-E1: unboxing in redazione

Fujifilm X-E1: unboxing in redazione

"Abbiamo ricevuto il kit Fujifilm X-E1 e ottica Fujinon 18-55mm: ecco l'unboxing in video in redazione"

Uno dei prodotti più interessanti dell'autunno caldo della fotografia, vissuto tra IFA e Photokina, è certamente la mirrorless Fujifilm X-E1. Sorella in molti aspetti di X-Pro1 ne condivide il sensore X-Trans CMOS da 16 megapixel, ma ha caratteristiche più mainstream: un prezzo più accessibile e dimensioni più compatte, anche per l'uso di un mirino elettronico OLED al posto del costoso e ingombrante mirino ibrido ottico/elettronico che caratterizza X-Pro1 e X100.

Ecco l'unboxing dell'esemplare che è appena giunto in redazione con l'ottica zoom Fujinon 18-55mm e che potremo stressare per pochissimi giorni:

La famiglia Fujifilm X comprende non solo prodotti APS-C come X100, X-Pro1 e questa X-E1, ma anche tre compatte con l'interessante sensore CMOS EXR in formato 2/3" che abbiamo appena recensito:


Commenti


23.14 | 0 komentar | Read More

MacBook Pro 15 Retina, calo di prestazioni dopo aggiornamento EFI

Written By komlim puldel on Rabu, 14 November 2012 | 23.15

MacBook Pro 15 Retina, calo di prestazioni dopo aggiornamento EFI Andrea Bai 14 Novembre 2012, alle 14:01 Apple

"L'aggiornamento EFI per MacBook Pro Retina rilasciato a settembre sta causando qualche problema nella gestione delle frequenze di CPU e GPU, con ricadute negative sulle prestazioni del sistema"


A seguito di un recente aggiornamento EFI rilasciato nel corso del mese di settembre, alcuni utenti di MacBook Pro 15 Retina display hanno osservato la comparsa di alcuni problemi prestazionali sia sul fronte GPU, sia sul fronte CPU, durante l'impiego di programmi particolarmente esosi dal punto di vista grafico.

Secondo quanto affermato dagli utenti in vari interventi aperti presso la pagina di supporto Apple, pare che l'aggiornamento abbia compromesso il modo in cui il sistema gestisce i carichi di lavoro. Secondo le esperienze degli utenti pare che il problema si manifesti in maniera più accentuata quando viene riattivato il sistema dalla fase di sleep, quando si fa uso di videogiochi piuttosto pesanti per quanto riguarda il comparto grafico ed, infine, utilizzando Windows sotto Bootcamp.

Le frequenze di GPU e CPU verrebbero tagliate, dal momento che le temperature dei core raggiungono e superano le temperature di soglia. Il sito web Appleinsider riporta l'esperienza di un lettore che ha visto la frequenza operativa della GPU passare dagli 850MHz nominali a 700MHz dopo che la temperatura ha superato i 65 gradi. La frequenza della GPU viene ulteriormente ridotta, secondo l'esperienza del lettore, quando la temperatura della CPU raggiunge gli 80 gradi.

Varie potrebbero essere, a questo punto, le cause: una comunicazione errata tra firmware e sensori termici, temperature di soglia troppo basse o qualche genere di errore con i moduli che si occupano di gestire questi aspetti del sistema. Alcuni utenti hanno osservato che il reset del System Management Control ed il flash della PRAM riesce a risolvere il problema ma solo temporaneamente e che tutto quanto riscontrato si ripete dopo che il sistema viene riattivato dallo sleep.

Si attende una posizione ufficiale di Apple in merito ed un fix o un nuovo aggiornamento EFI che risolva il problema.

Commenti (34)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 5 di: xzonex pubblicato il 14 Novembre 2012, 15:09

Purtroppo i mpbR non sono ancora pronti per essere considerati maturi.

immage retention, HD solo SSD non aggiornabili e ancora a prezzi spropositati, RAM non aumentabile. Stuttering durante lo scrolling.

Retina è il futuro ma la prima generazione non sarà mai perfetta.

chi spende tutti questi soldi per un retina DEVE essere pronto a dei problemi, non è ancora un prodotto maturo! Quando ci sarà Haswell sotto la scocca allora ne vedremo delle belle, se avranno nel frattempo sistemato il resto

Commento # 7 di: recoil pubblicato il 14 Novembre 2012, 15:18

Originariamente inviato da: xzonex
Purtroppo i mpbR non sono ancora pronti per essere considerati maturi.

immage retention, HD solo SSD non aggiornabili e ancora a prezzi spropositati, RAM non aumentabile. Stuttering durante lo scrolling.

Retina è il futuro ma la prima generazione non sarà mai perfetta.

chi spende tutti questi soldi per un retina DEVE essere pronto a dei problemi, non è ancora un prodotto maturo! Quando ci sarà Haswell sotto la scocca allora ne vedremo delle belle, se avranno nel frattempo sistemato il resto

non sono d'accordo su quel DEVE
ma scusa uno spende tutti quei soldi e secondo te DEVE aspettarsi dei problemi? proprio per niente

semmai uno che è attento e aggiornato può aspettarsi che ci siano delle grane, quindi è meglio che lasci perdere
io ho evitato le prime generazioni degli Air, ora ho l'Air che è arrivato a maturazione ed è un grande prodotto
ho evitato il primo iPad e ora con il retina c'è un prodotto fantastico
ho evitato i primi iPhone e ho aspettato che ne uscisse uno giusto

però dopo che spendi quelle cifre ti aspetti non la perfezione ma quasi

Commento # 8 di: Jones D. Daemon pubblicato il 14 Novembre 2012, 15:24

Originariamente inviato da: xzonex
Purtroppo i mpbR non sono ancora pronti per essere considerati maturi.

immage retention, HD solo SSD non aggiornabili e ancora a prezzi spropositati, RAM non aumentabile. Stuttering durante lo scrolling.

Retina è il futuro ma la prima generazione non sarà mai perfetta.

chi spende tutti questi soldi per un retina DEVE essere pronto a dei problemi, non è ancora un prodotto maturo! Quando ci sarà Haswell sotto la scocca allora ne vedremo delle belle, se avranno nel frattempo sistemato il resto

Permettimi di dissentire, chi spende i SUOI soldi per un qualsiasi bene deve ottenere quello per cui ha pagato. Ti piacerebbe comprare una ferrari ma dato che il motore scalda troppo dopo 2 mesi ti tagliano 100 cavalli? Se Apple continua su questa linea la vedo dura in futuro, sinceramente di veramente PRO nei mbp non vedo più nulla di nulla, tutti sottili, tutti attenti al design, poi se usi 15 minuti la gpu sfruttandola a dovere va in throttling. Se veramente Apple ha diminuito le frequenze di lavoro dei componenti secondo me chi ha acquistato quel modello dovrebbe riportalo indietro in quanto non ha più quello per cui ha pagato.

Mi chiedo sempre se gli altri produttori sono scemi che integrano sistemi di dissipazione mostruosi sui portatili che sicuramente verranno sfruttati al massimo (vedi Alienware che ha delle componenti di raffreddamento terrificanti) o alla Apple le leggi della termodinamica e dell'elettronica assumono altri significati...


Consiglia Hardware Upgrade su Google

Anteprima LG Nexus 4, il nuovo Googlefonino

Anteprima LG Optimus G, il prossimo top di gamma del colosso coreano

Fujifilm XF1: qualità nelle finiture e nel sensore

Apple: passaggio a ARM dekstop e portatili? TGtech 9 novembre

Recupero dati, operazione da "camera bianca"

Medal of Honor Warfighter: videoarticolo


23.15 | 0 komentar | Read More

K-Lite Codec Pack Update

scheda aggiornata 3 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 0 votazioni

K-Lite è un bundle di software specificamente sviluppato per permettere di utilizzare la maggior parte dei Codec con il proprio sistema. Quello fornito è un pacchetto di aggiornamento cumulativo per la versione Mega di questo bundle.

Queste le note fornite in dotazione:

  • Updated Media Player Classic Home Cinema to version 1.6.4.5978
  • Updated ffdshow to version 1.2.4483
  • Updated LAV Filters to version 0.51.3-46-g30547ce
  • Updated Codec Tweak Tool to version 5.4.6
  • Updated MediaInfo Lite to version 0.7.60
  • Updated Icaros to version 2.1.1

23.15 | 0 komentar | Read More

AIDA64 Extreme Edition

scheda aggiornata 2 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 0 votazioni

Utility di benchmarking dell'intero sistema, basata sul core engine del popolare tool Everest del quale rappresenta a tutti gli effetti l'evoluzione. Di seguito le principali caratteristiche tecniche implementate:

  • Revamped PhotoWorxx digital photo processing benchmark with AVX, SSE4.1 and XOP optimizations
  • Rewritten AES data encryption benchmark with AESNI, SSE4.1 and VIA PadLock optimizations
  • Optimized 64-bit benchmarks for AMD FX-Series "Vishera" CPU
  • Preliminary support for AMD "Kabini" APU
  • Socket FM2 motherboards support
  • Support for VirtualBox v4.2 and VMware Workstation v9
  • Samsung 840 and 840 Pro SSD support
  • GPU details for nVIDIA GeForce GTX 650 Ti, Quadro K-Series, VGX K-Series

23.15 | 0 komentar | Read More

BlackBerry Messenger 7 beta con chiamata vocale

Blackberry 10 verrà ufficialmente annunciato il prossimo 30 gennaio, ma nel frattempo RIM in attesa dell'importante evento rende disponibile una nuova versione di BlackBerry Messenger, la soluzione software che permette agli utenti RIM di comunicare in modo testuale tra loro. Con la nuova versione 7 di BBM al momento in fase di beta test pubblico oltre alla semplice messaggistica, sarà possibile attivare un collegamento VoIP con uno dei propri contatti quando si è connessi a una rete Wi-Fi.

La possibilità di attivare anche un collegamento vocale viene notificato da una nuova icona che compare a fianco del nome del contatto. Inoltre viene garantito il multitasking, quindi una volta che è stata attivata una chiamata vocale sarà possibile passare a altre applicazioni; viene anche garantita piena compatibilità a auricolari Bluetooth e periferiche simili.

Con BBM 7 la lista dei contatti viene associata al proprio Blackberry ID, e questo dettaglio rende decisamente più flessibile un'eventuale operazione di migrazione del dispositivo. Al momento la chiamata vocale non è disponibile sotto rete 3G e LTE e, come riporta The Verge, non ci sono piani di RIM in merito all'introduzione di eventuali novità. Per provare BBM7 è necessario essere in possesso di un dispositivo con BlackBerry 6 o BlackBerry 7.


23.15 | 0 komentar | Read More

Apple aggiorna Aperture alle versione 3.4.3 eliminandone un fastidioso bug

Apple aggiorna Aperture alle versione 3.4.3 eliminandone un fastidioso bug

"Apple ha rilasciato un aggiornamento di Aperture per eliminare un bug riscontrato da alcuni utenti nell'ultima release che richiedeva il seriale ad ogni avvio del software"

È passato meno di un mese dall'uscita di Aperture 3.4.2 che subito Apple si è vista costretta al rilascio di un upgrade per eliminare un bug che affliggeva più di qualche utente.

Il bug in questione non comportava schermate di errore o blocchi del programma in determinate situazioni ma comprometteva decisamente l'esperienza d'uso degli utenti. In alcuni casi infatti Aperture richiedeva, ad ogni lancio del software, l'inserimento del relativo seriale.

L'upgrade alla versione 3.4.3, scaricabile tramite Apple Software Update, non introduce altre funzionalità o cambiamenti alla release precedente ma si limita a risolvere il problema della richiesta continua del seriale.


Commenti (1)


23.14 | 0 komentar | Read More

HP e Lenovo, previsioni ottimistiche per i notebook nel 2013

Sebbene il mercato globale dei sistemi notebook abbia attraversato nell'anno in corso una fase di particolare stagnazione, HP e Lenovo hanno elaborato previsioni di consegne di circa 40 milioni di pezzi nel 2013: un risultato che consentirebbe, qualora dovesse concretizzarsi, di incrementare le consegne dei due produttori del 25% e del 35% rispetto ai volumi di consegne attuali.

Le informazioni giungono dai produttori taiwanesi di componenti, che tuttavia ritengono un po' troppo ottimistiche le previsioni dei due produttori. Le economie di USA ed Europa non hanno infatti ancora mostrato alcun segnale che possa indicare con chiarezza una ripresa dei mercati e a ciò va aggiunto che sarà necessario attendere ancora un po' di tempo prima che la domanda per i notebook con Windows 8 cresca in maniera sensibile, con molti consumatori che adottano un atteggiamento di cauto interesse nei confronti del nuovo sistema operativo.

Sembrano invece un po' più realistiche le previsioni dela coreana Samsung, che prevede di consegnare 17 milioni di sistemi notebook e ben 40 milioni di soluzioni tablet nel 2013, sperando quindi in una crescita, rispetto all'anno in corso, del 21% per quanto riguarda i notebook e del 300% per quanto riguarda i tablet.

Anche Toshiba e Acer hanno fissato obiettivi meno ambiziosi, prevedendo entrambi un volume di consegne per i sistemi notebook, rispettivamente, di 20 e 28 milioni di pezzi. In questo caso si tratterebbe di un incremento del 25% per Toshiba e dell'8% circa per Acer, sempre a confronto con le consegne dell'anno in corso.


23.14 | 0 komentar | Read More

Avira Free Antivirus

scheda aggiornata 1 ora fa

Valutazione

Media Voti

         

su 8 votazioni

Antivir è forse il software antivirus freeware più conosciuto e nominato nel web. Le funzionalità sono estremamente interessanti e l'approccio è molto simile a quello dei sw commerciali. Unica lacuna è la mancanza di un controllo sulle email inviate e ricevute.
Il menù per le impostazioni personalizzate è poco intuitivo. Con questa versione del prodotto Avira decide di rinunciare al brand Antivir utilizzato per i propri prodotti a partire dal 1988.


23.14 | 0 komentar | Read More

Steam su Linux, Client Beta adesso disponibile

Written By komlim puldel on Rabu, 07 November 2012 | 23.15

Il Client Beta di Steam per Linux attualmente supporta il gioco free to play Team Fortress 2. Insieme allo sparatutto multiplayer di Valve, altre due dozzine di titoli Steam sono già disponibili per il gioco su Linux. La versione di Steam per Linux, inoltre, supporta anche la modalità Big Picture, pensata per garantire l'interazione con Steam attraverso la TV e il controller. La modalità Big Picture è anch'essa in beta.

Steam

Il Client Beta è adesso disponibile per l'installazione su Ubuntu 12.04 e più recenti. Valve ha iniziato a parlare di apertura alla fase di testing del nuovo client anche per gli utenti che non si occupano di sviluppo in maniera professionale dalla scorsa settimana. In quell'occasione Valve diceva di essere "principalmente interessata a utenti Linux con esperienza". La software house di Bellevue ha detto di aver ricevuto oltre 60 mila richieste, ma solamente mille slot sono disponibili.

Il Client Linux di Steam verrà reso disponibile a un maggior numero di utenti nel corso della fase di testing. L'obiettivo finale di Valve è di avere un Client che offra tutte le funzionalità della controparte per Windows e che si caratterizzi per lo stesso livello di stabilità e di prestazioni. Nel futuro tutti i giochi basati su Source Engine saranno convertiti, a partire da Left 4 Dead 2.

"È una grande pietra miliare per lo sviluppo di videogiochi per PC", dice Gabe Newell, direttore di Valve. "Gli utenti di Steam ci hanno chiesto di sostenere il gaming su Linux, e siamo dunque contenti di portare le ricche forme di intrattenimento e la nostra community su questa piattaforma aperta e customer-friendly".


23.15 | 0 komentar | Read More

Canon: nuovi EF 24-70mm F4L IS USM ed EF 35mm F2 IS USM

Canon, dopo la presentazione di EOS 6D continua ad occuparsi del segmento full frame questa volta però presentando due nuove ottiche della serie EF.

Gli obiettivi in questione non vanno a coprire focali "scoperte" dal listino di ottiche Canon ma si affiancano ad obiettivi di uguale focale distinguendosi per diverse caratteristiche, non ultima delle quali il prezzo.

La casa biancorossa ha aggiunto un nuovo obiettivo alla prestigiosa gamma L introducendo l'EF 24-70mm F4L IS USM. Lo zoom, che include al suo interno due lenti asferiche e due a bassa dispersione, tutte con rivestimento Super Spectra per ridurre al minimo il numero di effetti indesiderati, si avvale di un diaframma a nove lamelle e di una funzione macro che consente scatti con un ingrandimento massimo di 0,7x.

Il focale fissa EF 35mm F2 IS USM presentato rappresenta il primo 35mm stabilizzato della casa. Lo stabilizzatore, in grado di far guadagnare fino a 4 stop, è inoltre capace di distinguere i movimenti orizzontali e verticali per consentire di scattare foto con effetto panning mantenendo la stabilizzazione attiva solamente su un asse.

Le due ottiche, vendute rispettivamente ai prezzi di €1.795 ed €965, saranno le prime ad essere vendute con i nuovi copriobiettivi Canon. Denominati secondo la classica terminologia della casa "Mark II", sono dotati di meccanismo di aggancio al centro del tappo anziché sui lati, scelta analoga a quella optata dal principale competitor Nikon da tempo.


23.15 | 0 komentar | Read More

Una CPU AMD FX a 8 core con TDP di 95 Watt

Una CPU AMD FX a 8 core con TDP di 95 Watt Paolo Corsini 07 Novembre 2012, alle 14:01 Processori

"AMD al lavoro per proporre una versione di processore della famiglia FX, per sistemi desktop socket AM3+, caratterizzata da un ivello di TDP contenuto in 95 Watt contro i 125 Watt degli altri modelli a listino"


AMD starebbe preparando una nuova versione di processore della famiglia FX dotata di architettura a 8 core, caratterizzata però da un livello di TDP inferiore a quello di 125 Watt di default per le versioni attualmente presenti sul mercato.

Stando a quanto riportato dal sito techpowerup a questo indirizzo l'azienda americana avrebbe infatti in previsione di presentare una CPU indicata con il nome di FX-8300, dotata di architettura a 8 core e di una frequenza di clock di default pari a 3,2 GHz, con la possibilità di spingersi sino a 3,6 GHz per mezzo della tecnologia Turbo Boost. Grazie ad un contenimento della frequenza di clock rispetto alle altre due proposte della famiglia FX con architettura a 8 core il TDP risultante sarebbe pari a 95 Watt.

Queste sono al momento attuale le versioni di processore AMD della famiglia FX di seconda generazione, basate su architettura nota con il nome in codice di Piledriver:

Modello

TDP Core Clock Clock Turbo Cache L2 Cache L3 Memoria DDR3 Prezzo
FX-8350 125W 8 4 GHz 4,2 GHz 8MB 8MB 1.866 MHz $195
FX-8320 125W 8 3,5 GHz 4 GHz 8MB 8MB 1.866 MHz $169
FX-6300 95W 6 3,5 GHz 4,1 GHz 6MB 8MB 1.866 MHz $132
FX-4300 95W 4 3,8 GHz 4 GHz 4MB 8MB 1.866 MHz $122

Con la prima generazione di processori della famiglia FX per sistemi socket AM3+, basati su architettura Bulldozer, AMD era stata capace di proporre versioni con TDP contenuto in 95 Watt ma non in abbinamento a 8 core; il modello FX-6100, con architettura a 6 core e frequenza di clock di 3,3 GHz, era stato capace di questo risultato assieme al modello FX-4100, quest'ultimo con architettura quad core e frequenza di clock di 3,6 GHz.

Commenti (7)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Totale commenti: 7
« Pagina Precedente | Pag 1 di 1 | Pagina Successiva »

Consiglia Hardware Upgrade su Google

Nokia Lumia 920: unboxing in redazione

Sony Vaio Tap 20 con display multitouch e Windows 8

Apple iPad Mini - unboxing

Windows Phone 8 e nuovi Nexus - TGtech

Photosynth, foto panoramiche a 360° su iOS e Windows Phone

ZTE MOMODESIGN MD Droid: la batteria un punto di forza


23.14 | 0 komentar | Read More

Nokia Lumia 920: unboxing in redazione [VIDEO]

Nokia Lumia 920: unboxing in redazione [VIDEO] Davide Fasola 07 Novembre 2012, alle 14:35 Telefonia

"Lo scorso 5 di settembre Nokia ha annunciato tramite un evento tenutosi a New York i propri nuovi terminali della serie Lumia, ovvero Nokia Lumia 920 (qui in video) e Lumia 820"


Lo scorso 5 di settembre Nokia ha annunciato tramite un evento tenutosi a New York i propri nuovi terminali della serie Lumia, quelli che per primi saranno dotati del nuovo sistema operativo mobile di Microsoft, Windows Phone 8, ovvero Nokia Lumia 920 (qui in video) e Lumia 820.

Le due soluzioni si inseriscono rispettivamente nella fascia alta e media del mercato e annoverano caratteristiche tecniche corrispondenti al livello di mercato al quale appartengono.

In particolare, Nokia Lumia 920 può contare su un display da 4,5 pollici a risoluzione 1280x720 pixel, processore Snapdragon S4 dual-core e fotocamera da 8,7 megapixel dotata di tecnologia PureView, in grado, secondo Nokia, di offrire la migliore esperienza fotografica mai vista fino ad oggi su uno smartphone in ogni condizione di luce, grazie anche alla lente F 2.0 e al modulo integralmente stabilizzato.

Nokia Lumia 920 sarà tra poco disponibile sia tramite gli operatori che tramite le catene di negozi di elettronica ad un prezzo di listino di 599 euro.

Commenti (15)

Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - Info
Per contattare l'autore del pezzo, così da avere una risposta rapida, si prega di utilizzare l'email personale (vedere in alto sotto il titolo). Non è detto che una domanda diretta inserita nei commenti venga verificata in tempi rapidi. In alternativa contattare la redazione a questo indirizzo email.
Commento # 9 di: 930BF pubblicato il 07 Novembre 2012, 15:55

mha... a me non convince ancora a livello di device...

TROPPA CORNICE CAVOLO!!!

oltre al fatto che quei 3 tasti sono orrendi... ma questo è soggettivo.

Sarà per la prossima volta... promette bene ma non è ancora pronto... chissà come sarà windows phone 9... attendo quest'ultimo

Commento # 10 di: Eraser|85 pubblicato il 07 Novembre 2012, 15:59

La base per la ricarica wireless è inclusa in un offerta limitata che terminerà a Gennaio 2013.

[SIZE="1"]Fonte: MobileBlog.it[/SIZE]


Consiglia Hardware Upgrade su Google

Nokia Lumia 920: unboxing in redazione

Sony Vaio Tap 20 con display multitouch e Windows 8

Apple iPad Mini - unboxing

Windows Phone 8 e nuovi Nexus - TGtech

Photosynth, foto panoramiche a 360° su iOS e Windows Phone

ZTE MOMODESIGN MD Droid: la batteria un punto di forza


23.14 | 0 komentar | Read More
techieblogger.com Techie Blogger Techie Blogger