Diberdayakan oleh Blogger.

Popular Posts Today

Smartphone anche per HP tra i piano dell'azienda del 2014?

Written By komlim puldel on Rabu, 25 Desember 2013 | 23.14

Anche smartphone nel futuro di HP? Che l'azienda americana stia lavorando per ritagliarsi un proprio importante spazio nel settore dei dispositivi mobile è noto e vari risultati sono emersi nel corso del 2013 con una famiglia di tablet molto varia.

HP ha sino ad ora proposto tablet con display dalle diagonali comprese tra i 7 e i 10 e più pollici, utilizzando sistemi operativi Android e Windows oltre che proponendo design e soluzioni tecniche adatte tanto al pubblico consumer come a quello professionale.

Dove l'azienda ha quantomeno al momento scelto di non essere presente è nel settore degli smartphone, ma pare possibile che il 2014 possa rappresentare un anno di debutto anche per questo ambito. Stando a quanto segnalato dal sito The Information, infatti, l'azienda americana avrebbe in lavorazione alcuni dispositivi che rientrano nella categoria dei phablet, caratterizzati da display da 6 e 7 pollici di diagonale e dotati di funzionalità telefoniche.

Nel recente passato sono emerse varie indiscrezioni su futuri prodotti smartphone che HP vorrebbe rendere disponibili sul mercato, ma sino ad oggi tutto questo non si è concretizzato in prodotti disponibili in commercio. Nell'ottica di espansione futura dell'azienda in settori complementari a quello dei PC, e volendo in questo modo anche far fronte al calo nelle vendite dei tradizionali computer, è per HP quasi scontato investire anche nel settore degli smartphone.

Ricordiamo come HP abbia acquistato nel 2010 Palm, inglobando al proprio interno anche il sistema operativo WebOS. Nel 2011 la decisione di dismettere la produzione di tablet e smartphone abbandonando di fatto quanto ottenuto con l'acquisizione di Palm. Tra fine 2012 e inizio 2013 HP è ritornata nel settore dei tablet: che il 2014 sia l'anno buono per quello degli smartphone lo vedremo nel corso dei prossimi mesi.


23.14 | 0 komentar | Read More

Nero Burning ROM 2014

scheda aggiornata 1 giorno fa

Valutazione

Media Voti

         

su 0 votazioni

Versione 15.0.03600 del famoso software di masterizzazione Nero Burning ROM 2014, con supporto alle funzionalità di overburning e masterizzazione DVD. Può essere utilizzata per 15 giorni dopo l'installazione.
Richiede di ottenere un codice seriale per l'attivazione del periodo di test di 15 giorni direttamente dal sito del produttore. Questo download comprende i principali software della suite nero:

  • Nero StartSmart 2
  • Nero Express 6
  • Nero BackItUp
  • Nero SoundTrax
  • Nero Image Drive
  • Nero Burning ROM 6
  • Nero Cover Designer
  • Nero Wave Editor
  • Nero Toolkit

23.14 | 0 komentar | Read More

Un nuovo CEO per Acer da Gennaio 2014: a lui la riorganizzazione interna

Il 2013 di Acer è stato caratterizzato da notevoli turbamenti, con una serie di risultati non allineati alle aspettative iniziali che hanno recentemente portato ad una perdita trimestrale di 446 milioni di dollari.

Recentemente l'azienda ha annunciato una serie di cambiamenti al vertice, con il Presidente Jim Wing destinato ad assumere la posizione di CEO a partire dal prossimo 1 Gennaio ma dopo 2 settimane sostituito ad interim dal fondatore Stan Shih, in attesa della indicazione di un sostituto permanente. Questa è arrivata con un annuncio pubblico nella giornata di ieri: Acer ha nominato Jason Chen quale proprio nuovo Presidente e CEO, con decorrenza dal 1 Gennaio 2014.

Jason Chen è un nome nuovo per Acer ma non per il settore nel suo complesso: proviene da Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (TSMC), dove ha rivestito il ruolo di vice presidente di vendite e marketing, con precedenti esperienze professionali in IBM e Intel.

Jason Chen è chiamato ad una profonda trasformazione dell'azienda, concretizzando un piano di riorganizzazione che porterà Acer a cambiare anche focus su prodotti e servizi rispetto a quanto portato avanti al momento. Nello specifico si attende un progressivo spostamento dal settore dei notebook, storico business per l'azienda taiwanese, verso quello dei dispositivi mobile anche con prodotti destinati ai paesi emergenti. Negli ultimi trimestri Acer ha spinto anche verso i propri servizi cloud, seguendo in questo un approccio reso popolare negli ultimi anni da alcune aziende, e si prevede che la strategia di sviluppo futura punterà molto anche su questo aspetto.

Resta ora da capire quanto rapidamente, e con quali azioni concrete, il nuovo CEO Jason Chen saprà intervenire a risollevare le sorti dell'azienda taiwanese, sino a pochi anni fa in così forte crescita da essere riuscita quasi a superare HP quale primo produttore al mondo di sistemi PC.


23.14 | 0 komentar | Read More

Smartphone anche per HP ta i piano dell'azienda del 2014?

Anche smartphone nel futuro di HP? Che l'azienda americana stia lavorando per ritagliarsi un proprio importante spazio nel settore dei dispositivi mobile è noto e vari risultati sono emersi nel corso del 2013 con una famiglia di tablet molto varia.

HP ha sino ad ora proposto tablet con display dalle diagonali comprese tra i 7 e i 10 e più pollici, utilizzando sistemi operativi Android e Windows oltre che proponendo design e soluzioni tecniche adatte tanto al pubblico consumer come a quello professionale.

Dove l'azienda ha quantomeno al momento scelto di non essere presente è nel settore degli smartphone, ma pare possibile che il 2014 possa rappresentare un anno di debutto anche per questo ambito. Stando a quanto segnalato dal sito The Information, infatti, l'azienda americana avrebbe in lavorazione alcuni dispositivi che rientrano nella categoria dei phablet, caratterizzati da display da 6 e 7 pollici di diagonale e dotati di funzionalità telefoniche.

Nel recente passato sono emerse varie indiscrezioni su futuri prodotti smartphone che HP vorrebbe rendere disponibili sul mercato, ma sino ad oggi tutto questo non si è concretizzato in prodotti disponibili in commercio. Nell'ottica di espansione futura dell'azienda in settori complementari a quello dei PC, e volendo in questo modo anche far fronte al calo nelle vendite dei tradizionali computer, è per HP quasi scontato investire anche nel settore degli smartphone.

Ricordiamo come HP abbia acquistato nel 2010 Palm, inglobando al proprio interno anche il sistema operativo WebOS. Nel 2011 la decisione di dismettere la produzione di tablet e smartphone abbandonando di fatto quanto ottenuto con l'acquisizione di Palm. Tra fine 2012 e inizio 2013 HP è ritornata nel settore dei tablet: che il 2014 sia l'anno buono per quello degli smartphone lo vedremo nel corso dei prossimi mesi.


23.14 | 0 komentar | Read More

Smartphone anche per HP tra i piani dell'azienda del 2014?

Anche smartphone nel futuro di HP? Che l'azienda americana stia lavorando per ritagliarsi un proprio importante spazio nel settore dei dispositivi mobile è noto e vari risultati sono emersi nel corso del 2013 con una famiglia di tablet molto varia.

HP ha sino ad ora proposto tablet con display dalle diagonali comprese tra i 7 e i 10 e più pollici, utilizzando sistemi operativi Android e Windows oltre che proponendo design e soluzioni tecniche adatte tanto al pubblico consumer come a quello professionale.

Dove l'azienda ha quantomeno al momento scelto di non essere presente è nel settore degli smartphone, ma pare possibile che il 2014 possa rappresentare un anno di debutto anche per questo ambito. Stando a quanto segnalato dal sito The Information, infatti, l'azienda americana avrebbe in lavorazione alcuni dispositivi che rientrano nella categoria dei phablet, caratterizzati da display da 6 e 7 pollici di diagonale e dotati di funzionalità telefoniche.

Nel recente passato sono emerse varie indiscrezioni su futuri prodotti smartphone che HP vorrebbe rendere disponibili sul mercato, ma sino ad oggi tutto questo non si è concretizzato in prodotti disponibili in commercio. Nell'ottica di espansione futura dell'azienda in settori complementari a quello dei PC, e volendo in questo modo anche far fronte al calo nelle vendite dei tradizionali computer, è per HP quasi scontato investire anche nel settore degli smartphone.

Ricordiamo come HP abbia acquistato nel 2010 Palm, inglobando al proprio interno anche il sistema operativo WebOS. Nel 2011 la decisione di dismettere la produzione di tablet e smartphone abbandonando di fatto quanto ottenuto con l'acquisizione di Palm. Tra fine 2012 e inizio 2013 HP è ritornata nel settore dei tablet: che il 2014 sia l'anno buono per quello degli smartphone lo vedremo nel corso dei prossimi mesi.


23.14 | 0 komentar | Read More

Avant Browser

scheda aggiornata 1 giorno fa

Valutazione

Media Voti

         

su 1 votazioni

Avant Browser è un browser multi-finestra da utilizzare con sistemi operativi Windows, dotato di varie funzionalità avanzate e di dimensioni complessivamente ridotte.

Tra le principali caratteristiche implementate segnaliamo:

  • anti Pop-Up;
  • funzionalità per il bloccaggio selettivo di alcuni componenti all'interno delle pagine di un sito, quali immagini, video, suoni o componenti ActiveX;
  • possibilità di navigare contemporaneamente su più pagine web;
  • motore di ricerca integrato all'interno del browser;
  • funzionalità di cancellazione dei dati personali e/o da proteggere che sono stati inseriti durante il processo di navigazione;
  • funzionalità di safe recovery: in caso di blocco del browser al riavvio vengono ricaricate tutte le finestre precedentemente aperte;
  • piena compatibilità con il codice scritto per Internet Explorer.

23.14 | 0 komentar | Read More

X Codec Pack

HWfiles.it è un canale di Hardware Upgrade, testata giornalistica con registrazione tribunale di Varese, n. 879 del 30/07/2005. Iscrizione ROC n° 13366 - Ulteriori informazioni.

Per eventuali segnalazioni, inviare una mail all'indirizzo redazione@hwupgrade.it

© 1997 - 2013 - Hardware Upgrade S.r.l. P.iva: 02560740124


23.14 | 0 komentar | Read More

Spotify: Ecco come paghiamo gli artisti

Written By komlim puldel on Rabu, 04 Desember 2013 | 23.15

Dopo una serie di critiche e malumori sollevati dal mondo dei musicisti, Spotify ha deciso di pubblicare un esteso approfondimento sul proprio meccanismo di pagamento delle royalty agli artisti, cercando di difendere ovviamente le proprie posizioni.

L'azienda afferma intando di aver corrisposto oltre 1 miliardo di dollari in royalty dal lancio del servizio fino ad ora, dei quali 500 milioni di dollari solo quest'anno e con il 70% del fatturato complessivo che viene elargito agli artisti, mentre il 30% trattenuto da Spotify stessa.

I pagamenti delle royalty che Spotify corrisponde agli artisti sono elaborati non semplicemente con una politica "per stream" ma sulla base di una formula dinamica che considera la popolarità di un artista in vari paesi, il fatturato combinato degli annunci pubblicitari e le sottoscrizioni premium in ciascun paese, assieme alle differenze di valore delle varie valute.

Spotify osserva che le sue sottoscrizioni premium implicano per l'utente una spesa di 120 dollari all'anno (10 dollari al mese per 12 mesi), rispetto ad una media di 55 dollari nel valore d'acquisto per il compratore medio di musica negli Stati Uniti. Il rapporto tra sottoscrizioni pagate e ascoltatori gratuiti sta continuando a crescere, con attualmente 6 e 18 milioni rispettivamente nel 2013.

Nell'approfondimento Spotify precisa: "Vediamo la metrica per stream come un'indicazione molto difettosa del valore che possiamo dare all'artista per varie ragioni. Per esempio la crescente popolazione di utenti potrebbe ascoltare più musica in un dato mese rispetto al mese precedente (portando ad una metrica per stream inferiore) generando un aggregato molto più elevato".

Nel corso dell'estate il frontman dei Radiohead, Thom Yorke, aveva polemicamente rimosso tutte le sue opere da solista dal catalogo di Spotify, accusando il servizio di corrispondere compensi estremamente bassi per gli artisti.

Spotify cerca di difendersi sottolineando che i compensi vengono corrisposti ai "detentori dei diritti", il che significa genericamente le etichette discografiche o gli artisti indipendenti. Nel primo caso il compenso che giunge all'artista potrebbe essere anche di molto inferiore a quanto corrisposto da Spotify, per via dei termini di contratto tra le etichette e i singoli artisti, mentre nel secondo caso è possibile che l'artista riesca a beneficiare anche del 100% del compenso: "Il 70% del nostro fatturato è corrisposto ai detentori dei diritti a seconda della popolarità della loro musica sul servizio. L'etichetta quindi spartisce queste royalty a ciascun artista sulla base dei loro accordi".


23.15 | 0 komentar | Read More

L'auto sotto controllo da remoto via OBD con Vodafone Drivexone

Vodafone xone è un interessante incubatore di innovazione lanciato in California nel 2011 e presente anche in Italia dallo scorso anno. Si tratta di una piattaforma dove Vodafone crea progetti che escono dagli schemi classici di un operatore telefonico per metterli alla prova del mercato e diversificare l'esperienza d'uso dei clienti Vodafone.

L'ultimo progetto nato dalla piattaforma è Drivexone, un particolare servizio pensato per mettere in comuicazione l'auto e lo smartphone. Dedicato a tutti gli automobilisti che vogliono avere sempre sotto controllo lo stato della propria vettura, il servizio di integra a livello profondo con i sistemi dell'auto, sfruttano la porta OBD, presente sui modelli entrati in produzione a partire dal 2003 e permette di monitorare da remoto la vettura con lo smartphone. In particolare, come riportato nel comunicato stampa Drivexone permette di:

• Rivedere i tempi, le distanze, le velocità medie, gli itinerari e i luoghi visitati durante i propri viaggi
• Verificare in ogni momento la posizione della propria auto, ad esempio per ritrovare il parcheggio
• Qualora non si fosse alla guida, è possibile monitorare e verificare l'effettivo utilizzo del veicolo.
• Ricevere notifiche sullo stato dell'automobile e segnalazioni su eventuali anomalie

Vodafone garantisce che l'installazione del dispositivo possa essere effettuata autonomamente, senza il supporto di tecnici specializzati. L'apparecchio da collegare alla porta OBD è dotato di SIM per la trasmissione dei dati su rete cellulare e di un localizzatore GPS, grazie ai quali da un lato comunica i dati al sistema e dall'altro registra la posizione del veicolo. Per accedere ai dati è sufficiente scaricare la App Drivexone sul proprio smartphone con sistema operativo Android o iOS.

Il costo di Drivexone è di 3 Euro mensili, comprensivi del traffico dati in Italia e nei principali paesi europei, mentre il contributo iniziale per il dispositivo è di 79 Euro. Per l'acquisto e per verificare la disponibilità di Drivexone per la propria auto basta collegarsi all'indirizzo http://voda.it/drivexone. Le tecnologie cellulari e il mondo dell'auto stanno sempre più convergendo, ne abbiamo recentemente parlato anche in questo articolo: "eCall, l'auto chiama i soccorsi da sola in caso di incidente"


23.15 | 0 komentar | Read More

Chrome 33

scheda aggiornata 1 ora fa

Valutazione

Media Voti

         

su 0 votazioni

Google Chrome è un browser web sviluppato da Google con tecnologia WebKit e basato su una nuova Java script Virtual machine denominata V8. Una delle caratteristiche principali del prodotto è la gestione delle singole schede aperte in processi separati: in caso di crash di un singolo tab non sarà necessario riavviare l'intera applicazione


23.15 | 0 komentar | Read More

SanDisk Connect Wireless Flash Drive e Media Drive, più spazio in smartphone e tablet

Chi fa uso regolare di smartphone e tablet lo sa: lo spazio di archiviazione integrato, ritenuto più che sufficiente all'atto dell'acquisto, si scontra molto presto con la realtà delle cose, nel momento in cui si sfruttano le unità anche per caricarci foto, video o applicazioni. Il problema può essere risolto in alcuni casi con un'espansione di memoria a mezzo di card, ma non tutti i modelli ne sono provvisti (esempi che spiccano su tutti: iPhone e iPad).

Esistono però altri modi per aggiungere spazio in GB ai propri dispositivi, molti dei quali basati su unità con batteria ricaricabile e connettività wireless, arginando quindi il problema della presenza o meno di uno slot per memory card. Recentemente SanDisk ha presentato due nuovi prodotti, Wireless Flash Drive e Media Drive, che vanno proprio in questa direzione, offrendosi inoltre al pubblico a un prezzo accessibile.

Wireless Flash Drive assomiglia in tutto e per tutto a una normale chiavetta USB, ma integra al proprio interno una batteria e la connettività wireless, oltre a uno spazio di archiviazione che può essere di 16GB o 32GB. Scaricando un'apposita app (disponibile per iOS e Android), è possibile accedere ai dati presenti anche in streaming, fornendo così un'estensione della memoria totale disponibile. Lo abbiamo provato e la gestione è molto semplice: si cerca sul proprio dispositivo la rete creata dal Wireless Flash Drive e ci si connette, e il gioco è fatto.

Da segnalare la possibilità di accedere all'unità da dispositivi differenti, mentre per chi si fosse posto il problema la connessione all'unità non pregiudica il potersi connettere alla propria rete domestica Wi-Fi. Si potrà quindi navigare appoggiandosi alla normale rete, e contemporaneamente accedere ai contenuti del Wireless Flash Drive. Ciò è possibile grazie al software di gestione integrato: fra le opzioni si può indicare di accedere alla  rete che utilizziamo normalmente, il tutto con un tutorial in italiano che guida passo passo nel semplice setup.

La batteria integrata, agli ioni di litio, permette di utilizzare ovunque Wireless Flash Drive, che viene garantita per un'autonomia di circa 4 ore di streaming video; la ricarica avviene per mezzo della porta USB in circa 2 ore.

Il prezzo delle unità è di 49,90 € per il modello da 16GB e di 59,00 € per quello da 32GB; segnaliamo che Wireless Flash Drive è a tutti gli effetti un hot spot con una scheda di memoria microSD integrata, il che significa che comprando il modello da 16GB si potrà espandere la capienza fino a 32GB semplicemente sostituendo la schedina integrata. Attenzione: nelle specifiche non si fa cenno ad andare oltre, motivo per cui la compatibilità è garantita solo per microSD SDHC, con il limite appunto di 32GB.

Per andare oltre c'è il secondo modello mostrato, SanDisk Connect Wireless Media Drive, che è di dimensioni leggermente più grandi e può adottare schede SDXC (ben oltre i 32GB, quindi). L'autonomia è maggiore, mentre l'autonomia interna arriva fino a 64GB. Il prezzo dovrebbe aggirarsi intorno agli 80 Euro ma sarà meglio attendere la commercializzazione ufficiale ad inizio 2014.


23.15 | 0 komentar | Read More

Asus New PadFone disponibile da oggi in Italia: sia smartphone che tablet a 799€

The New PadFone è da oggi disponibile sul mercato italiano. La nuova iterazione di dispositivo ibrido è caratterizzata ancora una volta da due moduli separati: uno smartphone tradizionale con display da 5 pollici che può essere inserito in una dock apposita che lo trasforma in un tablet a tutti gli effetti. La soluzione permette di continuare ad utilizzare i dati dello stesso telefono cellulare.

Asus New Padfone

Rispetto alla precedente versione il New PadFone introduce il SoC Qualcomm Snapdragon 800 basato su CPU quad-core Krait 400 e GPU Adreno 330 con 2GB di RAM. Il display supporta una risoluzione massima di 1920x1080 (441PPI), mentre sul fronte connettività troveremo il supporto a reti 4G LTE, Wi-Fi, Bluetooth, NFC e A-GPS con GLONASS.

La fotocamera posteriore PixelMaster adotta un sensore da 13 megapixel e obiettivo a cinque lenti con apertura di diaframma f/2.0 capace di registrare video fino a 1080p. Saranno due le varianti previste, rispettivamente da 16 e 32GB espandibili tramite slot microSD. Inoltre, Asus offre 50GB di spazio sul servizio proprietario WebStorage gratuitamente per due anni. La batteria integrata nello smartphone è non rimovibile da 2400mAh.

  Asus New PadFone (smartphone)
Dimensioni e peso 72,8 x 143,5 x 8,9 mm
141 gr
Batteria 2400 mAh, non rimovibile
Sistema operativo Android 4.2 Jelly Bean
Display LCD Super IPS (400 nit)
5 pollici, risoluzione 1920x1080 (441PPI)
Processore e memoria Qualcomm Snapdragon 800 quad-core (1,.7GHz), GPU Adreno 330
RAM 2GB LPDDR2-1066
ROM 16/32 GB espandibile tramite microSD
Fotocamera posteriore 13MP, sensore Sony BSI, apertura f/2.0
Flash LED
Video Full HD
Modalità Burst a 30FPS (massimo 100 scatti)
Fotocamera frontale 2MP
Sensori Accelerometro
Sensore di prossimità
Giroscopio
Sensore luce ambientale
GPS con A-GPS e GLONASS
Bussola elettronica
Connessioni Jack audio stereo da 3.5 mm
Porta MyDP

All'interno del modulo tablet troviamo una batteria da 5.000 mAh che aumenta da 19 a 40 le ore di conversazione possibili su singola carica, anch'essa non rimovibile. Sul modulo troveremo una porta microUSB e una fotocamera frontale da 1MP per le videochiamate. Il peso complessivo della soluzione diventa così di 671g, ripartiti tra i 141 dello smartphone e i 530g del modulo da 10.1" che adotta anch'esso un pannello LCD Full HD.

Asus New PadFone

The New PadFone di Asus è disponibile in Italia a un prezzo consigliato di Euro 799€, IVA inclusa, nella versione da 16GB con la New Padfone Station inclusa nel prezzo.


23.15 | 0 komentar | Read More

WinRAR

scheda aggiornata 2 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 1 votazioni

Utility per la compressione e decompressione di archivi di files. Consente il salvataggio in formato ZIP o RAR.
Le impostazioni disponibili sono veramente avanzate e l'interfaccia grafica è estremamente intuitiva.


23.15 | 0 komentar | Read More

Apparsi primi benchmark di Samsung SM-G900S: QuadHD, CPU da 2,5GHz e KitKat: è Galaxy S5?

Ha fatto una prima apparizione su GFX Bench un nuovo dispositivo denominato Samsung SM-G900S. Fra le specifiche tecniche possiamo leggere un display con risoluzione 2560x1440, una CPU Qualcomm quad-core da 2,5GHz e l'adozione di Android 4.4 KitKat.

Samsung Galaxy S5, GFXBench

In una roadmap di Samsung mostrata nei primi mesi del 2013 si leggeva la possibilità di vedere i primi pannelli SuperAMOLED da 5 pollici caratterizzati da una densità di pixel di 560PPI. Considerato che sono già trapelate alcune fotografie della presunta scocca in metallo di Galaxy S5, è probabile che il G900S rappresenti un primo prototipo del prossimo top di gamma Samsung.

Oltre al display Quad HD è possibile leggere alcune fra le specifiche tecniche. Il SoC riportato dalle tabelle è lo Snapdragon 800 di Qualcomm che già troviamo su Galaxy Note III, portato in questo caso alla frequenza operativa di 2,46 GHz. Si tratta di una scelta poco felice dal momento che la società americana ha già presentato Snapdragon 805, opzione probabilmente più lungimirante per un dispositivo che Samsung continuerà a vendere anche nel 2015 come top di gamma.

Samsung Galaxy S5, benchmark

I benchmark grafici apparsi riportano risultati elevati, ma in linea con le attuali proposte dotate di Qualcomm Snapdragon 800 che potrebbero risultare non soddisfacenti per supportare efficacemente la risoluzione Quad HD prevista per il prototipo.

Samsung Galaxy S5, GFX Bench

Samsung, come di consueto, potrebbe presentare un modello internazionale basato su Snapdragon 800, assieme al modello con CPU Exynos 6 a 64-bit per alcuni mercati locali. Fra le altre caratteristiche che si leggono su GFX Bench troviamo l'installazione nativa di Android 4.4 KitKat.


23.15 | 0 komentar | Read More

Globalfoundries si prepara alla produzione di dispositivi MEMS

Written By komlim puldel on Rabu, 27 November 2013 | 23.15

Le fonderie giocheranno un ruolo chiave nella maturazione del settore MEMS, secondo quanto Gregg Bartlett, senior VP e CTO di Globalfoundries. Le fonderie mainstream stanno guardando alla produzione su larga scala di dispositivi MEMS con i progetti forniti dalle compagnie fabless e fab-lite, preparandosi a sviluppare processi e piattaforme tecnologiche standardizzate per abilitare la produzione di dispositivi MEMS ad alti volumi.

L'acronimo MEMS significa Micro Electro-Mechanical Systems ed indica tutti quei dispositivi realizzati con componenti di dimensioni tra 1 e 100 micrometri e dalle dimensioni complessive dai 20 micrometri al millimetro che, unendo capacità computazionali e microsensori sono in grado di svolgere una vasta gamma di compiti che li rendono ideali come sensori o attuatori integrati in dispositivi elettronici. Per fare un esempio: i giroscopi e gli accelerometri presenti in tutti gli smartphone più recenti fanno parte dei MEMS. Si tratta quindi di elementi che troveranno una sempre maggior applicazione nel futuro prossimo, nella corsa a realizzare dispositivi con sempre maggiori funzionalità e dalle dimensioni sempre più ridotte.

"I MEMS sono di importanza strategica per Globalfoundries. Attualmente si tratta ancora di un mondo one-product/one-process ma andando avanti ci sposteremo a livello di modulo-processo e infine sulla standardizzazione della piattaforma" ha affermato Bartlett.

Globalfoundries sta lavorando con organizzazioni come l'IMEC allo scopo di mantenere basse le barriere di ingresso per quelle compagnie che stanno cercando di progettare MEMS. Globalfoundries inoltre, agendo come fornitore di soluzione e non come semplice produttore contrattista, ha all'attivo partnership con realtà EDA e con le compagnie IP offrendo supporto dalla progettazione alle tecnologie di processo, all'assemblaggio e al testing dei dispositivi.

Globalfoundries si impegnerà inizialmente nella produzione di dispositivi inerziali, switch RF e dispositivi ottici dedicandosi ad applicazioni consumer e mobile ad alti volumi. Bartlett ha precisato: "Ci sono altre applicazioni che continueremo a monitorare, ma siamo una realtà for-profit e dobbiamo generare fatturato".

Attualmente Globalfoundries produce dispositivi MEMS presso lo stabilimento di Singapore, le cui attività produttive sono basate su wafer a 200mm. La transizione verso la produzione a 300mm sarà dettata esclusivamente da motivazioni di natura economica anche se attualmente, osserva Bartlett, non v'è alcuna pressione per la riduzione dei costi di produzione.


23.15 | 0 komentar | Read More

BlackBerry Messenger presto preinstallato su alcuni terminali Android

L'azienda canadese BlackBerry, non certo in uno dei milgiori momenti della sua storia, ha annunciato questa mattina la possibilità che il proprio BlackBerry Messenger, piattaforma di messaggistica istantanea da poco atterrata su iOS e Android, possa essere presto preinstallata su alcuni modelli di smartphone Android distribuiti da partner come Be, Brightstar, Celkon, EVERCOSS, IMO, Micromax, Mito, Snexian, Spice, TECNO, TiPhone e Zen.

In questo modo gli utenti di alcuni paesi come Africa, India, Indonesia, America Latina del Medio Oriente troveranno il messenger della mora già preinstallato sui propri terminali Android fin dal momento dell'acquisto. Inoltre, BlackBerry dovrebbe presto aggiungere le funzioni Video Calling e Voice Calling alla propria piattaforma.

Proprio nel corso delle ultime ore è stata inoltre annunciata l'uscita dalla fase di beta testing di BBM Channels che diventerà quindi un servizio disponibile per tutti nel BlackBerry App World. Questa nuova funzione permetterà agli utenti con interessi comuni di riunirsi in community sotto il cappello dei diversi canali.

Anche gli utenti iOs, nonostante non sia ancora stato annunciato con quali tempistiche, dovrebbero ricevere a breve tutti gli aggiornamenti e le novità che anche i dispositivi Android riceveranno nelle prossime settimane.


23.15 | 0 komentar | Read More

Nokia annuncia ufficialmente Lumia 525, in arrivo a dicembre

Progettato per essere il successore dello smartphone di maggior successo per quanto riguarda le proposte Windows Phone, Lumia 525 è stato annunciato ufficialmente nelle scorse ore dalla società finlandese. Destinato ai mercati dei paesi emergenti, si tratta del seguito di Lumia 520, smartphone di fascia medio-bassa dal design semplice e colorato.

Nokia Lumia 525

Dal punto di vista estetico non cambia molto rispetto al predecessore e come preannunciato dalle indiscrezioni sono poche anche le novità sotto la scocca. Il SoC integrato in Lumia 525 è lo stesso Qualcomm Snapdragon S4 dual-core da 1GHz del predecessore, mentre viene raddoppiata la RAM che diventa adesso 1GB. Lo storage integrato sarà sempre da 8GB, così come il display sarà il medesimo da 4" e risoluzione WVGA (800x480 da 233PPI).

Nessuna novità sul fronte fotografico, in cui troveremo lo stesso modulo da 5 megapixel con auto-focus, mentre non è prevista alcuna fotocamera frontale per le video-chiamate. Il dispositivo sarà inoltre proposto in quattro colorazioni differenti attraverso scocche posteriori intercambiabili, fra cui: bianco, nero, arancione e giallo. La batteria di Lumia 525 è da 1430mAh ed è previsto il supporto di reti dati WCDMA e GSM e del Wi-Fi 802.11 b/g/n.

Nokia Lumia 525

Lumia 525 è di fatto una revisione minore di un dispositivo pensato principalmente per i mercati emergenti e che sta riuscendo a riscuotere un buon successo per quanto riguarda le proposte dotate di Windows Phone. Al momento in cui scriviamo non sembra essere prevista la diffusione del nuovo modello negli Stati Uniti o in Europa, ma solamente in Africa, Asia e Medio Oriente, come riportato dal sito ufficiale.


23.15 | 0 komentar | Read More

SiSoftware Sandra Lite 2014

scheda aggiornata 2 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 0 votazioni

Versione 2012 del popolare tool diagnostico e di benchmarking del proprio sistema. Di seguito la lista delle novità introdotte in questa versione:

  • Enhanced for Windows 8.1 / Server 2012/R2 Desktop mode using the latest API.
  • New theme for Windows 8.1 / 8 with high-DPI support (200% 192ppi) 256x256 pixels icons.
  • Full support for Windows 8, 7, Vista and XP* as well as Server 2008/R2 and Server 2003/R2.
  • Updated hardware support for both current and future hardware

23.15 | 0 komentar | Read More

Nikon D5300 alla prova con tre ottiche (quasi) abbordabili

Nikon D5300 alla prova con tre ottiche (quasi) abbordabili

"Fa nascere e morire la propria reflex con l'ottica standard 18-55mm è un delitto: spesso basta poco per ampliare le proprie possibilità creative con una o due ottiche, anche rimanendo ampiamente sotto i mille euro. Ecco Nikon D5300 con tre ottiche abbordabili all'O'Neill Shoreditch Showdown 2013"

Al giorno d'oggi le reflex entry level mettono a disposizione risoluzioni e funzionalità che una volta erano vanto solo dei modelli più blasonati: non è quindi un'eresia dire che oggi nelle mani dei fotografi amatoriali c'è più di quanto avessero a disposizione i professionisti qualche anno fa. Reflex della fascia evoluta tra le entry level, come Nikon D5300, Canon EOS 700D , Pentax K-50 o Sony Alpha A65 mettono a meno di mille euro funzionalità avanzate a disposizione di tutti.

Quello che varia (e di molto) rispetto al corredo dei professionisti è il parco ottiche: spesso le reflex entry level vengono acquistate e vivono solo in compagnia dell'ottica kit, generalmente un 18-55mm la cui qualità varia tra il mediocre e l'aberrante. È davvero un peccato posizionare davanti a un sensore da 24 megapixel, come nel caso di A65 d D5300 (quest'ultima anche priva del filtro anti aliasing), delle ottiche incapaci di tenere il passo dell'evoluzione dei CMOS attuali.

Un'ottica di qualità può dare nuova vita anche a una reflex di non ultimissima generazione e spesso può essere considerato un investimento molto più sensato di un nuovo corpo con la stessa ottica kit. Sono tre le direzioni in cui si può espandere il parco ottiche a partire dalle ottiche standard: verso le focali grandangolari e ultra grandangolari oppure nel senso opposto, optando per i teleobiettivi, ma anche affiancando ottiche di maggiore qualità che ricadano in focali già coperte dagli obiettivi kit.

C'è un bivio di fronte a cui ci si trova al primo passo per scegliere una nuova ottica: fisso o zoom? Questi ultimi hanno la caratteristica di essere più versatili coprire focali diverse, a volte con un'escursione molto ampia. I primi hanno il vantaggio di essere ottiche meno di compromesso e spesso offrono molta qualità a prezzi contenuti. È ipotizzabile che chi ha scelto una reflex da meno di mille euro abbia una capacità di spesa simile anche per quanto riguarda l'allargamento del proprio parco ottiche: i diversi marchi, anche quelli di terze parti, offrono molte proposte in questa fascia di prezzo e la scelta per consumatori è ampia.

In occasione dell'O'Neill Shoreditch Showdown 2013 abbiamo avuto l'occasione di mettere alla prova per qualche ora la nuova Nikon D5300 con tre ottiche da mille o meno euro, due zoom e un fisso, utilizzando come cornice la competizione che ha visto sfidarsi con sci e snowboard i migliori freestyler del Regno Unito.


23.15 | 0 komentar | Read More

Dropbox

scheda aggiornata 1 ora fa

Valutazione

Media Voti

         

su 0 votazioni

Dropbox permette di memorizzare files online, accedendo da diverse locazioni e mantenendo sincronizzazione in modo automatico. Non solo: Dropbox permette di condividere automaticamente files tra utenti differenti mantenendo un'interfaccia utente estremamente semplice e intuitiva.


23.15 | 0 komentar | Read More

Previsioni IDC: oltre un miliardo gli smartphone spediti nel 2013, in flessione il prezzo medio

Secondo quanto riportato dalle previsioni annuali della International Data Corporation, le spedizioni di smartphone su base annua sono destinate a sorpassare la soglia del miliardo nel corso del 2013, evidenziando una crescita del 39,3% rispetto all'anno precedente.

Nonostante sia stata segnalata una sorta di stagnazione in quei mercati che potremmo considerare maturi, la crescita è stata comunque guidata dal crescente interesse per il settore degli smartphone nei mercati emergenti, che si rivolgono a modelli di fascia bassa e media. Secondo la IDC, entro il 2017 saranno 1,7 miliardi le unità distribuite annualmente, riportando una crescita del 18,4% rispetto ad oggi.

Risulta invece in declino il prezzo medio di vendita dei singoli modelli, che la società ha individuato in 337$ per l'anno in corso, rispetto ai 387$ richiesti del 2012. Le cause sono da addurre all'estrema versatilità e possibilità di personalizzazione che permette Android ai produttori terzi, che hanno cercato di puntare alle fasce di mercato meno elevate per catalizzare le attenzioni dei mercati emergenti o dei nuovi acquirenti interessati ad entrare nel mondo degli smartphone. Si tratta di una tendenza destinata a continuare all'interno del settore e la IDC si aspetta che il prezzo medio delle singole unità sarà di 265$ nel 2017.

"Il fattore chiave dietro alla crescita dei volumi di vendita degli smartphone negli anni è la prevista diminuzione dei prezzi", scrive Ramon Llamas, Research Manager di IDC. Nei mercati asiatici e africani, ad esempio, sarà indispensabile presentare soluzioni diversificate anche per le fasce più basse, ed è proprio in quest'ottica che il prezzo medio per la singola unità sarà destinato a diminuire nel corso degli anni.

Dal punto di vista dei volumi di vendita nel corso dei prossimi quattro anni, infatti, i produttori dovranno considerare proprio le aree geografiche emergenti, che vedranno una costante crescita a differenza dei mercati maturi. Questi ultimi, invece, secondo le analisi della IDC, saranno caratterizzati da una leggera contrazione in termini di crescita.


23.15 | 0 komentar | Read More

Xbox One SmartGlass disponibile per iOS, Android e Windows Phone: link per il download

Written By komlim puldel on Rabu, 20 November 2013 | 23.15

A pochi giorni dal rilascio commerciale della nuova console di Microsoft, è disponibile al download l'app companion di Xbox One che permette di sfruttare alcune funzionalità del suo ecosistema tramite smartphone e tablet, alcune anche via remoto e senza essere collegato alla stessa rete Wi-Fi. Sostanzialmente troveremo le stesse feature presenti nell'attuale versione per Xbox 360, con qualche aggiunta esclusiva per la nuova console.

Xbox One SmartGlassXbox One SmartGlassXbox One SmartGlass

Come è possibile leggere nel changelog dei vari store in cui è stata pubblicata, Xbox One SmartGlass permette al suo utente di esplorare la dashboard della console tramite l'input touch del dispositivo in uso e offre controlli remoti per la riproduzione dei contenuti multimediali sulla piattaforma da gioco. Inoltre è possibile navigare tramite internet sul televisore utilizzando i controlli del dispositivo touch.

Tra le funzioni che invece sono disponibili anche da remoto avremo la possibilità di navigare fra i contenuti presenti nell'ecosistema ed acquistarne di nuovi, oltre a poter visualizzare gli obiettivi raggiunti, ottenere aiuto per i giochi, mantenersi in contatto con gli amici e guardare le clip di gioco DVR anche se ci troviamo fuori sede e lontano dalla Xbox One.

Xbox One Smartglass è stata pubblicata ieri su Windows Phone Store, App Store e Google Play ed è quindi disponibile su dispositivi iOS, Android e Windows Phone. Basta cliccare sul nome di ogni negozio virtuale per accedere alla pagina relativa e procedere con il download. L'applicazione, universale nelle versioni iOS ed Android, è disponibile anche per Windows 8 e tablet Windows RT che può essere scaricata in questa pagina.


23.15 | 0 komentar | Read More

Driver NVIDIA GeForce 331.82 WHQL

scheda aggiornata 2 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 0 votazioni

Driver WHQL per schede video NVIDIA della famiglia GeForce ottimizzato specificamente per l'utilizzo con i giochi Assassins Creed IV: Black Flag e Need for Speed: Rivals. Di seguito le principali note fornite a corredo.

New in GeForce R331 Drivers

  • Performance Boost – Increases performance by up to 50% for GeForce 400/500/600/700 series GPUs in several PC games vs. GeForce 327.23 WHQL-certified drivers. Results will vary depending on your GPU and system configuration. Here is one example of measured gains:
  • GeForce GTX 770/780/TITAN/780Ti:
    •  
    • Up to 50% in Metro: Last Light
    • Up to 26% in Crysis 3
    • Up to 18% in Battlefield 4
  • SLI Technology
    • Assassins Creed IV: Black Flag – updated profile
    • Path of Exile – added profile
    • Natural Selection – updated profile
  • 3D Vision
    • Assassins Creed IV: Black Flag – "Good"

Additional Details

  • Installs new PhysX System Software 9.13.0725.
  • Installs HD Audio v1.3.26.4
  • GeForce Experience 1.7.1 (v9.3.21.0)
  • Includes support for applications built using CUDA 5.5 or earlier version of the CUDA Toolkit. More information at http://developer.nvidia.com/cuda-toolkit
  • Supports OpenGL 4.3 for GeForce 400-series and later GPUs.
  • Supports DisplayPort 1.2 for GeForce GTX 600 series GPUs.
  • Supports multiple languages and APIs for GPU computing: CUDA C, CUDA C++, CUDA Fortran, OpenCL, DirectCompute, and Microsoft C++ AMP.
  • Supports single GPU and NVIDIA SLI technology on DirectX 9, DirectX 10, DirectX 11, and OpenGL, including 3-way SLI, Quad SLI, and SLI support on SLI-certified Intel and AMD motherboards.

23.15 | 0 komentar | Read More

Caricabatterie wireless per Nexus disponibile su Google Play Devices in USA

Da oggi, in America, i possessori di Nexus 4, Nexus 5 e Nexus 7 possono richiedere un accessorio specifico per la ricarica wireless del proprio dispositivo, ed acquistarlo sul Google Play Devices. Il caricabatterie wireless per Nexus è apparso sullo store statunitense nella giornata di ieri ed è disponibile per la spedizione in 1 o 2 giorni lavorativi.

Caricabatterie wireless Nexus

L'accessorio permette di ricaricare tutti gli ultimi prodotti della serie Nexus citati poco sopra senza l'ausilio di cavi, ma è in grado di caricarne solo uno per volta per le sue dimensioni risicate. Si tratta di un prodotto assolutamente poco ingombrante dalla forma quadrata di 6cm per lato e da un design che ne permette una discreta disposizione in ambiente. Il suo peso è di soli 105g, ma grazie al fondo lavorato permette di aderire saldamente a qualsiasi superficie.

Il caricabatterie wireless è dotato di una faccia magnetica che farà in modo che il dispositivo Nexus utilizzato si disporrà autonomamente in maniera corretta per essere ricaricato. Sappiamo che gli smartphone e il tablet da 7 pollici della famiglia Nexus supportano gli standard Qi per la ricarica Wireless, quindi il caricabatterie è compatibile con tutti gli altri dispositivi che fanno uso delle medesime tecnologie.

Il Caricabatterie wireless per Nexus è disponibile attualmente sul Google Play Devices americano al prezzo di 50$. La stessa pagina è comparsa sul Play Dispositivi italiano, tuttavia la disponibilità è prevista per il prossimo futuro.


23.15 | 0 komentar | Read More

Driver GeForce 331.82 WHQL per Assassins Creed IV

"NVIDIA aggiorna i driver per le proprie schede della famiglia GeForce, come sempre accade al debutto di nuovi titoli. Le ottimizzazioni specifiche sono ora per Assassins Creed IV: Black Flag e Need for Speed: Rivals"

NVIDIA ha reso disponibile un nuovo set di driver della famiglia GeForce, grazie al quale sono state ottimizzate le prestazioni velocistiche ottenibili con i nuovi giochi Assassins Creed IV: Black Flag e Need for Speed: Rivals. Oltre a questo sono presenti varie ottimizzazioni prestazionali particolarmente evidenti in condizioni limite, come incrementi sino al 50% evidenziati con risoluzione video 4K e configurazione SLI utilizzando Metro: Last Light, Crysis 3, and Battlefield 4.

Il download dei driver è accessibile a questo indirizzo; di seguito sono riportate le note a corredo con i driver, al momento disponibili solo in lingua inglese.

New in GeForce R331 Drivers

  • Performance Boost – Increases performance by up to 50% for GeForce 400/500/600/700 series GPUs in several PC games vs. GeForce 327.23 WHQL-certified drivers. Results will vary depending on your GPU and system configuration. Here is one example of measured gains:
  • GeForce GTX 770/780/TITAN/780Ti:
    •  
    • Up to 50% in Metro: Last Light
    • Up to 26% in Crysis 3
    • Up to 18% in Battlefield 4
  • SLI Technology
    • Assassins Creed IV: Black Flag – updated profile
    • Path of Exile – added profile
    • Natural Selection – updated profile
  • 3D Vision
    • Assassins Creed IV: Black Flag – "Good"

Additional Details

  • Installs new PhysX System Software 9.13.0725.
  • Installs HD Audio v1.3.26.4
  • GeForce Experience 1.7.1 (v9.3.21.0)
  • Includes support for applications built using CUDA 5.5 or earlier version of the CUDA Toolkit. More information at http://developer.nvidia.com/cuda-toolkit
  • Supports OpenGL 4.3 for GeForce 400-series and later GPUs.
  • Supports DisplayPort 1.2 for GeForce GTX 600 series GPUs.
  • Supports multiple languages and APIs for GPU computing: CUDA C, CUDA C++, CUDA Fortran, OpenCL, DirectCompute, and Microsoft C++ AMP.
  • Supports single GPU and NVIDIA SLI technology on DirectX 9, DirectX 10, DirectX 11, and OpenGL, including 3-way SLI, Quad SLI, and SLI support on SLI-certified Intel and AMD motherboards.

23.15 | 0 komentar | Read More

Qualcomm annuncia Snapdragon 805 con processore grafico 'Ultra HD'

Da pochi mesi i produttori maggiori di dispositivi mobile stanno adottando il SoC Qualcomm Snapdragon 800, un quad-core da 2,26GHz basato sull'architettura proprietaria Krait 400. Molti dispositivi presentati solamente da alcune settimane integrano tale CPU coadiuvata dalla GPU Adreno 330, tra cui non possiamo non citare Galaxy Note III o Nexus 5.

L'evoluzione tecnologia però è inarrestabile, soprattutto in un settore che vede una crescita continua grazie ad una diffusione sempre più capillare di dispositivi mobile nelle masse. Qualcomm, nel tentativo di confermare la propria leadership nel settore, ha annunciato infatti un nuovo processore che succede proprio l'ormai popolare Qualcomm Snapdragon 800.

Qualcomm Snapdragon 805 Ultra HD

Iniziamo dalla caratteristica più appetitosa, ovvero la possibilità di riprodurre contenuti in Ultra HD (4K) sul proprio tablet, smartphone o, più verosimilmente, sulla propria Smart TV. Per adempiere a questo obiettivo è stata utilizzata una nuova GPU, Adreno 420, per cui la stessa Qualcomm garantisce una potenza grafica del 40% superiore rispetto a quella possibile con i modelli attuali. La CPU integrata è sempre dotata di quattro core, basati sulla nuova architettura Krait 450, operanti ciascuno alla frequenza di 2.5GHz con una banda passante per la memoria massima di 25,6GB/s.

Il nuovo SoC è previsto in due varianti con altrettanti modem Qualcomm differenti: Gobi MDM9x25 (28nnm) che permette una velocità di connessione alla rete LTE 4 fino a 150Mbps, e Gobi MDM9x35 (20nm) che supporta sino a 300Mbps tramite la tecnologia LTE-A. Entrambi i chipset, secondo quanto riportato da Qualcomm, supportano le reti più diffuse utilizzate dagli operatori telefonici e approvate dal 3GPP.

All'interno del SoC troviamo inoltre un nuovo processore fotografico, il primo nel settore mobile a vantare una velocità di processamento superiore al Gpixel/s e stabilizzazione dell'immagine partendo dalle informazioni ricevute dal giroscopio del dispositivo. Il nuovo package dovrebbe infine garantire un consumo energetico inferiore rispetto all'attuale Snapdragon 800, a fronte di una potenza operativa sensibilmente superiore soprattutto dal punto di vista grafico.

Qualcomm prevede l'inizio della produzione dei primi sample nei primi mesi dell'anno prossimo, pertanto riteniamo improbabile l'introduzione delle nuove tecnologie in tempistiche relativamente brevi.


23.15 | 0 komentar | Read More

No, non è colpa del PC: oggi ADSL Telecom in crisi in tutta Italia

Ci vengono segnalati enormi disagi nella navigazione da parte di utenti ADSL Telecom, senza distinzione fra i contratti residenziali e Business. A quanto pare vengono aperti pochissimi siti e per giunta con estrema lentezza, mentre molti risultano irraggiungibili, come ad esempio Facebook.

Si tratta di un malfunzionamento che coinvolge una buona parte della popolazione italiana, che si trova nella condizione di utilizzare il web a tratti, alternando down completi ad una navigazione con grosse perdite di pacchetti dati. Se anche voi avete problemi non incolpate il PC o il vostro router, poiché il problema e a monte di tutto ciò! Parlatene con noi nel nostro canale Facebook, o anche sul forum a questo indirizzo.

Non mancheremo di aggiornarvi sull'argomento non appena ne sapremo di più.


23.15 | 0 komentar | Read More

Annunciate le nomination degli Spike Videogame Awards 2013

Nelle scorse ore sono state annunciate le nomination in vista dell'edizione 2013 degli Spike Videogame Awards, appuntamento che è ormai divenuto particolarmente familiare agli appassionati, soprattutto in vista degli interessanti annunci che, come di consueto, caratterizzeranno la kermesse. Tra questi sembra esserci anche Fallout 4.

L'evento, ribattezzato in quest'occasione VGX, si terrà il 7 dicembre e sarà trasmesso in diretta su Spike TV. Al momento non è ancora stato annunciato se Samuel L. Jackson, che aveva brillantemente presentato la scorsa edizione, sarà confermato nelle vesti di presentatore.

La lotta per la conquista dei premi si preannuncia particolarmente serrata. A contendersi il riconoscimento di gioco dell'anno saranno infatti Bioshock Infinite, The Last of Us e Grand Theft Auto V, senza peraltro dimenticare l'ottimo reboot di Tomb Raider e il recentissimo Super Mario 3D World.

Gettando uno sguardo ai vari candidati, Sony risulta il publisher meglio rappresentato, grazie a ben undici nomination, mentre Irrational Games, Rockstar e Naughty Dog si contendono il primato tra gli studi di sviluppo.

Di seguito l'elenco completo delle nomination:

Gioco dell'anno

  • BioShock Infinite
  • Grand Theft Auto 5
  • Super Mario 3D World
  • The Last of Us
  • Tomb Raider

Studio dell'anno

  • Irrational Games
  • Naughty Dog
  • Rockstar North
  • The Fullbright Company

Miglior Sparatutto

  • Battlefield 4
  • BioShock Infinite
  • Call of Duty: Ghosts
  • Metro: Last Light

Miglior Action Adventure

  • Assassin's Creed 4: Black Flag
  • Grand Theft Auto 5
  • The Last of Us
  • Tomb Raider

Miglior Sportivo

  • FIFA 14
  • MLB 13: The Show
  • NBA 2K14
  • NHL 14

Miglior Titolo Indipendente

  • Gone Home
  • Kentucky Route Zero
  • Papers, Please
  • The Stanley Parable

Miglior Gioco di Ruolo

  • Final Fantasy 14: A Realm Reborn
  • Fire Emblem: Awakening
  • Ni no Kuni: Wrath of the White Witch
  • Pokemon X/Y

Miglior Picchiaduro

  • Divekick
  • Injustice: Gods Among Us
  • Killer Instinct
  • Tekken Revolution

Best Driving Game

  • F1 2013
  • Grid 2
  • Forza Motorsport 5
  • Need for Speed Rivals

Miglior DLC

  • Borderlands 2: Tiny Tina's Assault on Dragon Keep
  • Dishonored: The Knife of Dunwall
  • Far Cry 3: Blood Dragon
  • Mass Effect 3: Citadel

Miglior Titolo Xbox

  • BioShock Infinite
  • Brothers: A Tale of Two Sons
  • Grand Theft Auto 5
  • Tomb Raider

Miglior Titolo PlayStation

  • Grand Theft Auto 5
  • Rayman Legends
  • The Last of Us
  • Tomb Raider

Miglior Titolo Nintendo

  • Pikmin 3
  • Rayman Legends
  • Super Mario 3D World
  • The Wonderful 101

Miglior Titolo PC

  • Battlefield 4
  • Gone Home
  • Papers, Please
  • The Stanley Parable

Miglior Titolo Portatile

  • Animal Crossing: New Leaf
  • Pokemon X/Y
  • Tearaway
  • The Legend of Zelda: A Link Between Worlds

Miglior Casual Game

  • Animal Crossing: New Leaf
  • Disney Infinity
  • Plants vs. Zombies 2: It's About Time
  • Skylanders Swap Force

Miglior Voce Maschile

  • Troy Baker as Joel in The Last of Us
  • Troy Baker as Booker DeWitt in BioShock Infinite
  • Steven Ogg as Trevor Philips in Grand Theft Auto 5
  • Willem Dafoe as Nathan Dawkins in Beyond: Two Souls

Miglior Voce Femminile

  • Ashely Johnson as Ellie in The Last of Us
  • Courtnee Draper as Elizabeth in BioShock Infinite
  • Camilla Luddington as Lara Croft in Tomb Raider
  • Ellen Page as Jodie Holmes in Beyond: Two Souls

Miglior Colonna Sonora

  • BioShock Infinite
  • Grand Theft Auto 5
  • Ni no Kuni: Wrath of the White Witch
  • The Last of Us

Miglior Canzone

  • "ADHD" by Kendrick Lamar (Grand Theft Auto 5)
  • "Sleepwalking" by The Chain Gang of 1974 (Grand Theft Auto 5)
  • "Survival" by Eminem (Call of Duty: Ghosts)
  • "Will the Circle be Unbroken" by Courtnee Draper & Troy Baker (BioShock Infinite)

Titolo Più Atteso

  • South Park: The Stick of Truth
  • Destiny
  • Watch Dogs
  • Titanfall
  • The Witcher 3: Wild Hunt

23.15 | 0 komentar | Read More

Avira Free Antivirus

Written By komlim puldel on Rabu, 13 November 2013 | 23.15

scheda aggiornata 1 ora fa

Valutazione

Media Voti

         

su 9 votazioni

Antivir è forse il software antivirus freeware più conosciuto e nominato nel web. Le funzionalità sono estremamente interessanti e l'approccio è molto simile a quello dei sw commerciali. Unica lacuna è la mancanza di un controllo sulle email inviate e ricevute.
Il menù per le impostazioni personalizzate è poco intuitivo. Con questa versione del prodotto Avira decide di rinunciare al brand Antivir utilizzato per i propri prodotti a partire dal 1988.


23.15 | 0 komentar | Read More

Google apre i Glass al pubblico, al momento solo per residenti americani

Al momento ci sono circa 10.000 Google Glass sulla Terra, e in tempi brevi ce ne saranno circa 40.000, dal momento che ogni utente potrà invitare tre amici a partecipare al programma Google Explorer per avere in via preliminare una versione prototipale degli occhiali tecnologici. Il numero dei Google Glass potrebbe tuttavia decuplicarsi in brevi termini dal momento che il colosso di Mountain View ha aperto il programma al pubblico, e tutti gli utenti (residenti negli Stati Uniti) che vogliono provare le nuove tecnologie possono iscriversi alla lista d'attesa.

Google Glass, inviti pubblici

Iscrivendosi in questa pagina l'utente avrà la possibilità di ricevere a sua volta un invito per entrare nel programma ed ottenere un prototipo dei Google Glass funzionante. La registrazione in sostanza non garantisce la ricezione dell'invito ma dà la possibilità di acquistare il prototipo nel caso l'utente venisse contattato. Durante la registrazione si può scegliere se venire informato sulle novità relative ai Glass o indicare la possibilità di essere disposto ad acquistarne un paio una volta che si libera un posto nella lista d'attesa.

Non è stato divulgato il prezzo dei modelli di Google Glass che la società rilascerà agli utenti in questa nuova fase pubblica. La prima ondata di occhiali era stata offerta a 1.500$ ed è possibile immaginare un prezzo più concorrenziale per i dispositivi che verranno proposti al pubblico prossimamente.

I Google Glass rappresentano quella che probabilmente sarà la tecnologia mobile di domani, sempre più collegata ai nostri sensi ed in grado di sviluppare e mostrare informazioni puntualmente ad ogni nostra richiesta. Tramite il largo uso della realtà aumentata inoltre sarà possibile ricevere informazioni su quanto richiesto dall'utente in una maniera del tutto nuova.

Se interessati a ricevere un invito per i Google Glass è possibile effettuare la registrazione all'interno del sito specifico di Google, indicando l'opzione relativa quando richiesto.


23.15 | 0 komentar | Read More

Motorola annuncia ufficialmente Moto G, quad-core e display HD a 179$

Sono passati solo pochi minuti dalla fine dell'evento nel corso del quale Motorola ha annunciato il proprio nuovo smartphone Motorola Moto G, una versione più economica del noto Moto X, nato come il primo smartphone frutto della stretta collaborazione con Google.

Secondo quanto dichiarato nel corso dell'evento Motorola Moto G nasce dalla necessità di portare nella fascia di smartphone definiti di basso livello un terminale in grado di soddisfare a pieno gli utenti, una soluzione senza compromessi nonostante il prezzo concorrenziale. Effettivamente gran parte del mercato smartphone, specie per quanto riguarda Android, è fatto da soluzioni a basso costo ma spesso caratterizzate da specifiche tecniche non esaltanti e da una esperienza d'utilizzo non del tutto soddisfacente.

Con questo nuovo Motorola Moto G l'azienda americana recentemente acquistata da Google vuole proporre un terminale che tutti possono acquistare, un prodotto in grado di offrire una user experience di primo livello ad un prezzo pari ad un terzo di quello di un iPhone 5S o di Galaxy S4.

Il nuovo Moto G ricorda molto il già conosciuto Moto X per quanto riguarda il design. All'interno troviamo invece dei componenti completamente diversi. A partire dal SoC, un Qualcomm Snapdragon 400 a 1,2Ghz di frequenza, accompagnato da 2 GB di memoria RAM. Il display offre una diagonale da 4,5 pollici a risoluzione HD 1280x720 pixel, per una densità di pixel pari a 329 ppi.

Motorola ha inoltre assicurato una autonomia in grado di portare a termine la giornata lavorativa senza alcun problema. Il modulo integrato dovrebbe avere una capacità intorno ai 2000 mAh. La fotocamera posteriore è da 5 megapixel mentre il sistema operativo è ovviamente Android, nella sua versione 4.3 Jelly Bean. L'aggiornamento all'ultima 4.4 KitKat è stato tuttavia assicurato entro la fine del prossimo mese di gennaio.

Motorola Moto G è disponibile da oggi in oltre 30 mercati incluso quello italiano. In attesa dell'evento di lancio a cui parteciperemo in serata e nel corso del quale verrà probabilmente rivelato il prezzo in Italia vi comunichiamo quello che sarà il costo negli USA, ovvero 179$ per la versione con taglio di memoria da 8 GB e 199$ per quella da 16 GB.


23.15 | 0 komentar | Read More

Le proprietà 'self-healing' di LG G Flex mostrate in video: la plastica che si ripara da sola

LG segue Samsung nel mercato dei dispositivi curvi con il suo G Flex, un dispositivo che annovera alcune tecnologie innovative che la stessa società ha voluto evidenziare in un video, che riportiamo di seguito. LG G Flex non utilizza semplicemente un display curvo come il Galaxy Round dell'azienda concorrente, ma sfrutta una tecnologia che permette un ampio grado di flessibilità senza provocare rotture.

Inoltre, la scocca posteriore dello smartphone è rifinita con un materiale in grado di ripararsi autonomamente nel tempo (self-healing): una prerogativa quasi fantascientifica ma che permette di nascondere tutti i difetti tipici dell'usura a cui è soggetto immancabilmente un dispositivo mobile.


23.15 | 0 komentar | Read More

Nexus 5 da 16GB ufficialmente esaurito, rifornimenti non previsti nel breve termine

Brutte notizie per "i ritardatari" che non hanno preso il Nexus 5 nei primi giorni dal rilascio pubblico. Il nuovo smartphone realizzato in collaborazione da LG e Google, infatti, è ufficialmente "out of inventory" sul Google Play Devices americano. La situazione sembra essere solo leggermente migliore in Italia, in cui è segnalata un'attesa di 3-4 settimane dalla richiesta per i due modelli da 16GB, ma è prevedibile che la situazione possa seguire quanto visto oltreoceano.

Nexus 5, Google Play Dispositivi

Una volta annunciata la disponibilità del nuovo Nexus 5, è bastata meno di un'ora perché venisse segnalato il tutto esaurito sul Google Play Dispositivi, con attese per gli altri utenti di circa 2-3 settimane o più. Al momento attuale sullo store americano è possibile acquistare solamente il modello da 32GB di colore bianco, che sarà spedito entro il 26 novembre, mentre per tutti gli altri modelli è necessario attendere anche 4 o 5 settimane dall'invio della richiesta, segnale che indica che le prossime forniture non siano in arrivo nei magazzini preposti alla spedizione.

Analizzando la situazione del Google Play Dispositivi in Italia, gli utenti interessati all'acquisto del nuovo smartphone in versione da 16GB farebbero meglio ad affrettarsi ad ordinarlo: le versioni da 16GB, sia bianca che nera, saranno spedite solamente entro 3-4 settimane dall'ordinazione, stessa attesa prevista per il modello da 32GB nero. È possibile ricevere invece la versione bianca da 32GB entro la fine del mese, dal momento che le spedizioni sono previste entro il 22 novembre.

I motivi di tale successo sono facilmente intuibili: Nexus 5 vanta al suo interno componentistica hardware di prim'ordine, con un Qualcomm Snapdragon 800 che si occupa degli incarichi computazionali e 2GB di RAM. Lo schermo è FullHD con diagonale da 4,95", mentre la fotocamera da 8 megapixel supporta la stabilizzazione ottica delle immagini. Il tutto viene proposto ad un prezzo più che concorrenziale, di 349 e 399€ rispettivamente per le due versioni da 16 e 32GB di storage integrato.


23.15 | 0 komentar | Read More

Sony: update post-lancio per PS4 aggiungerà supporto a MP3 e DLNA

Shuhei Yoshida, presidente dei Worldwide Studios di Sony, ha ammesso a GiantBomb che Sony è stata "colta in contropiede" dal clamore suscitato dall'annuncio che PS4 non avrebbe supportato MP3 e DLNA. "Ci siamo stupiti dalla reazione così calorosa di un numero talmente alto di persone", ha detto Yoshida.

PS4

Secondo alcuni, la mancanza di questo tipo di supporto farebbe parte di uno stratagemma di Sony per indurre i consumatori a iscriversi al suo servizio su cloud Music Unlimited, ma Yoshida risponde fermamente: "Non è così".

"Abbiamo sempre detto che ci saremmo concentrati innanzitutto sulle caratteristiche di gioco, per cui se una di queste mancansse al lancio saremmo veramente dispiaciuti", continua Yoshida. "Non abbiamo, invece, pensato a MP3 e DLNA, perché ci eravamo prefissati di occuparcene alla fine. Abbiamo avuto questo tipo di supporto in tutti i prodotti PlayStation, e per questo ci siamo meravigliati della reazione della gente".

"I consumatori non sono così interessati a queste feature ma, se dici loro che non ci saranno, allora si arrabbiano e cominciano a dire: 'Ho annullato il pre-order'".

Yoshida ha quindi confermato che il supporto a MP3 e DLNA verrà aggiunto in un secondo momento tramite update post-lancio. "I team di progettazione in Giappone e Stati Uniti stanno discutendo di come e quando potremo aggiungere queste caratteristiche a PS4".

Nel frattempo, Sony conferma che i giocatori potranno sovrapporre la musica di Music Unlimited al flusso sonoro dei giochi. PS4 diventerà disponibile nel Nord America da venerdì, mentre l'uscita in Europa è attesa per il 29.


23.15 | 0 komentar | Read More

WinRAR

scheda aggiornata 44 minuti fa

Valutazione

Media Voti

         

su 1 votazioni

Utility per la compressione e decompressione di archivi di files. Consente il salvataggio in formato ZIP o RAR.
Le impostazioni disponibili sono veramente avanzate e l'interfaccia grafica è estremamente intuitiva.


23.15 | 0 komentar | Read More

uTorrent

Written By komlim puldel on Rabu, 06 November 2013 | 23.14

scheda aggiornata 2 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 4 votazioni

µTorrent è un client per reti P2P basate sul protocollo BitTorrent. Progettato per avere un impatto minimo sulle prestazioni del sistema su cui viene installato, questo software riesce ad offrire in meno di 300Kbyte le stesse funzionalità di altri client torrent più pesanti come BitComet o Vuze.

Il software può essere utilizzato per scaricare e condividere file di vario tipo ed offre la possibilità interrompere e riesumare i file in download in un secondo momento. Il programma è stato sviluppato in C++ ed è rilasciato gratuitamente con licenza closed source.


23.14 | 0 komentar | Read More

Firefox 26

HWfiles.it è un canale di Hardware Upgrade, testata giornalistica con registrazione tribunale di Varese, n. 879 del 30/07/2005. Iscrizione ROC n° 13366 - Ulteriori informazioni.

Per eventuali segnalazioni, inviare una mail all'indirizzo redazione@hwupgrade.it

© 1997 - 2013 - Hardware Upgrade S.r.l. P.iva: 02560740124


23.14 | 0 komentar | Read More

iPad Air, unboxing e anteprima in redazione

iPad Air, è questo il nome dell'ultimo tablet della mela morsicata, annunciato poco più di due settimana fa e commercializzato a partire dallo scorso venerdì. Si tratta di una delle maggiori novità per quanto riguarda il mercato mobile in questo 2013 e come stanno dimostrando i dati di vendita diffusi in queste ore l'attesa per la soluzione era davvero molta.

Tra le nuove caratteristiche non possiamo non citare un design completamente rinnovato con uno spessore di soli 7,5 mm e un peso contenuto in 469 grammi. Il display è ancora una volta un IPS Retina da 2048x1536 pixel di risoluzione mentre all'interno della soluzione troviamo il nuovo processore A7 con chip M7 dedicato al motion sensing. La batteria di cui ancora non conosciamo la reale capacità dovrebbe garantire 10 ore di autonomia.

I prezzi partono dai 479 euro della versione 16 GB solo WiFi e salgono a 569 euro per il modello da 32 GB, 659 per quello da 64GB e 749 per la versione più capiente da 128 GB.

Le versioni dotate di connettività LTE sono invece posto ad un prezzo di esattamente 120 euro superiore rispetto a quelle solo WiFi. Abbiamo quindi 599 euro per il taglio di memoria da 16 GB, 689 per quello da 32GB, 779euro per la versione da 64 GB e 869 per quella dotata di 128 GB di memoria dedicata allo storage.


23.14 | 0 komentar | Read More

Samsung: 100 milioni di smartphone della serie Galaxy nel 2013

I risultati di vendita di Samsung Galaxy S4, sebbene elevati, non hanno riscontrato le aspettative della società, degli analisti e degli investitori. Proprio per sedare le preoccupazioni riguardo alla fascia elevata del mercato degli smartphone Samsung ha indetto un evento in cui ha riportato che le vendite cumulative della famiglia Galaxy S e Note supereranno i 100 milioni nel corso del 2013.

Fra i dispositivi segnalati dalla società abbiamo Galaxy S, Galaxy S II, Galaxy Note, Galaxy S III, Galaxy Note II e logicamente Galaxy S4 e Galaxy Note 3. Si tratta di un risultato impressionante se rapportato a quelli di tutti i restanti competitor, esclusa Apple, ma che tuttavia non raggiunge le aspettative della società per il 2013.

Samsung roadmap

La penetrazione su scala globale del settore degli smartphone è comunque solamente del 21%, e Samsung si aspetta che il grosso del fatturato nei prossimi periodi verrà dai dispositivi di fascia bassa e media, prevedendo l'esplosione dei relativi settori nei mercati emergenti. La società sudcoreana presta attenzione ai vari mercati, senza tralasciare il settore dei tablet.

"Entro il 2017 la metà della domanda del settore degli smartphone sarà rivolta verso dispositivi dotati di LTE", ha dichiarato J.K. Shin, CEO di Samsung, evidenziando come gli utenti saranno invogliati al passaggio ai nuovi smartphone per sfruttare le velocità di rete superiori permesse dai nuovi standard di connettività.

Nel corso dell'evento si è prestata particolare attenzione su quanto Samsung abbia in serbo per i suoi clienti per il prossimo futuro, fra cui i display OLED flessibili basati sulla tecnologia proprietaria YOUM con substrato in plastica. I nuovi display si suddivideranno in curvi, piegati e flessibili, ma non saranno in commercio in grandi volumi prima del 2015.


23.14 | 0 komentar | Read More

iMac 27, Haswell e Kepler nell'all-in-one di Apple

La linea di sistemi iMac di Apple, la proposta desktop all-in-one consumer/prosumer della Mela, è stata oggetto di un importante aggiornamento hardware nelle passate settimane mantenendo invariata l'impostazione progettuale che la Mela ha elaborato lo scorso anno e che ha permesso di creare un sistema molto più sottile ed affusolato dei predecessori grazie all'eliminazione dell'unità ottica.

A tal proposito è bene ricordare che nel corso della loro storia i sistemi iMac sono sempre stati forieri di "rivoluzioni" nel contesto desktop: iMac G3, il primo capostipite della serie, sorprese per l'uso di uno chassis colorato, per l'assenza del lettore di Floppy Disk e per l'adozione delle porte USB.

Il successore iMac G4 "iLamp", iconico per il suo design fuori dagli schemi, segnò l'abbandono dei monitor CRT da parte di Apple. Nel corso del 2006, assieme ad una nuova linea di portatili MacBook, iMac fu tra i primi sistemi Apple ad accogliere i processori Intel mentre invece lo scorso anno, come detto, gli iMac salutano definitivamente l'unità ottica, un elemento normalmente dato per scontato sui sistemi desktop che non devono scendere a patti con i limiti di ingombro propri di un sistema portatile.

Le novità che l'aggiornamento introduce sotto la scocca degli iMac presentati lo scorso anno sono numerose, tutte nascoste agli occhi ma comunque di particolare importanza. Si parte dall'adozione dei nuovi processori Intel di quarta generazione, conosciuti con il nome in codice di Haswell e qui presenti nella loro versione desktop che portano per alcune configurazioni della linea (nello specifico quella entry-level del modello da 21,5 pollici) anche il sottosistema grafico Intel Iris Pro integrato nel processore.

Sempre in tema di comparto grafico Apple sceglie di adottare varie declinazioni di GPU della famiglia NVIDIA Kepler per gli altri modelli della linea spingendosi fino alla versione GeForce GTX 775M (presente nel sistema che sarà oggetto della recensione).

Le novità però non si limitano solamente ad un aggiornamento di processore e scheda video: due altri elementi, che potrebbero passare inosservati, sono però di particolare rilievo. Stiamo parlando dell'adozione del modulo WiFi 802.11ac, introdotto per la prima volta in MacBook Air e compatibile con le basi AirPort lanciate nel corso dell'estate, e dell'interfaccia PCI-Express per la componente SSD del sistema di storage Fusion Drive, in grado di incrementare la reattività del sistema nell'uso ordinario.


23.14 | 0 komentar | Read More

Canon annuncia: upgrade a Dual Pixel AF a pagamento per EOS C100

Canon annuncia: upgrade a Dual Pixel AF a pagamento per EOS C100

"La prima implementazione della nuova tecnologia autofocus a rilevazione di fase sul sensore Dual Pixel AF di Canon dopo il debutto su EOS 70D sarà l'aggiornamento opzionale della cinepresa digitale EOS C100"

Alla presentazione della macchina e poi soprattutto dopo la nostra prova abbiamo detto che la tecnologia a rilevazione dei fase sul sensore Dual Pixel AF che Canon ha fatto debuttare sulla sua Canon EOS 70D è in grado riportare il marchio nipponico in testa al gruppo in un ambito, quello della messa a fuoco Live View e Video, dove su reflex e mirrorless aveva dimostrato di aver perso terreno dai concorrenti.

Ci aspettiamo nei prossimi tempi diversi prodotti che mettano a frutto questa tecnologia, ma Canon ha sorpreso tutti annunciando che sarà possibile aggiornare una delle cineprese digitali del sistema EOS Cinema, Canon EOS C100, alla tecnologia Dual Pixel AF, per migliorare le prestazioni della videocamera quando utilizzata in modalità autofocus.

Sebbene la tecnologia Dual Pixel CMOS AF di EOS C100 sia simile a quella presente nella reflex Canon EOS 70D, essa è stata adattata per ottimizzare le caratteristiche della videocamera. Al momento non è noto il prezzo dell'upgrade Canon ha solo dichiarato: "L'aggiornamento è un'opzione a pagamento e sfrutta il sensore Super35mm ​​esistente. Sarà eseguita presso RCC Canon (Regional Competence Centre) e sarà disponibile a partire dal 2014."


Commenti (1)


23.14 | 0 komentar | Read More

iPhone 5S, unboxing e anteprima in redazione

Uno degli annunci più attesi per quanto riguarda questo 2013 è stato indubbiamente, come accade ogni anno, quello relativo al nuovo melafonino di Apple, ovvero iPhone 5S. Il successore dell'ultimo top di gamma iPhone 5 da quale riprende il design e alcune, per la verità poche, caratteristiche tecniche.

 Cuore di questo nuovo smartphone è il chip Apple A7, il primo ad essere basato su architettura a 64bit e per il momento l'unico ad essere caratterizzato da questo elemento tecnico.

La superficie complessiva del chip A7 è di 102 millimetri quadrati, un dato decisamente considerevole per un chip mobile. Apple segnala un raddoppio nei registri di tipo general purpose e di quelli in virgola mobile, con un totale di ben 1 miliardo di transistor. Questo nuovo SoC richiede l'utilizzo di iPS 7, che integra kernel, librerie e driver nativi a 64bit permettendo l'esecuzione di applicazioni tanto a 32bit come a 64bit.

M7 è il nome scelto per indicare un secondo chip presente in iPhone 5S: si tratta di un motion co-processor, che opera accanto ad A7 rilevando costantemente i dati di movimento e integrando accelerometro, giroscopio e bussola. Un pacchetto di funzionalità di questo tipo apre spazio a interessanti scenari di utilizzo per applicazioni legate al fitness e al benessere.

L'ultima innovativa funzionalità di iPhone 5S riguarda la sicurezza ed è indicata con il nome diTouch ID. Questa caratteristica era già emersa nelle scorse settimane a livello di indiscrezione: il pulsante home è dotato al proprio interno di un sensore per le impronte digitali che riconosce l'impronta del proprietario del telefono abilitandone il funzionamento. Questo permette di non inserire un blocco del terminale con una sequenza numerica, funzionalità che non viene utilizzata o che spesso quando attiva è legata ad una sequenza di numeri banale.

Per quanto riguarda i prezzi in Italia, iPhone 5S costa al consumatore finale le stesse cifre del predecessore: il modello entry-level da 16GB sarà proposto a 729€, mentre le varianti da 32 e 64GB rispettivamente 839 e 949€.


23.14 | 0 komentar | Read More

Google+ ed Hangouts si aggiornano con l'invio diretto di SMS ed altro

Written By komlim puldel on Rabu, 30 Oktober 2013 | 23.15

Google ha presentato alcune fra le novità del prossimo futuro in un evento organizzato per la stampa specializzata in San Francisco. Le nuove feature del social network proprietario Google+ interessano non solo la parte fotografica, espandendo i già presenti tool per la modifica manuale e automatica delle immagini inserite, ma anche quella più prettamente social.

La nuova funzionalità prevista per Hangouts fornisce adesso l'integrazione per la ricezione e l'invio di SMS diretti, che mira a ridurre la discontinuità fra i messaggi di testo tradizionali e le comunicazioni social tramite connessione dati. Gli utenti potranno inoltre usufruire dei nuovi strumenti per la creazione di immagini GIF e condividere la propria posizione con il servizio.

Per quanto riguarda il reparto fotografico saranno presenti strumenti che permetteranno di migliorare e modificare anche i video caricati sul social network, assieme alla possibilità di rimuovere oggetti in movimento su scatti multipli e isolare i soggetti dei ritratti. Inoltre è stato migliorato l'algoritmo per la selezione automatica dello scatto migliore e l'organizzazione delle fotografie.

Molti degli strumenti pensati per l'editing video mirano anche a semplificare i processi necessari per la modifica, con la realizzazione automatica, ad esempio, delle parti salienti prese da diverse clip e inserite in un unico contenuto. È possibile inoltre aggiungere rapidamente una traccia audio, e il sistema capirà autonomamente come tagliare il video e l'l'audio in modo da adattarsi alla lunghezza desiderata per il file multimediale completo.

Le nuove feature saranno presto disponibili sia nella versione per browser web desktop di Google+ che per le applicazioni mobile Android ed iOS.


23.15 | 0 komentar | Read More

Skype

scheda aggiornata 5 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 2 votazioni

Skype è un software che permette un semplice utilizzo delle tecnologie Voice Over IP.

Con la sempice installazione del client su due pc sarà infatti possibile realizzare una comunicazione audio di qualità soddisfacente.
Le funzioni avanzate permettono un logging delle conversazioni e la possibilità di conversare con un massimo in 4 interlocutori contemporaneamente.

Acquistando una scheda prepagata attraverso il sito ufficiale è possibile effettuare telefonate da pc a rete fissa a prezzi vantaggiosi, considerando le tariffe internazionali.


23.15 | 0 komentar | Read More

iPhone 5S: Apple conferma i difetti di fabbrica nelle batterie integrate

Il nuovo iPhone 5S dovrebbe avere un'autonomia significativamente superiore rispetto ai precedenti modelli, tuttavia in un numero non meglio precisato di unità del nuovo smartphone di Cupertino la batteria sembra esaurirsi rapidamente. Secondo il colosso americano, che ha confermato ed ammesso il problema, questo è dovuto a difetti di fabbrica di alcune fra le batterie integrate nei nuovi smartphone.

iPhone 5S, problemi batteria

"Abbiamo recentemente scoperto un problema di fabbricazione che ha coinvolto un numero molto limitato di dispositivi iPhone 5S che potrebbero causare tempi di ricarica più lunghi o ridotta autonomia operativa", sono le parole di Teresa Brewer, portavoce per Apple, che continua: "Stiamo contattando i nostri clienti con i telefoni affetti dal problema, a cui offriremo un modello sostitutivo."

Come riporta The Verge, Al momento risulta ignoto il numero delle unità di iPhone 5S difettose al lancio e sembra logico che Apple non voglia diffondere numeri più precisi, né che la situazione si diffonda partendo dagli stessi utenti. I nuovi iPhone hanno già visto alcuni problemi minori - e non solo - corretti fortunatamente con l'ultimo aggiornamento software e, vista l'incredibile diffusione nelle prime settimane, non è difficile che notizie negative sugli smartphone di Cupertino si diffondano a macchia d'olio con una rapidità estrema.

Non è la prima volta che Apple si vede affrontare un programma di sostituzione di batterie difettose. Nel 2006 alcuni MacBook videro dei problemi per via di alcune celle difettose prodotte da Sony, che avevano provocato addirittura delle esplosioni sulle unità con difetti di fabbricazione. Tuttavia, il nuovo caso che coinvolge i nuovi iPhone 5S non sembra così grave e la società si è mostrata più che incline a voler sostituire tutti i dispositivi in circolazione con difetti di fabbrica nelle batterie.

Al momento attuale sono più di 9 milioni gli iPhone venduti dal 20 settembre ad oggi su scala globale, cifra che Apple è riuscita a raggiungere dopo solamente un weekend di vendite su pochi paesi selezionati. È possibile fare una stima degli iPhone difettosi, che potrebbero essere poche migliaia di unità, una piccola percentuale rispetto al venduto complessivo in queste settimane.


23.15 | 0 komentar | Read More

Lo smartwatch Google Nexus è sempre più vicino

Google potrebbe rilasciare un nuovo smartwatch nei prossimi mesi. È quanto riportato da un nuovo articolo del WSJ, che sostiene che la società di Mountain View stia stabilendo con i fornitori cinesi le date per l'inizio della produzione di massa del nuovo prodotto.

Google Now smartwatch

Al momento si sta discutendo sulle tecnologie da adottare in modo da aggirare gli ostacoli che hanno riscontrato tutti gli altri produttori di smartwatch, che ne hanno reso difficile il lancio commerciale, non catturando se non in maniera blanda le attenzioni da parte del pubblico.

Samsung, Sony ed altre società hanno provato ad entrare nella nuova nicchia di mercato, e si parla anche di un ingresso da parte di Apple con un ipotetico iWatch. Tuttavia, secondo quanto riportato WSJ, il settore riceverà una forte ripresa solamente dopo l'ingresso di Google.

Lo smartwatch sarà basato essenzialmente su Google Now, l'assistente vocale tipico di Android e dovrebbe essere solamente distante di pochi mesi dal lancio commerciale. Sembra difficile che il nuovo prodotto di Mountain View possa supportare le nuove tecnologie di pannelli OLED flessibili. Come gli altri modelli, anche lo smartwatch di Google dovrà essere collegato ad uno smartphone o ad un altro dispositivo mobile per poter godere di tutte le funzionalità, ad esempio il supporto alla connettività di rete sarà prevista solamente tramite tethering via Bluetooth.

Il grosso dei lavori da parte di Google è stato compiuto soprattutto su nuove tecnologie di risparmio energetico dal momento che un orologio da polso deve necessariamente avere un'autonomia operativa superiore alla giornata intera, obiettivo non ancora raggiunto da altri produttori.


23.15 | 0 komentar | Read More

EIZO rilascia il primo monitor da gioco con refresh rate da 240Hz

EIZO Corporation ha annunciato oggi il nuovo FORIS FG2421, il primo monitor da gioco caratterizzato da un refresh rate di 240Hz. Destinato al videogiocatore hardcore, il nuovo FORIS dispone di un basso valore di input lag e modalità pensate specificatamente per i videogiochi più veloci, sviluppati assieme a gamer professionisti.

EIZO FORIS FG2421

Si tratta di una soluzione ideale per avere il miglior controllo possibile nelle fasi più frenetiche di sparatutto in prima persona, o giochi di corse o combattimento in cui è prevista azione adrenalinica, in cui sembra che i tradizionali 60Hz non bastino più. FORIS FG2421 è dotato di una nuova funzionalità chiamata Turbo 240 che converte i segnali da 120Hz trasformandoli a 240Hz gestendo in maniera innovativa la retroilluminazione a LED.

L'alta frequenza d'aggiornamento e il tempo di risposta inferiore al millisecondo permettono una riproduzione estremamente fluida dei contenuti di gioco, la migliore disponibile sul mercato a detta di EIZO, disponibile in un monitor per videogiocatori. Il nuovo monitor è il primo ad utilizzare un pannello LCD VA (vertical alignment), che garantisci ampi angoli di visuale (176°) e un rapporto di contrasto nativo di 5000:1.

EIZO ha progettato internamente il circuito integrato in modo che garantisse l'input lag inferiore possibile. Tutte le modalità software presenti, realizzate con in mente le diverse tipologie di videogiochi, sono compatibili con Windows Vista, 7 ed 8, mentre sul fronte connettività sono presenti porte HDMI, DisplayPort e DVI-D, in modo tale da poter essere utilizzato sia con PC che con le console più diffuse.

EIZO Turbo 240

Il nuovo FG2421 di EIZO supporta una risoluzione massima di 1920x1080 all'interno di una diagonale da 23.5". Disabilitando la modalità Turbo 240, il pannello utilizza un più tradizionale refresh rate di 120Hz, assieme ad una tecnologia ibrida per l'eliminazione di effetti di flicker a qualsiasi livello di luminosità.

EIZO FG2421 è venduto con una garanzia di cinque anni, al prezzo di 449€ nei mercati europei. Per conoscere ulteriori dettagli sul nuovo monitor gaming è possibile recarsi sul sito ufficiale della società.


23.15 | 0 komentar | Read More

TweakNow RegCleaner

scheda aggiornata 2 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 0 votazioni

Utility che permette la pulizia del registro di Windows, eliminando ogni elemento non più utilizzato dal sistema e rendendo il pc più performante.

Il registro di Windows contiene una serie di informazioni relative ad impostazioni ed ai programmi installati.
Teoricamente disinstallando un'utility anche le relative chiavi di registro dovrebbero venire cancellate dal sistema, ma per varie ragioni ciò non sempre accade e richiede l'intervento di software simili a TweakNow RegCleaner.


23.15 | 0 komentar | Read More

29 milioni di copie vendute per GTA 5, ben al di là delle previsioni

Rockstar Games e Take-Two hanno annunciato che Grand Theft Auto V ha già distribuito 29 milioni di copie nelle sue prime sei settimane di presenza sul mercato.

Pur trattandosi delle copie vendute ai rivenditori e non delle unità complessive già acquistate dal pubblico, le cifre hanno già superato i numeri fatti registrare da Grand Theft Auto IV in cinque anni di presenza sul mercato.

Nome immagine

"Crediamo che Grand Theft Auto V sia il titolo che ha avuto più successo come rapidità delle vendite in tutta la storia dell'intrattenimento", hanno dichiarato i vertici di Take-Two, sottolineando anche gli 800 milioni di dollari realizzati durante le prime 24 ore di presenza nei negozi e il miliardo di dollari raggiunto dopo soli tre giorni.

"Durante il secondo trimestre dell'anno fiscale abbiamo ottenuti risultati record grazie al successo senza precedenti ottenuto da Grand Theft Auto V di Rockstar Games", ha commentato Strauss Zelnick, CEO di Take-Two.

"Il titolo ha ricevuto recensioni stellari, disintegrato i record dell'industria dell'intrattenimento e ha già distribuito circa 29 milioni di unità dal lancio. Lo straordinario successo di Grand Theft Auto V dimostra il momento positivo del nostro mercato e la costante passione dei consumatori per un intrattenimento digitale della miglior qualità possibile".

Nel trimestre che è terminato lo scorso 30 settembre, GTA V ha spinto i ricavi di Take-Two a 1.27 miliardi di dollari, rispetto ai 288 milioni di dollari nel medesimo periodo dello scorso anno. Zelnick ha evidenziato inoltre che lo straordinario successo del titolo di Rockstar è dovuto anche al suo lancio avvenuto nelle fasi conclusive dell'attuale generazione, quando la base installata di Xbox 360 e PS3 è ormai molto ampia.

Grand Theft Auto V è diventata anche la pubblicazione più rilevante di sempre su PlayStation Store, mentre su Xbox Live ha siglato nuovi record per quanto concerne i maggiori incassi al day one e nella prima settimana. La scorsa settimana Rockstar ha confermato che il primo DLC di GTA Online, intitolato "Beach Bum Pack", sarà scaricabile gratuitamente a novembre.

Per quanto riguarda gli altri prodotti di punta del publisher americano, Borderlands 2 ha venduto complessivamente 7.5 milioni di copie, cifra che è stata incrementata grazie alla pubblicazione della GOTY edition, avvenuta lo scorso 12 ottobre. Bioshock Infinite e Civilization V: Brave New World hanno invece catalizzato le vendite nel precedente trimestre.

Non sono mancate anche alcune indicazioni inerenti la nuova generazione ormai alle porte. "Attualmente abbiamo più di dieci titoli pianificati per la prossima generazione di console, incluse svariate release pianificate per l'anno fiscale 2015", ha concluso Zelnick.


23.15 | 0 komentar | Read More

Driver NVIDIA GeForce 331.58 WHQL

Written By komlim puldel on Rabu, 23 Oktober 2013 | 23.15

scheda aggiornata 3 ore fa

Valutazione

Media Voti

         

su 0 votazioni

Driver WHQL per schede video NVIDIA della famiglia GeForce ottimizzato specificamente per l'utilizzo con i giochi Batman: Arkham Origins e Battlefield 4. Di seguito le principali note fornite a corredo.

Release Summary

This Game Ready WHQL driver ensures you'll have the best possible gaming experience in Batman: Arkham Origins and Battlefield 4. GeForce Game Ready drivers also provide performance increases for a variety of different games.

New in GeForce R331 Drivers

  • Performance Boost – Increases performance by up to 13% for GeForce 400/500/600/700 series GPUs in several PC games vs. GeForce 327.23 WHQL-certified drivers. Results will vary depending on your GPU and system configuration. Here is one example of measured gains:

GeForce GTX 770/780/TITAN:

  • Up to 11% in Dirt: Showdown
  • Up to 9% in Metro: Last Light
  • Up to 8% in Sleeping Dogs
  • Up to 13% in Sniper Elite V2
  • SLI Technology
    • Batman: Arkham Origins – updated profile
    • Battlefield 4 – updated profile
    • Shadow Warrior – added DX9 profile
    • War of the Vikings – added DX11 profile
    • Dragon Sword - updated DX9 profile
    • GRID 2 - updated DX11 profile
    • Euro Truck Simulator 2 - updated profile
  • Gaming Technology
    • Civilization 5 – added HBAO+;
  • 4K Displays
    • Adds support for 4K Surround

Additional Details

  • Installs new PhysX System Software 9.13.0725.
  • Installs HD Audio v1.3.26.4
  • Installs GeForce Experience v8.3.23.1
  • Includes support for applications built using CUDA 5.5 or earlier version of the CUDA Toolkit.  More information at http://developer.nvidia.com/cuda-toolkit
  • Supports OpenGL 4.3 for GeForce 400-series and later GPUs.
  • Supports DisplayPort 1.2 for GeForce GTX 600 series GPUs.
  • Supports multiple languages and APIs for GPU computing: CUDA C, CUDA C++, CUDA Fortran, OpenCL, DirectCompute, and Microsoft C++ AMP.
  • Supports single GPU and NVIDIA SLI technology on DirectX 9, DirectX 10, DirectX 11, and OpenGL, including 3-way SLI, Quad SLI, and SLI support on SLI-certified Intel and AMD motherboards.

23.15 | 0 komentar | Read More
techieblogger.com Techie Blogger Techie Blogger