Diberdayakan oleh Blogger.

Popular Posts Today

Rimosso il clone del Control Center da Google Play sotto richiesta di Apple, ma non per molto

Written By komlim puldel on Rabu, 31 Juli 2013 | 23.15

Su internet è possibile leggere pareri estremamente discordanti riguardo iOS 7, l'ultima evoluzione del sistema operativo mobile di Cupertino per iPhone, iPod touch e iPad, rivoluzionato soprattutto per quanto riguarda l'aspetto estetico e l'interfaccia utente.

A capo del team che si occupa della supervisione dei lavori di restyling abbiamo niente meno che Jony Ive, il designer britannico a cui dobbiamo l'estetica di tutti i dispositivi della Mela da anni. L'interfaccia estremamente giocosa di iOS 7 ha fatto sì che i pareri sul nuovo lavoro di Ive e colleghi fossero diametralmente opposti fra di loro.

Tuttavia, su Android non sono tardati ad arrivare temi ed applicazioni intere che riproducono fedelmente l'aspetto estetico di iOS 7, che permettono di replicare l'intera interfaccia di quest'ultimo anche su terminali basati su piattaforma operativa Google.

Una fra queste era Control Center, applicazione che potevamo trovare su Google Play Store che "clona" appunto il Centro di Controllo di iOS 7. Come riporta Electronista, Apple ha reclamato i diritti d'autore sulla tecnologia richiedendo alla società di Mountain View di rimuovere i contenuti considerati illeciti dal proprio store virtuale, operazione effettuata in poche ore dalla richiesta formale.

Il Control Center è una delle funzioni aggiuntive di iOS 7 che permette di gestire rapidamente le opzioni di più frequente accesso sui dispositivi Apple, come l'attivazione di Wi-Fi, Bluetooth e Modalità Aereo o l'avere sempre a portata di mano i controlli di riproduzione multimediali.

Hi Tools Studio, sviluppatore di Control Center su Android, ha già approntato alcune modifiche alla versione originale dell'applicazione pubblicandola nuovamente sul Google Play. Lo stile e le funzionalità ricordano ancora molto da vicino quelle presenti su iOS 7, quindi si prevedono ulteriori rappresaglie da parte della società di Cupertino.

Control Center è disponibile su Google Play Store. È possibile effettuare il download cliccando qui.


23.15 | 0 komentar | Read More

Hard Disk riempiti con elio, in commercio entro la fine dell'anno

Western Digital Corporation ha riconfermato questa settimana i piani per la commercializzazione dei primi hard disk "sealed-drive" entro l'anno in corso da parte della sussidiaria HGST. Gli hard disk "sealed-drive" sono soluzioni caratterizzate dalla presenza di elio all'interno del dispositivo, in maniera da ridurre gli attriti tra le parti in movimento per poter avvicinare ancor di più piatti e testine allo scopo di incrementare la capacità delle unità di storage e la loro durata nel corso del tempo.

Stephen D. Milligan, CEO di Western Digital, ha dichiarato nel corso dell'ultima conferenza con gli analisti: "Stiamo attualmente fornendo alcuni campioni di questi prodotti ai clienti selezionati. Ci aspettiamo di iniziare le consegne di queste unità e di realizzare fatturato prima della fine dell'anno. Il prodotto di prima generazione non vedrà particolari volumi di produzione dal momento che i clienti si avvicineranno ad esso con cautela. Dubito che almeno inizialmente questo possa spostare qualcosa in termini di market share. Dovremo vedere come si sviluppa l'adozione da questo punto".

L'elio è caratterizzato da una densità pari ad 1/7 della densità dell'aria, da qui la motivazione ad usare questo gas per la realizzazione degli hard disk di prossima generazione. La minore densità dell'elio, infatti, permette di esercitare una minor resistenza sui piatti rotanti, la cui diretta conseguenza è una riduzione dell'energia necessaria all'azionamento del motore di rotazione dei piatti. La minor densità causa inoltre minori vibrazioni delle parti mobili all'interno dell'hard disk, consentendo così di ridurre la distanza tra i piatti e tra le tracce dei piatti stessi

Utilizzando l'elio come gas riempitivo interno ad un hard disk è possibile incorporare fino a sette piatti in un tradizionale formato da 3,5 pollici, due in più rispetto a quanto possibile con le tecniche tradizionali. In questo modo si aggira la necessità di dover trovare rivoluzioni tecnologiche per incrementare la densità areale dei piatti per realizzare hard disk ad elevata capacità. I dischi sealed-drive, grazie alla maggiore capacità e al minor costo per gigabyte, sono in grado di migliorare considerevolmente il TCO nei datacenter a qualsiasi livello: capacità, energia, raffreddamento e densità di storage dal momento che vengono migliorate tutte le metriche di cost-per-terabyte, watt-per-terabyte, terabyte-per-system weight e terabyte-per-square foot.

Le specifiche dei nuovi drive e le capienze saranno rivelate in un secondo momento, in prossimità del lancio commerciale dei prodotti. In ogni caso è possibile supporre che, con l'adozione di piatti da 1TB, ormai sul mercato da diverso tempo, un hard disk da 7TB di capienza complessiva possa divenire realtà in un futuro non troppo lontano. Attualmente non è ancora chiaro se HGST intenda impiegare questa tecnologia anche per la realizzazione di hard disk destinati al mondo consumer.

Steve Campbell, CTO di HGST, ha commentato: "Da lungo tempo si conoscono i benefici di un hard disk riempito ad elio. La rivoluzione è nel prodotto e nel processo, che sigilla l'elio all'interno dello chassis dell'hard disk in maniera conveniente nella produzione ad alti volumi. Siao entusiasti dell'introduzione di questa piattaforma che è il risultato di oltre 6 anni di sviluppo nella scienza dei materiali, nell'engineering meccanico e nella tecnologia di processo. Grazie al duro lavoro dei nostri team di ricercatori e ingeneri le nostre linee pilota sono attive e operative, mettendo HGST nella posizione di introdurre per prima questa tecnologia sul mercato".

HGST ha avuto modo di mettere a confronto un hard disk ad elio con un drive tradizionale di pari caratteristiche, dimostrando una riduzione del 23% nel consumo energetico. Considerando la capacità aggiuntiva che deriva dai due piatti in più, il miglioramento in termini di watt-per-TB è del 45% circa. Oltre a consumare meno energia, il drive opera ad una temperatura inferiore di circa 4°C, richiedendo quindi meno sforzi per il raffreddamento nelle installazioni rack e nei datacenter.


23.15 | 0 komentar | Read More

AVG Antivirus Free

scheda aggiornata 2 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 4 votazioni

Versione 2013 freeware del famoso antivirus sviluppato da AVG Technologies. Le opzioni disponibili consentono una completa protezione del sistema da virus e malware; si segnala, oltre alla scansione in realtime, anche il controllo dei messaggi email in entrata e in uscita.

Di fatto questa versione non ha particolari e macroscopiche limitazioni rispetto alle release coperte da licenza commerciale; il supporto post vendita ovviamente non viene garantito ma comunque la disponibilità di svariata documentazione online dovrebbe sopperire alla mancanza.

La licenza gratuita è disponibile solo per impieghi personali o in ambito domestico.


23.15 | 0 komentar | Read More

Nuovo Nexus 7: risultato disastroso nei primi test di resistenza

Ed ecco balenare rapidamente i primi difetti per uno di quei tablet che, dati alla mano, sembrava esente dalla possibilità di una qualsiasi critica. I ragazzi di Android Authority hanno, come da tradizione, sottoposto ad una serie di "drop test" il nuovo Nexus 7, un dispositivo che per altri versi potremmo solamente decantarne le lodi.

Tuttavia, il nuovo tablet "Pure Google" di Asus ha ottenuto risultati disastrosi nei test del sito americano, test volti ad appurare la resistenza del dispositivo in base a diverse tipologie di cadute. Il terminale non è riuscito a "sopravvivere" nemmeno al primo impatto, dopo una piccola illusione iniziale.

L'autore del video, che potete vedere di seguito nella pagina, era rimasto piacevolmente sorpreso dopo la prima esecuzione, dal momento che Nexus 7 soffriva solamente di qualche piccolo graffio e poco più. La struttura era rimasta intatta così come lo schermo, in seguito a una caduta sulla sua parte posteriore. Purtroppo, nel tentativo di accendere il dispositivo per andare avanti con la serie di prove, l'autore è rimasto sorpreso vedendo che il Nexus 7 utilizzato non mostrava più alcun segno di vita.


23.15 | 0 komentar | Read More

Microsoft Office arriva su Android, ma solo per gli utenti abbonati

Seguendo il rilascio su App Store di Apple, Microsoft Office arriva anche su Android gratuitamente per tutti gli utenti iscritti ai servizi Office 365. Tramite l'applicazione sarà possibile visualizzare, modificare e salvare anche in cloud i documenti di Word, Excel e PowerPoint direttamente dal proprio dispositivo Android.

L'applicazione è disponibile solamente negli Stati Uniti al momento attuale ma prevediamo un rilascio in tempi particolarmente brevi anche in Europa, così come successo sullo store di Cupertino. Non è prevista invece una versione gratuita per tutti gli utenti, né - quasi inspiegabilmente - per coloro che hanno acquistato regolarmente la versione desktop della suite di lavoro di Microsoft.

Microsoft Office Android

Altrettanto inspiegabilmente manca una versione per tablet, dispositivi questi ultimi che si sarebbero prestati meglio alla modifica e visualizzazione di documenti nei vari formati presenti nella suite di Microsoft.

Pertanto, Microsoft Office è disponibile solamente per gli utenti iscritti a pagamento all'ecosistema di Microsoft e permette le funzionalità basilari delle rispettive versioni per ambienti desktop con il supporto a tutti gli elementi di queste ultime come tabelle, animazioni e SmartArt. I documenti appariranno allo stesso modo sui dispositivi Android come sugli applicativi per desktop.

È possibile trovare maggiori informazioni sul Google Play Store americano, in cui si può anche effettuare il download se si dispone di un account al servizio statunitense.


23.15 | 0 komentar | Read More

AVG Internet Security

scheda aggiornata 1 ora fa

Valutazione

Media Voti

         

su 2 votazioni

AVG Internet Security è un pacchetto che include vari tool per la sicurezza del sistema, comprendente Anti-Virus, Anti-Spyware e Anti-Spam.


23.15 | 0 komentar | Read More

Driver NVIDIA GeForce 326.41

scheda aggiornata 59 minuti fa

Valutazione

Media Voti

         

su 0 votazioni

Riepilogo della release

This driver enables GeForce to SHIELD streaming and is also a recommended driver update for the Windows 8.1 Preview. GeForce R326 drivers also provide performance increases for a variety of different games.

New in GeForce R326 Drivers

Novità dei driver GeForce R326

  • Aumento delle prestazioni – incrementa di un massimo del 19% le prestazioni delle GPU GeForce serie 400/500/600/700 con diversi giochi per PC rispetto ai driver GeForce 320.49 con certificazione WHQL. I risultati effettivi possono variare in base alla GPU e alla configurazione del sistema. Esso un esempio dei miglioramenti riscontrati:
  • GeForce GTX 770:
    • Sino al 15% di prestazioni in più per Dirt: Showdown
    • Sino al 6% di prestazioni in più per Tomb Raider
  • GeForce GTX 770 SLI:
    • Sino al 19% di prestazioni in più per Dirt: Showdown
    • Sino al 11% di prestazioni in più per F1 2012
  • Tecnologia SLI
    • Aggiunto il profilo SLI per Splinter Cell: Blacklist
    • Aggiunto il profilo SLI per Batman: Arkham Origins
  • 4K Displays
    • Adds support for additional tiled 4K displays
    • Extended support for tiled 4K features

Ulteriori dettagli

  • Include il software di sistema PhysX 9.13.0604.
  • Installa HD Audio v1.3.26.4
  • Include il supporto delle applicazioni realizzate usando l'anteprima di CUDA 5,5 o una versione precedente del toolkit di CUDA. Altre informazioni sono disponibili all'indirizzo http://developer.nvidia.com/cuda-toolkit
  • Supporta OpenGL 4.3 per le GPU GeForce serie 400 e successive.
  • Supporta DisplayPort 1.2 per le GPU GeForce GTX serie 600.
  • Supporta più linguaggi e API per il GPU Computing: CUDA C, CUDA C++, CUDA Fortran, OpenCL, DirectCompute e Microsoft C++ AMP.
  • Supporta GPU singole e la tecnologia NVIDIA SLI su DirectX 9, DirectX 10, DirectX 11 e OpenGL, incluse le configurazioni 3-way SLI, Quad SLI e il supporto di SLI su schede madri Intel e AMD con certificazione SLI.

23.15 | 0 komentar | Read More

Xbox One, il nuovo Kinect è 'dieci volte più potente'

Written By komlim puldel on Rabu, 24 Juli 2013 | 23.15

In un recente post su Xbox.com, Microsoft ha descritto quello che di nuovo avrà da offrire Xbox One, concentrandosi con particolare attenzione sul nuovo Kinect.

A parlare è Nick Burton, di Rare: "Il nuovo Kinect ha 10 volte la potenza del suo predecessore. Può registrare un tocco da tre metri di distanza e il suo raggio d'azione ampliato gli consentirà di registrare un maggior numero di giocatori, anche se più vicini al device".

Burton, attualmente al lavoro su Kinect Sports Rivals, spiega come la maggior sensibilità del Kinect si riverbererà in positivo nel gioco: "A seconda dell'intensità di rotazione del polso avremo una differente accelerazione dei jetpack ingame e il gioco sarà in grado di riflettere con precisione la posizione delle mani durante il free-climbing".

Il nuovo Kinect, poi, non utilizzerà più gli Avatar di Xbox: "sarà in grado, infatti, - prosegue Burton - di catturare la struttura facciale, la pettinatura, il colore della pelle, la massa corporea e persino l'espressione del giocatore, costruendo, in pochi secondi, un alter-ego virtuale davvero somigliante all'utente".


23.15 | 0 komentar | Read More

Evento di lancio nuovo Google Nexus 7, seguilo qui su Hardware Upgrade!

Rio de Janeiro, 24 luglio 2013 - Papa Francesco, in Brasile per le Giornate mondiali della gioventù, ha lasciato Rio de Janeiro ed è in viaggio per il Santuario di Aparecida (7 milioni di pellegrini all'anno), nello Stato di San Paolo, dove sotto una pioggia battente migliaia di persone, a dispetto di un meteo inclemente e di temperature eccezionalmente fredde a queste latitutidini (da 5 a 10 gradi), hanno atteso l'arrivo del Pontefice.AEREO PIU' ELICOTTERO - Il maltempo ha parzialmente modificato il programma papale. Uscito dal residence dell'Assunzione di Sumarè, nord di Rio, il Papa con la valigia in mano (vedi foto della partenza dall'Italia) non ha effettuato il trasferimento in elicottero, bensì in aereo, destinazione San Josè dos Campos, 70 km da Aparecida. Solo qui, una volta atterrato, alle 14.30 ora italiana, Papa Francesco è salito sull'elicottero che lo ha fatto atterrare pochi minuti dopo le 15 ad Aparecida, la lourdes sudamericana, sede del santuario di Maria Vergine scelto come luogo di preghiera e incontro coi fedeli nel terzo giorno della visita in Brasile, la prima di un papa sudamericano.SUBITO IN PREGHIERA - Subito dopo essere sceso dall'elicottero che lo ha portato ad Aparecida, il Papa è salito su una jeep bianca che lo ha lentamente portato verso il santuario. Lungo un percorso transennato, Jorge Bergoglio ha salutato i fedeli, molti dei quali hanno passato la notte fuori dall' ingresso del santuario nonostante il freddo intenso di queste ore. Tra i tanti ombrelli spuntano soprattutto le bandiere di molti paesi latinoamericani (Brasile, Argentina, Messico, Venezuela, Bolivia). Ma ci sono anche i colori italiani, francesi e americani. Al suo arrivo, Bergoglio è stato accolto dal dal vescovo di Aparecida e presidente della conferenza dei episcopale del Brasile, Raymundo Damasceno. Portato nella sala dei 12 Apostoli, il Papa si è subito raccolto in preghiera dinanzi all'immagine della Vergine di Aparecida. Poi si è avvicinato all'immagine di Nostra Signora di Aparecida, tendendo la mano per toccarne il vetro di protezione.LA MESSA - All'inizio della celebrazione solenne, il cardinale Damasceno dona al Papa una riproduzione lignea dell'immagine di Nossa Senhora Aparecida, scolpita da un artista locale. "Il colore nero dell`immagine, Santo Padre, secondo gli studiosi, è probabilmente il risultato del fango del fiume e del fumo delle candele. Ma è stato anche interpretato come un riferimento alle sofferenze dei poveri e degli esclusi, specialmente del popolo nero, nel corso della storia del Brasile. Vederlo nel volto della Madre Immacolata di Nostro Signore risveglia continuamente la nostra Chiesa affinché s'impegni con i poveri, e sia a sua volta povera, per evangelizzare. Così, libera, può servire Nostro Signore e il suo Vangelo".L'APPELLO - Continua Damasceno: "Per mezzo dell`immagine che le sarà donata, Santità, chiedo a Nostra Signora, a nome del popolo brasiliano, di accompagnare e di benedire il suo ministero. Ma desideriamo anche che il pensiero, l'affetto, e soprattutto le preghiere del Papa, accompagnino la grande nazione brasiliana, affinché, giusta e fraterna, cresca nella pace. E accompagnino la Chiesa in Brasile, cosicché, fedele alla sua missione di annunciare il Vangelo e di testimoniarlo ogni giorno, onori sempre la sua storia di fede, e avanzi, in mezzo alle sfide presenti, confidando nella presenza e nella protezione divina e nella materna intercessione di Nossa Senhora Aparecida, Regina e Patrona del Brasile".SUMMIT SICUREZZA - Intanto stamattina, in un summit tenutosi a Sumarè tra autorità brasiliane e vaticane, è stato deciso che domani nella visita all'ospedale di San Francesco d'Assisi il Pontefice non utilizzerà la jeep scoperta. Ne ha dato notizia il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, precisando che "per la parte brasiliana, erano presenti anche due ministri: Carvalho della Presidenza e Cardoso della Giustizia, mentre per quella vaticana c'erano il nunzio apostolico D'Aniello, il comandante della Gendarmeria Giani e l'organizzatore dei viaggi papali Gasbarri". CALMA VATICANA - L'incremento delle misure di sicurezza sarà limitato alla visita in ospedale, mentre negli altri appuntamenti delle Gmg il Papa - sempre deciso ad avere un contatto anche fisico con i fedeli - continuerà ad usare la jeep scoperta. Padre Federico Lombardi ha tenuto a precisare che incontri di questo tipo sono la norma quando il Papa è all'estero e che le decisioni prese nono sono state influenzate da quanto accaduto lunedì, quando per un errore dell'autista la jeep del Papa si è trovata improvvisamente imbottigliata nel traffico con evidente diminuzione dei livelli di sicurezza. Quanto agli uomini della scorta brasiliana, Lombardi ha detto che non crede "sia aumentate di numero" e che in tutti i trasferimenti la vettura del Papa resta affidata "a un autista brasiliano, com'è logico che sia".'NESSUN PROBLEMA' - "Mio fratello non è per nulla preoccupato per la sua sicurezza durante questo suo viaggio". A chiudere la disputa sulle falle della rete di sicurezza che il governo brasiliano ha steso intorno a Papa Bergoglio, e vistosamente apparsa inadeguata il giorno del suo arrivo, è stata la sorella del Pontefice. Intervistata dalle maggiori media brasiliane, Maria Elena Borgoglio ha detto che il suo congiunto l'ha rassicurata con una telefonata, è tranquillo e che comunque, anche da arcivescovo, amava andare da solo e senza scorte anche dentro le favelas più pericolose. Maria Elena si riferiva al lungo soggiorno che Jorge Bergoglio aveva trascorso in Brasile, Paese che conosce benissimo, quando nel 2007 fu uno dei protagonisti dell'assemblea dell'episcopato latino americano ad Aparecida. "In un Paese di 'forze speciali, con il suo calmo sorriso il Papa ha insegnato che le strade sono di tutti e perciò, nel percorrerle, nessuno deve sentirsi in pericolo pericolo", ha commentato l'arcivescovo di Rio De Janeiro, Joao Orani Tempesta.AFFLUSO CONTINUO - E mentre il Papa vola ad Aparecida, nel santuario mariano più importante di tutto il Sudamerica, a Rio continuano ad arrivare migliaia di giovani, pronti ad unirsi ai 500.000 (fonte: i media brasiliani - 350.000 secondo la polizia), che ieri sulla spiaggia di Copacabana anno festeggiato l'arrivo del Pontefice rimasto a Sumarè a riposarsi.PROVA GENERALE - La messa, presieduta dall'arcivescovo Orani Tempesta, è stata concelebrata da 250 presuli di tutto e preceduta da performance artistiche e grande musica alternata a momenti di preghiera. "Si tratta di un luogo che è il simbolo della città; tutti sanno cosa significa Copacabana per Rio de Janeiro in termini d'identita', e ha anche il nome di Nostra Signora", ha detto l'arcivescovo. PREGHIERA E IMPEGNO - "Nei prossimi giorni questa città - ha sottolineato il cardinale Stanislao Rylko, presidente del Pontificio Consiglio per i laici - sarà la capitale della gioventù cattolica convenuta qui dagli angoli più remoti del pianeta. E così mentre Papa Francesco celebrerà messa ad Aparecida, i ragazzi del Gmg - divisi in 273 luoghi diversi della città - ascolteranno le catechesi dei loro vescovi. Ci si rivedrà poi tutti insieme giovedì - promette il cardinale Rylko -, su questa spiaggia incantata che ha la forma di uno spicchio di luna, per il primo incontro di Francesco con i ragazzi della Gmg". Che nel frattempo saranno con ogni probabilità diventati un milione.PAROLA DI FRANCESCO - A loro - ai protagonisti di queste Gmg - Papa Francesco dall'account @Pontifex ha già lanciato un tweet di inequivoco impegno: "Cari giovani, Cristo ha fiducia in voi e vi affida la sua stessa missione: Andate, fate discepoli #Rio2013 #JMJ''.BAGNASCO E BERTONE - "I giovani fanno fatica a pensare al proprio futuro proprio per la mancanza del lavoro, per la difficoltà a entrare nel mondo lavorativo e quindi a fare un progetto di vita", commenta il presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco. "La Chiesa Cattolica e il Papa - ha detto Bagnasco al suo arrivo a Rio con una dichiarazione diffusa dal Servizio Informazione Religiosa - vogliono rassicurarli e chiedere a tutto il mondo degli adulti che non abbandonino i giovani sia sotto il profilo della testimonianza nei valori morali, nella visione di una vita seria e non effimera sia dal punto di vista dell'impianto sociale, lavorativo, economico". "Proprio perché tutti vogliamo un mondo migliore, è necessario puntare sui giovani", ha ribadito da parte sua il segretario di Stato vaticano, cardinale Tarcisio Bertone.CAMBIO DI PROGRAMMA - Il Papa, oggi in trasferta ad Aparecida, continua così a incantare i giovani di tutto il Sudamerica. Tant'è che anche il programma di domani ha subito un lieve cambiamento per l'udienza privata coi giovani argentini che il Santo Padre ha voluto dedicare ai suoi connazionali.AFFARE DI STATO - La presidente brasiliana Dilma Roussef ha intanto comunicato che alla messa papale di domani a Rio assisteranno capi di Stato e ambasciatori di tutti i principali paesi sudamericani. FOTO: TUTTE LE IMMAGINI DEL PAPA A RIO DE JANEIRO


23.15 | 0 komentar | Read More

Viber, l'app di messaggistica violata da gruppo attivista siriano

Viber, uno dei servizi di comunicazione online più diffusi in ambiente mobile, è stata apparentemente violata. Un gruppo hacker siriano pro-Assad (Syrian Electronic Army) ha rivendicato l'attacco proprio all'interno della pagina di supporto ai clienti della società, che mostrava fino a qualche minuto fa una scritta abbastanza preoccupante: "Cari utenti di Viber, Viber vi spia e vi traccia. Non siamo stati in grado di accedere a tutti i sistemi della società, ma molti sono progettati per spiarvi e tracciarvi."

Viber Hack

Viber ha subito inibito l'accesso alla pagina per evitare una situazione che avrebbe potuto compromettere la sicurezza di milioni di smartphone in tutto il mondo, dal momento che nei database della società sono contenuti gli UDID dei dispositivi iscritti e l'IP con cui questi si collegano ad internet durante le chiamate. Secondo il gruppo hacker, Viber manterrebbe questi dati nel tentativo di tracciare gli utenti iscritti al servizio.

In base a quanto riportato da 9To5Mac, la risposta della società non è tardata ad arrivare e sembra che la situazione sia stata causata da un caso isolato di phishing che ha visto come vittima un dipendente della stessa azienda. L'attacco si è verificato all'interno di due sistemi minori: un pannello del servizio ai clienti e un pannello di amministrazione.

Viber assicura che nessun dato appartenente agli utenti è stato compromesso e i database risultano intatti, né possono essere violati con un attacco di questo tipo. La situazione andrà ristabilita alla normalità nel minor tempo possibile.


23.15 | 0 komentar | Read More

Samsung: al via la produzione dei primi moduli da 3GB con processo produttivo a 20nm

Samsung ha comunicato sul proprio blog Samsung Tomorrow l'inizio della produzione di massa dei primi moduli LPDDR3 (low power double data rate) a 20nm. Si tratta delle memorie RAM con la più alta densità di produzione attualmente disponibili in commercio.

Samsung LPDD3 20nm

All'interno del package da 3GB troviamo sei moduli LPDDR3 disposti in maniera simmetrica con due serie di tre chip da 0,5GB ciascuno, il tutto in uno spessore ridotto a soli 0.8mm. La velocità di trasferimento dei dati sarà di 2.133Mbps.

Un modulo memoria di questo tipo permetterà l'introduzione sul mercato di dispositivi più sottili che consentiranno ai produttori di godere di più spazio all'interno dei sempre più angusti case dei dispositivi mobile.

Samsung è la prima società nel settore mobile che dispone di chip di memoria a 20nm: considerato che la quantità di RAM presente sulla maggior parte dei PC di oggi è di "soli" 4GB, la possibilità di averne 3 sui dispositivi mobile permetterà di avere performance simili a quanto avviene sui più ingombranti PC, rendendo sempre minore il gap fra questi ultimi e gli smartphone di ultima concezione.

In seguito alle ultime indiscrezioni che vorrebbero il Galaxy Note III con 3GB di RAM è probabile che potremo vedere ben presto la nuova tecnologia sul prossimo phablet del colosso sudcoreano.


23.15 | 0 komentar | Read More

Motorola, da ieri ufficiali Droid Ultra, Droid Maxx e Droid Mini

Come ci si aspettava ormai da qualche giorno, nel corso della giornata di ieri Motorola ha ufficialmente annunciato tre nuovi dispositivi della serie Droid: Motorola Droid Ultra, Motorola Droid Maxx e Motorola Droid Mini.

Come Motorola Droid Razr HD e Motorola Droid Razr HD Maxx, annunciati lo scorso anno, anche in nuovi Droid Ultra e Droid Maxx costeranno negli Stati Uniti 199.99$ e 299.99$, ovviamente abbinati ad un contratto. Il nuovo Motorola Droid Mini, versione dalle contenute dimensioni e dalla scheda tecnica inferiore sarà invece posizionato a 99.99$ sempre abbinato ad un contratto.

I tre nuovi dispositivi sono già disponibili per il pre-ordine e arriveranno fisicamente nei negozi Verizon il prossimo 20 di Agosto, 29 per quanto riguarda Droid Mini.

La scheda tecnica dei terminali non è ancora stata sviscerata con precisione in tun dote il nuovo Motorola X8 Mobile Computing System, il primo prodotto internamente dalla stessa Motorola. L'X8 offre un totale di otto core logici, come intuibile dal nome, che includono una CPU dual-core per le applicazioni, un core per le operazioni di computing contestuali, un core dedicato alla proccessazione del linguaggio, e quattro GPU core.

Droid Ultra è poi dotato di un display da 5 pollici a risoluzione HD con tecnologia OLED, controlli vocali, fotocamera da 10 megapixel, trattamento idrorepellente e fibra di kevlar per la cover posteriore. La soluzione ha uno spessore di soli 7,18mm che lo rende lo smartphone LTE più sottile attualmente in commercio.

Droid Maxx è molto simile per quanto riguarda le caratteristiche tecniche a Droid Ultra ma annovera una batteria da ben 3500 mAh che dovrebbe essere in grado di garantire due giorni pieni di operatività. Ovviamente lo spessore della soluzione risulta leggermente maggiorato ma nonostante ciò si attesta a soli 8,5 mm.

Droid Mini è molto simile alle altre due soluzioni per quanto riguarda il design ma le dimensioni sono sensibilmente inferiori, merito ovviamente del display da soli 4,3 pollici.

Restiamo in attesa del prossimo terminale Motorola, quello che molti aspettano con ansia molto più che i nuovi Droid. Appuntamento al 1 agosto quindi: il giorno di Motorola Moto X.


23.15 | 0 komentar | Read More

Nuove immagini del sistema operativo di PS4

Le nuove immagini mostrano il feed delle attività, lo streaming del gameplay sui dispositivi mobile, l'integrazione con i tablet e le pagine prodotto specifiche per i singoli giochi.

Il sistema operativo di PlayStation 4, come più volte reclamizzato dalla stessa Sony, permetterà di condividere istantaneamente il gameplay sui circuiti sociali. Sony ha recentemente confermato che la console registrerà continuamente gli ultimi 15 minuti di gameplay, memorizzando i dati in locale. Sarà così possibile in qualsiasi momento fare l'upload del video su internet.

Il nuovo gamepad della console infatti è dotato del tasto Share, pensato appositamente per consentire la condivisione dei contenuti in maniera immediata. I giocatori useranno il software integrato Ustream per smaltire la procedura di upload, ma anche per le operazioni di montaggio dei filmati.

L'annuncio della capacità di registrare gli ultimi 15 minuti è sembrato una risposta agli ultimi proclami di Microsoft, che aveva fatto sapere che Xbox One è in grado di memorizzare in locale gli ultimi cinque minuti di gioco.

L'interfaccia grafica di PlayStation 4, inoltre, non sembra differire di molto rispetto a quella della rivale Xbox One. Entrambe le console, come noto, si baseranno su hardware tra di loro molto simili, per cui le vere differenze riguarderanno piuttosto i due line-up e le esclusive.

Dovrebbero arrivare sul mercato nel prossimo mese di novembre.


23.15 | 0 komentar | Read More

Nuovo iPhone low-cost ecco alcune nuove foto del dispositivo assemblato

Abbiamo visto molte foto del nuovo iPhone low cost e nel corso di queste ultime ore si stanno ulteriormente intensificando i rumors a riguardo. Giusto qualche ora fa avevamo dato notizia della comparsa online di un video in cui era ritratta la scocca del nuovo iPhone Lite low-cost comparata con quella delle vecchie versioni di iPhone e iPod Touch ma è bastato attendere davvero poco per scovare online anche le prima foto dello stesso, questa volta completamente assemblato.

Le immagini riportate qui giungono dal sito Tactus, noto produttore di cover, e ci mostrano il terminale completo di display, flash, tasti fisici e connettore lightning. Le immagini realative al nuovo iPhone low-cost mostrano quello che potrebbe essere un display da 4 pollici, proprio come quello di iPhone 5 e, salvo imprevisti, dovrebbe trattarsi proprio del Retina display montato anche sull'attuale top di gamma.

Sempre dalle foto pubblicate possiamo inoltre osservare il posizionamento del flash LED e della fotocamera, come anche di tutti gli altri componenti del terminale. Una soluzione completamente assemblata quindi, anche se, l'assenza si una immagine in cui il terminale è acceso ci fa pensare ad un sample non funzionante.

Poco importa comunque, il sistema operativo sarà infatti quasi sicurmente iOS 7, presentato ormai più di un mese fa e più volte analizzato nei suoi aspetti.

Posto affianco all'attuale iPhone 5 possiamo notare come le dimensioni non dovrebbero differire di molto e, anzi, nonstante i materiali decisamente meno importanti, la soluzione più economica non sembra sfigurare eccessivamente. Secondo Tactus, infatti, il terminale dovrebbe essere solamente 1,4 mm più spesso rispetto all'attuale proposta e dovrebbe misurare 120 mm di altezza.

Certo ancora non abbiamo alcuna conferma ma le informazioni trapelate inziano a farsi sempre più precise e i lavori sembrano in stato abbastanza avanzato. Attendiamo ulteriori info a riguardo.


23.15 | 0 komentar | Read More

Due pirati devono pagare a Nintendo quasi un milione di dollari per l'uso delle schede R4

Written By komlim puldel on Rabu, 10 Juli 2013 | 23.15

È noto che l'uso delle schede R4 è considerato illegale nella maggior parte delle nazioni al mondo. Ma individuare chi non rispetta la legge è molto difficile, anche perché le soluzioni R4 per DS sono diffusissime dappertutto.

Flash Card R4 per Nintendo DS

Un caso giudiziario in Giappone si è concluso con una sentenza che prevede il pagamento di quasi un milione di dollari per i danni arrecati a Nintendo e ad altri 49 sviluppatori di videogiochi. Due rivenditori di flash card R4 sono stati accusati, infatti, di fare uso proibito di questo tipo di soluzione che consente di eseguire le copie pirata dei giochi per Nintendo DS.

Nella lista dei produttori di videogiochi che riceveranno parte del pagamento si trovano Capcom, Konami, Square Enix, D3 Publisher, Namco Bandai e The Pokemon Company.

Come noto, le flash card R4 permettono ai giocatori di installare copie illecite dei giochi DS all'interno di normali schede SD. Lo scorso novembre, dopo numerosi tentativi da parte di Nintendo di controllare le vendite di schede R4, il Ministero dell'Economia giapponese ha definitivamente chiarito che la vendita di schede R4 è considerata illegale in Giappone.

Questo territorio, dunque, si allinea alle altre nazioni europee, dove il commercio di schede R4 è illegale da diversi anni. L'Alta Corte di Londra si è già espressa in merito nel 2010, mentre queste schede sono vietate in italia dal 2009.


23.15 | 0 komentar | Read More

uTorrent

scheda aggiornata 3 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 3 votazioni

µTorrent è un client per reti P2P basate sul protocollo BitTorrent. Progettato per avere un impatto minimo sulle prestazioni del sistema su cui viene installato, questo software riesce ad offrire in meno di 300Kbyte le stesse funzionalità di altri client torrent più pesanti come BitComet o Vuze.

Il software può essere utilizzato per scaricare e condividere file di vario tipo ed offre la possibilità interrompere e riesumare i file in download in un secondo momento. Il programma è stato sviluppato in C++ ed è rilasciato gratuitamente con licenza closed source.


23.15 | 0 komentar | Read More

Nokia rende disponibili le mappe Here su tutti gli smartphone Windows Phone 8

Here, business unit di Nokia dedicata allo sviluppo dei sistemi di navigazione via smartphone, ha annunciato di aver sviluppato una nuova versione del proprio software di navigazione per smartphone Windows 8, noto con il nome di Here Drive+, oltre che di Here Transit, tool per la gestione degli spostamenti attraverso servizi di trasporto pubblico.

Queste nuove versioni delle due App saranno compatibili con tutti i terminali Windows 8 e non più limitate ai soli device Nokia della famiglia Lumia. Here Transit verrà fornito in versione gratuita per tutti i dispositivi Nokia Lumia attraverso il Windows Phone Store; per gli altri dispositivi Windows Phone 8 sarà fornito gratuitamente attraverso Windows Phone Store in Canada, Francia, Germania, Italia, Messico, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti.

nokia_here_smartphone_1.jpg (24414 bytes)nokia_here_smartphone_2.jpg (22838 bytes)

Per Here Drive e Here Drive+ il prezzo richiesto varierà in funzione del tipo di terminale utilizzato, secondo il seguente schema:

  • HERE Drive (con licenza di navigazione locale) per Nokia Lumia: disponibile in tutto il mondo gratuitamente dal Windows Phone Store per Nokia Lumia 720, 520 e 521. L'upgrade in-app per la licenza di navigazione globale è disponibile al costo di €15,49;
  • HERE Drive per altri smartphone Windows Phone 8: disponibile gratuitamente dal Windows Phone Store per Canada, Francia, Germania, Italia, Messico, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti. L'upgrade in-app per la licenza di navigazione globale è disponibile al costo di €15,49;
  • HERE Drive+ (con licenza di navigazione globale) per Nokia Lumia: disponibile gratuitamente in tutto il mondo dal Windows Phone Store per Nokia Lumia 925, 920, 920T, 822, 820, 810 e 620;
  • HERE Drive+ per altri smartphone Windows Phone 8: disponibile in tutto il mondo dal Windows Phone Store al costo di €34,99.

La struttura dei prezzi è un po' complessa all'apparenza, ma la sintesi che si può ricavare facilmente è che Here Drive+ sarà offerto gratuitamente per i terminali Nokia Lumia 925, 920, 920T, 822, 820, 810 e 620; per gli altri smartphone Windows Phone 8 sarà acquistabile al prezzo di 34,99€.


23.15 | 0 komentar | Read More

Il MIT studia celle solari ultra-sottili e leggere

Un gruppo di ricercatori del MIT sta lavorando alla realizzazione di celle solari estremamente sottili e leggere, con lo scopo di poter abbattere i loro costi di installazione e di aprire la strada nuovi campi di applicazione delle forme di energia rinnovabile. Attualmente infatti le celle solari vengono realizzate seguendo la principale priorità dell'efficienza energetica, mentre gli aspetti come il peso e lo spessore vengono spesso trascurati.

Il professor Jeffrey Grossman che sta conducendo il lavoro con il dottore di ricerca Marco Bernardi e il ricercatore in visita Maurizia Palummo dell'Università di Roma, ha commentato: "Ci sono applicazioni dove il fattore peso è cruciale, dove l'impiego di materiali il più sottile possibile può cambiare i paradigmi dell'installazione e portarci verso substrati sottili e durevoli. In più questo va al nocciolo di un problema importante: quanta è la potenza nominale che siamo in grado di ricavare da ogni legame atomico di un dato materiale?".

Il MIT stima che le pellicoli solari ultrasottili, costituite da strati bidimensionali dello spessore di un nanometro, possano offrire una densità di energia per peso di mille volte superiore rispetto alle celle solari convenzionali. Il contraltare è però rappresentato da un'efficienza inferiore, che richiede una superficie superiore di 10 volte di una cella solare convenzionale per produrre la stessa quantità di energia, dal momento che le celle solari ultrasottile hanno un'efficienza del 2% circa rispetto al 20% delle convenzionali soluzioni fotovoltaiche. I ricercatori stanno studiando un metodo per stratificare le celle solari ultrasottili in maniera da migliorare l'efficienza.

Il progetto legato alla realizzazione di celle solari ultrasottili è attualmente in fase di simulazione, per definire quale genere di materiale utilizzare per i prototipi che verranno sviluppati a breve. Nelle simulazioni sono state ipotizzate varie configurazioni che prevedono l'impiego di grafene, di solfuro di molibdeno e di seleniuro di molibdeno. Il risultato migliore ottenuto ha inoltre mostrato una ottima resistenza all'ossigeno, alla radiazione ultravioletta e all'umidità ambientale, tre elementi che minano alla base la stabilità a lungo termine delle celle solari convenzionali permettendo così a questo tipo di celle solari di eliminare la necessità di una copertura in vetro e di robusti supporti di installazione che rappresentano assieme più della metà dei costi di allestimenti delle tradizionai celle fotovoltaiche.

"Le celle solari ultraleggere (con un elevato rapporto potenza/peso come nel nostro caso) hanno la possibilità di consentire una riduzione nei costi di installazione. Gli attuali moduli solari basati sul silicio sono pesanti e resi ancor più pesanti dal vetro che li protegge. La loro installazione costituisce il 60% circa del costo totale di un array solare, principalmente per via del peso elevato. Trovando materiali meccanicamente flessibili e ultra-sottili, la speranza è di rendere molto leggere le celle solari che possono essere incapsulate con plastiche invece che con vetro creando così nuovi paradigmi per le installazioni fotovoltaiche" ha spiegato Bernardi.

Il costo dei materiali per le celle solari ultra-sottile sarà inoltre abbastanza contenuto rispetto alle celle solari convenzionali, anche se i ricercatori devono ancora creare i primi prototipi in laboratorio e lavorare per rendere questi materiali producibili in volumi elevati. Il prossimo passo di questo progetto sarà il test in laboratorio dei prototipi con la misurazione effettiva dell'efficienza e della stabilità a lungo termine delle varie strutture e combinazioni di materiali.


23.15 | 0 komentar | Read More

Dropbox cresce e promette novità per gli sviluppatori

Si è svolta nei giorni scorsi la prima developer conference DBX organizzata da Dropbox e nel corso della quale Drew Houston, CEO Dropbox, ha delineato strategia e futuro degli ormai popolari servizi. In questo particolare caso non si tratta della presentazione di un nuovo prodotto o di soluzioni che possano avere interesse e impatto diretto sull'utente finale. A DBX è stata presentata la nuova SyncAPI che comprende una serie di istruzioni utili alla sincronizzazione di file e contenuti su molteplici dispositivi.

Anche Dropbox sembra voler fare il salto di qualità divenendo non un più un semplice posto alternativo in cui salvare i propri dati e condividerli con soluzioni più o meno comode. Il nuovo punto di arrivo pare voler essere quello di divenire il principale punto di archiviazione seguendo in un certo senso quanto fatto da altri competitor, in primo luogo SkyDrive.

Datastore API intende invece essere un nuovo modo di intendere l'archiviazione. Non vengono forniti molti dettagli concreti ma l'utilizzo di app capaci di sfruttare l'API Datastore garantirà una sincronizzazione dei dai migliore, l'accesso agli stessi anche in modalità offline e l'estensione dell'archiviazione anche a impostazioni, elenchi di contatti e altro ancora.

Dropbox annuncia poi alcuni aspetti concreti della propria strategia come ad esempio l'integrazione in Yahoo mail dell'opzione Salva su Dropbox. In questo modo il servizio di storage in cloud ha anche la possibilità di far conoscere agli oltre 300 milioni di utenti di Yahoo i propri servizi.

Drew Houston ne approfitta anche per segnalare altri numeri utili per comprendere la diffusione di Dropbox: ad oggi sono 175 milioni gli utenti di Dropbox mentre a fine 2012 erano solo 100 milioni. La speranza è che il trend di crescita continui e qualche interessante risultato potrà arrivare anche da altre partnership simili a quella già conclusa con Yahoo! Mail.


23.15 | 0 komentar | Read More

Firefox 23

HWfiles.it è un canale di Hardware Upgrade, testata giornalistica con registrazione tribunale di Varese, n. 879 del 30/07/2005. Iscrizione ROC n° 13366 - Ulteriori informazioni.

Per eventuali segnalazioni, inviare una mail all'indirizzo redazione@hwupgrade.it

© 1997 - 2013 - Hardware Upgrade S.r.l. P.iva: 02560740124


23.15 | 0 komentar | Read More

Heml.is per chattare senza essere spiati da PRISM e NSA

Peter Sunde, ben noto alla cronaca per essere tra i fondatori di BitTorrent e di The Pirate Bay, ha da poco preanunciato una nuova iniziativa: Sunde sta portando avanti un progetto per la realizzazione di un'app per la messaggistica immune da intercettazioni. Lo stimolo a questo nuovo progetto pare essere stato lo scandalo relativo alle intercettazioni attuate dall' NSA .

Il nome della app sarà Helm-is e in svedese helm significa segreto. Il concetto di fondo che dovrebbe garantire sicurezza nella comunicazione sta nella soluzione crittografica end-to-end che non permette a terzi di accedere ai messaggi.

Il progetto necessita di $100.000 dollari per essere terminato e al momento sono stati raccolti $30.000. Chi effettuerà delle donazioni tramite PayPal o Bitcoin potrà accedere a informazioni aggiuntive sul funzionamento dell'applicazione e sul codice, mentre la distrubuzione dell'app al termine dello sviluppo sarà gratuita. Al momento è previsto lo sviluppo di versioni destinate a Android e iOS.


23.15 | 0 komentar | Read More

Gta V su Xbox 360 su due dischi. Installazione da 8GB obbligatoria

Written By komlim puldel on Rabu, 03 Juli 2013 | 23.15

Le specifiche di Grand Theft Auto V si trovano in un Q&A appena pubblicato da Rockstar, con il dato che è emerso grazie a una domanda di un giocatore. "Gta V è il gioco più grande e ambizioso che abbiamo mai creato, e sfrutta completamente la capacità di elaborazione delle attuali console", risponde Rockstar.

Grand Theft Auto V

"Per fornire la migliore esperienza di gioco per un mondo così grande e dettagliato, il gioco richiederà l'installazione obbligatoria sia su Xbox 360 che su PlayStation 3", dice Rockstar.

Spiega che su Xbox 360 Gta V sarà commercializzato su due dischi. Il primo servirà per l'installazione obbligatoria, mentre il secondo disco dovrà essere mantenuto nel lettore per giocare. Dopo l'installazione, i giocatori potranno accedere sia a Grand Theft Auto V che a Grand Theft Auto Online senza la necessità di dover cambiare disco.

L'installazione su Xbox 360 richiederà come requisito minimo l'hard disk della console o un flash drive USB da almeno 16 GB. In entrambi i casi serviranno almeno 8 GB di spazio libero. Per quanto riguarda la periferica USB, questa dovrà aderire almeno allo standard USB 2.0 e garantire una velocità di lettura minima di 15mb/s. "Un drive USB nuovo è raccomandato se si vogliono ottenere le migliori prestazioni", fa sapere Rockstar.

La versione PS3 di Gta V arriverà su un unico disco Blu-ray e l'installazione si avvierà non appena il disco verrà inserito nel lettore. Anche in questo caso si tratta di un'installazione da 8GB, e si potrà iniziare a giocare appena l'installazione sarà completa.

Nel corso della sessione di Q&A Rockstar ha fornito anche nuove informazioni sul gameplay. Ha detto che i giocatori potranno passare da uno all'altro dei tre personaggi protagonisti giocabili in qualsiasi momento, a meno che non si trovino in missione. Michael, Franklin e Trevor svolgono autonomamente le loro mansioni quotidiane, anche senza l'intervento del giocatore. Quindi, nel momento del passaggio, potrebbe capitare di ritrovare Michael coinvolto in una disputa familiare, o Franklin impegnato in una conversazione con delle ragazze, mentre Trevor potrebbe essere in fuga dalla polizia.

Gta V verrà venduto insieme alla mappa del mondo di gioco, come da tradizione per la serie. Ma questa volta si tratterà di un poster con raffigurazioni su entrambi i lati. La mappa fornita con la Special Edition di Gta V conterrà ulteriori informazioni e segreti.

Grand Theft Auto V uscirà il 17 settembre nei formati PlayStation 3 e Xbox 360, e nelle aspettiative sfrutterà tutta la base installata di queste console, segnando nuovi record di vendita. Ne abbiamo parlato nell'anteprima di Gta V.


23.15 | 0 komentar | Read More

RAMDisk

scheda aggiornata 3 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 1 votazioni

Utility che permette di creare un volume di storage utilizzando parte della memoria ram di sistema. Questa soluzione permette di sfruttare le ottime prestazioni dei moduli ram per l'accesso a cache o cartelle di file temporanei. Con questa versione viene introdotto il supporto a Windows 8.


23.15 | 0 komentar | Read More

Il 70% degli sviluppatori non è soddisfatto da pubblicità e marketing per le app

L'indagine mostra come la maggior parte degli sviluppatori non creda ai vantaggi dei canali di marketing nel contesto mobile. In particolare, non si fida dei fornitori di reti pubblicitarie.

Papaya Mobile

Papaya Mobile, una società con sede a Pechino, ha contattato più di mille sviluppatori di tutte le dimensioni per ottenere una panoramica sullo stato della promozione delle app e la loro monetizzazione. Il corollario al suo studio, secondo Papaya, è che serve ancora più esperienza in questo settore, in modo da promuovere i nuovi prodotti nella maniera giusta.

L'indagine ha rilevato che il costo non è il fattore più importante nella scelta di un partner pubblicitario. Il costo figura al terzo posto di questa graduatoria, scelto dal 37% degli intervistati. Il fattore più importante per la metà degli sviluppatori riguarda il rapporto con questi partner, ovvero se sia possibile fidarsi di loro ed ottenere risultati efficaci ad un prezzo ragionevole. Gli sviluppatori del mondo mobile, infatti, hanno a disposizione così tante opzioni da essere confusi su quale sia l'approccio migliore.

Il 48% degli sviluppatori sostiene, inoltre, che il costo per l'acquisizione di nuovi utenti sia ancora troppo alto. Coloro che sembrano più insoddisfatti sono i team di sviluppo con 15 o meno impiegati, che chiaramente hanno maggiori difficoltà a emergere. Il 53% di questi sviluppatori ha risposto che l'acquisizione degli utenti è troppo costosa, percentuale che scende fino al 33% nel caso di software house con 50 dipendenti o più.

Circa il 71% degli sviluppatori si dichiara non soddisfatto dalle richieste dei gestori di reti pubblicitarie in termini di eCPM. Si tratta della stima del costo di mille letture del messaggio pubblicitario. Fra tutte, soprattutto le software house di medie dimensioni non sono contente dei costi a questa voce. Circa il 70% dei piccoli sviluppatori e il 60% dei grandi sviluppatori hanno condiviso questo punto di vista.

Il budget per il marketing del 78% degli sviluppatori è inferiore ai 5 mila dollari. Mentre il 12% delle software house può vantare un budget per il marketing che si aggira tra i 5 e i 10 mila dollari e solo il 10% degli sviluppatori può spendere più di 10 mila dollari per sostenere il lancio delle loro app.

Secondo la maggior parte degli sviluppatori è più proficuo un approccio "fai da te", con il 73% che preferisce acquistare da sé i media per veicolare le campagne, piuttosto che assegnare queste competenze a specialisti della pianificazione pubblicitaria.

Nella fase in cui stabiliscono quale rete pubblicitaria adottare o quale servizio di marketing usare, il 26% dei piccoli sviluppatori, il 19% degli sviluppatori di medie dimensioni e il 12% dei grandi grandi sviluppatori valutano cosa hanno da offrire le società come Papaya.

Si Shen, amministratore delegato di Papaya Mobile, commenta così questi dati: "Gli sviluppatori istintivamente gravitano verso le grandi reti pubblicitarie e i fornitori di servizi di un certo blasone perché sentono di potersi 'fidare' di questi grandi marchi nell'ottenimento di un buon servizio di marketing per le loro app. Tuttavia, il fatto che la stragrande maggioranza degli sviluppatori - soprattutto quelli di piccole dimensioni - siano insoddisfatti dei risultati conseguiti in rapporto ai costi suggerisce un divario nelle aspettative rispetto ai fornitori dei servizi".

"Per guadagnare oggi la fiducia degli sviluppatori attenti ai costi, per i quali la priorità sono i risultati positivi e un ritorno in confronto all'investimento fatto, i fornitori di reti pubblicitarie devono essere pronti a essere più trasparenti nelle loro offerte di marketing per le app, soprattutto in fatto di pianificazione della campagna, reporting e misurazione".


23.15 | 0 komentar | Read More

Superate le 100.000 app sul Windows 8 app store

Alcune ore fa Microsoft ha annunciato di aver superato il traguardo delle 100.000 app disponibili sul Windows 8 app store. Questo risultato, presentato da Microsoft come un risultato importante, viene da alcuni criticato in particolare per quanto riguarda le tempistiche. Alcune fonti segnalano che questo risultato stando alle attese iniziali di Microsoft doveva essere raggiunto entro lo scorso febbraio, quindi una valutazione più obiettiva indica un notevole ritardo che di sicuro ha molteplici cause.

Microsoft non ha per il momento risposto in modo diretto sulla questione e come riportato da The Next Web si limita a sottolineare i propri sforzi per portare sullo store le app che gli utenti si attendono. L'argomento si sposterebbe quindi più su un ambito di soddisfare le attese degli utenti e non solo su questioni di puri numeri, infatti è sotto gli occhi di tutti come alcune famiglie di app presenti sul Windows 8 app store siano di dubbia utilità, o per lo meno di scarso interesse.

Popolare lo store con applicazioni interessanti e desiderate ha fin dall'inizio rappresentato un'importante sfida per Microsoft. In questa operazione è ovviamente necessario il coinvolgimento degli sviluppatori e proprio a queste figure sono state rivolte svariate iniziative.

C'è poi da considerare un ulteriore elemento: la crescita di Windows 8 confermata dai più recenti rilevamenti può rappresentare un'ulteriore possibilità per gli sviluppatori: l'ambiente Modern UI è presente su ogni singolo pc basato su Windows 8, quindi il potenziale numero di utenti raggiungibili con la propria app è in costante crescita e con ciò anche la possibilità di riuscire a commercializzare le proprie soluzioni attraverso questo ulteriore canale.


23.15 | 0 komentar | Read More

Xbox One in mano al responsabile dello sviluppo di Windows?

Steve Ballmer starebbe considerando un'importante ristrutturazione dei quadri dirigenziali di Microsoft, secondo alcune fonti che hanno riferito direttamente a Bloomberg. Secondo queste speculazioni il ruolo che è stato di Don Mattrick verrà occupato da Julie Larson-Green, ovvero la responsabile delle attività di progettazione di Windows.

Julie Larson-Green

La Larson-Green supervisionerebbe così lo sviluppo delle console della famiglia Xbox oltre che dei tablet Surface. Stando al rumor, dovrebbe quindi diventare il nuovo direttore della divisione Entertainment and Devices, dopo il clamoroso addio dello stesso Mattrick.

Secondo le speculazioni, però, Ballmer potrebbe scegliere anche uno fra Yusuf Mehdi, Phil Spencer, Phil Harrison e Marc Whitten. Inoltre, si dice che Mattrick avrebbe potuto occupare la sedia di responsabile della parte hardware di Microsoft, e ciò contraddice alcuni precedenti report secondo i quali Mattrick avrebbe lasciato Microsoft perché non erano più disponibili altre posizioni.

L'obiettivo più ampio della ristrutturazione è quello di riallineare il business per concentrarsi meglio su prodotti e servizi. Ballmer potrebbe annunciare i cambiamenti già nella prossima settimana.


23.15 | 0 komentar | Read More

Apple arruola il CEO di Yves St Laurent come responsabile di progetti speciali

Paul Deneve, fino a pochi giorni fa CEO dell'azienda di moda Yves St Laurent Group, è stato arruolato da Apple dove ricoprirà il ruolo di Senior Vice President Special Projects riferendo direttamente al CEO della Mela Tim Cook. Sarà invece Francesca Bellettini di Bottega Veneta ad andare a ricoprire la posizione di CEO presso YSL.

Deneve, che prima di salire al timone di YSL è stato CEO di Lanvin e di Nina Ricci, può già contare un trascorso in Apple negli anni '90, quando dal 1990 al 1997 ha ricoperto varie funzioni di marketing e vendite nell'area europea.

Sebbene la Mela tradizionalmente vada ad occupare le posizioni dirigenziali di alto profilo con la promozione di impiegati interni, la mossa di arruolare Deneve mostra che con il nuovo corso definito da Tim Cook l'azienda è disposta a cercare anche al di fuori figure in grado di raccogliere le responsabilità di alcuni ruoli "senior".

Deneve non è l'unico executive della compagnia ad aver a che fare con il mondo della moda: Mickey Drexler, presidente e CEO di J.Crew Group, fa parte del consiglio di amministrazione di Apple, mentre lo stesso Tim Cook siede nel consiglio di amministrazione di Nike.

L'esperienza di Deneve maturata nel settore dei beni di lusso potrebbe tornare utile ad Apple in vari modi: anzitutto come aiuto per il lancio di nuove categorie di prodotto, tra cui il fantomatico iWatch, e in seconda battuta per spingere il brand Apple ancor di più sul panorama internazionale, con la Mela che grazie al successo di iPhone sta assistendo ad una nuova domanda da parte dei mercati al di fuori degli USA.


23.15 | 0 komentar | Read More

Opera Next 15

scheda aggiornata 1 ora fa

Valutazione

Media Voti

         

su 0 votazioni

Opera Next 15 nella versione per Windows mette a disposizione Webkit, soluzione sviluppata da Google, e prevede l'aggiornamento a Blink. Inoltre, allineandosi alla funzionalità già disponibile su altri browser Opera Next 15 presenta una barra degli indirizzi unificata con lo funzione Search e lo strumento prende il nome di Smartbox. Anche Opera Turbo è stato aggiornato e ora il nuovo "Opera Off-Road" supporta il protocollo SPDY.


23.15 | 0 komentar | Read More
techieblogger.com Techie Blogger Techie Blogger